21 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 31/08/2017, 13.05

    BANGLADESH

    Cox’s Bazar, si ribaltano due barche dei Rohingya: 19 corpi recuperati

    Sumon Corraya

    Le imbarcazioni erano piene di donne e bambini. I profughi tentavano di passare la frontiera. In migliaia sono bloccati in una terra di nessuno tra Bangladesh e Myanmar. Il governo birmano non vuole i musulmani; quello di Dhaka li respinge. Attivista cristiano: “Accogliamoli con generosità”.

    Dhaka (AsiaNews) – Sono almeno 19 i corpi recuperati oggi dalle acque del fiume Teknaf, a Cox’s Bazar, l’estrema punta sud-orientale del Bangladesh. Nell’area si sono ribaltate due barche colme di profughi Rohingya che scappavano dal Myanmar, dove da oltre una settimana sono ripresi gli scontri tra i militari dell’esercito e i militanti musulmani dell’Arakan Rohingya Salvation Army (Arsa). Tra le vittime, solo donne e bambini (in tutto 11).

    Ariful Islam, tenente colonnello della Border Guard Bangladesh (Bgb), riporta che le imbarcazioni erano dirette verso la frontiera del Bangladesh. Da giorni i tribali Rohingya, di origine bengalese ma residenti da generazioni in Myanmar che però non ne riconosce diritti e cittadinanza, stanno tentando di passare il confine. Mohammad Ali Hossain, vice commissario distrettuale di Cox’s Bazar, ha dichiarato ai giornalisti che “se nessuno verrà a reclamare i corpi dei defunti, essi saranno seppelliti dalla polizia, come prevedono i rituali funebri”.

    Attivisti per i diritti umani affermano che circa 10mila abitanti dello Stato del Rakhine hanno già abbandonato le loro case e oltre 7mila Rohingya sono fuggiti verso il confine con il Bangladesh. In un rapporto pubblicato ieri, l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Iom) ha affermato che in realtà sono 18mila quelli che hanno attraversato il confine dall’inizio delle violenze. Media internazionali riferiscono che circa 4mila Rohingya sono in fuga e rimangono bloccati tra Myanmar e Bangladesh.

    La premier bengalese Sheikh Hasina ha invitato la popolazione a dimostrare sensibilità nei confronti dei profughi. Sta di fatto che le stesse autorità di Dhaka hanno disposto il loro respingimento. Nirmol Rozario, presidente della Bangladesh Christian Association (Bca), condanna ad AsiaNews “la persecuzione contro i Rohingya. Chiediamo che governo e cittadini dimostrino loro generosità. Condanniamo anche le uccisioni. Il governo del Myanmar [che li considera “terroristi bengali”, ndr] deve risolvere la questione in modo pacifico”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    04/09/2017 13:25:00 BANGLADESH – MYANMAR – VATICANO
    Cox’s Bazar, musulmani Rohingya chiedono aiuto a papa Francesco (Video e Foto)

    La notizia della visita del pontefice riaccende le speranze tra i profughi. “Egli è un uomo misericordioso”; “chiediamo che riporti la pace”. Le guardie di frontiera lasciano passare gli sfollati. Tra le vittime nello Stato birmano di Rakhine, anche molti indù. Le violenze bloccano le celebrazioni per la festa islamica di Eid al-Adha. Testimonianze dal nostro inviato.



    02/09/2017 10:11:00 BANGLADESH
    Cox’s Bazar, nel campo profughi dei Rohingya. Storie di violenze e dolore (Video e Foto)

    Nella città di Ukhiya sono ammassate circa 20mila persone. Poche Ong distribuiscono cibo e tende. Sul volto e sui corpi degli sfollati, i segni delle torture subite e dell’angoscia. Un profugo: “Il Bangladesh è un Paese musulmano e quindi spero che ci dia rifugio”. Il reportage dal nostro inviato.



    12/10/2017 11:37:00 BANGLADESH
    Cox’s Bazar: la Caritas distribuisce cibo a 70mila Rohingya

    Il governo di Dhaka concede il permesso di portare cibo e beni di prima necessità per 60 giorni. Il braccio sociale della Chiesa cattolica collabora con il World Food Program nel campo profughi di Ukhiya. Ogni giorno i volontari distribuiscono legumi, pasti caldi, zucchero e olio.



    13/09/2017 14:41:00 BANGLADESH
    Cox’s Bazar, Sheikh Hasina visita il campo profughi dei Rohingya

    Ha distribuito aiuti e raccolto testimonianze. Appello per un “sicuro ritorno dei profughi in Myanmar”.  Dakha rimanda a Naypyidaw il riconoscimento della cittadinanza dei Rohingya. Le iniziative della Chiesa per l’assistenza delle vittime del conflitto.



    17/10/2017 09:11:00 BANGLADESH
    Teknaf, si rovescia imbarcazione. Annegano 12 Rohingya

    A settembre, 60 profughi sono annegati in queste acque, altri 30 ad ottobre. Più di mezzo milione di Rohingya sono entrati in Bangladesh per sfuggire alle violenze. Solo questa settimana circa 50 mila hanno attraversato il confine. L’impegno della Chiesa cattolica per i profughi.





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®