25 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/06/2017, 08.52

    INDIA

    Cristiani del Madhya Pradesh: giustizia per la suora arrestata con false accuse di conversioni forzate

    Nirmala Carvalho

    Suor Bina Joseph è “traumatizzata”. La religiosa rinchiusa per 12 ore insieme a quattro ragazze tribali. L’arcidiocesi di Bhopal presenta un esposto al capo delle ferrovie statali. Le donne si trovano nel Centro pastorale. Vice provinciale delle carmelitane: “Continueremo a servire i poveri”.

    Bhopal (AsiaNews) – I cristiani di Bhopal chiedono giustizia per suor Bina Joseph, arrestata due giorni fa in Madhya Pradesh con la falsa accusa di aver convertito in maniera forzata quattro ragazze tribali, con le quali invece stava solo viaggiando. P. Maria Stephen, responsabile dell’Ufficio pubbliche relazioni dell’arcidiocesi di Bhopal, ha guidato una delegazione di cristiani in visita da GP Singh, capo delle ferrovie dello Stato. Ad AsiaNews p. Maria Stephen riporta di aver “sottoposto un memorandum all’attenzione del funzionario statale, nel quale esprimiamo le nostre preoccupazioni per gli incidenti contro i cristiani avvenuti negli ultimi giorni e le molestie nei confronti della missionaria durante il viaggio”. Nel documento, continua, “abbiamo sottolineato che i cristiani, come qualsiasi altro cittadino di questo Paese, hanno il diritto di viaggiare per studio, lavoro e motivi religiosi”.

    L’arresto di suor Bina, della congregazione delle Carmelitane di santa Teresa (Csst), ha sconvolto i cristiani locali. La religiosa e le quattro ragazze con cui si accompagnava sono state bloccate alla stazione di Satna mentre erano a bordo del treno Shipra Express proveniente dal Jharkhand. La polizia ferroviaria le ha obbligate a scendere dal convoglio e tenute rinchiuse nella stazione di Satna per almeno 12 ore, prima di trasportarle al commissariato dove sono state sottoposte ad interrogatorio.

    Contro la suora, i fondamentalisti indù del Bajrang Dal [ala giovanile militante del Vishwa Hindu Parishad (Vhp), ndr] e Matrushakti (ramo femminile del Vhp) avevano presentato una denuncia di conversioni forzate ai danni delle ragazze. A tal proposito, p. Maria Stephen lamenta che “la polizia ha fermato il viaggio delle missionarie cristiane sulla base di una semplice denuncia, senza fare le opportune verifiche del caso. Tutto questo va contro la libertà dei cittadini indiani”.

    Al termine dell’interrogatorio le donne sono state rilasciate perché contro di loro non sono state presentate prove evidenti. “Adesso la suora e tre ragazze – aggiunge il portavoce dell’arcidiocesi – si trovano nel Centro pastorale, mentre una quarta tribale è stata condotta al centro per minori ChildLine, dato che le autorità insistono che sia minorenne”.

    Il sacerdote afferma che la situazione ha provocato “un profondo trauma alla suora e alle ragazze”. Suor Tripti, vice provinciale delle carmelitane, riferisce che le tribali “provengono da povere famiglie che abitano in aree rurali. Esse si stavano recando a Bhopal per un periodo di formazione”. Ad ogni modo, assicura, “questo incidente non ci scoraggerà, continueremo a servire i poveri”.

    (Foto di p. Maria Stephen)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    16/06/2017 12:12:00 INDIA
    Madhya Pradesh: incriminata per rapimento di minori la suora arrestata con false accuse

    Suor Bina Joseph indagata secondo la sezione 363 del Codice penale indiano. Il padre della ragazza minorenne con cui viaggiava è stato “costretto a sporgere denuncia” dai fondamentalisti indù. Sajan K George: “La Costituzione garantisce uguale riconoscimento a tutte le religioni. Purtroppo alcuni sono più uguali di altri”.



    23/05/2016 12:15:00 INDIA
    Madhya Pradesh, tre cristiani evangelici arrestati per “conversioni forzate”

    Sono il pastore V A Anthony, sua moglie Prabha e un’altra donna. Polizia e radicali indù li hanno fermati e portati alla stazione. Qui gli estremisti hanno aspettato fino a quando i giudici hanno respinto la richiesta di rilascio su cauzione. Leader cristiano denuncia i rischi per la libertà religiosa sotto il governo dei nazionalisti indù.



    14/06/2017 10:15:00 INDIA
    Madhya Pradesh, una suora arrestata (e rilasciata) per ‘conversioni forzate’

    Suor Bina Joseph e quattro ragazze rimaste in custodia della polizia ferroviaria per 12 ore. Rilasciate dopo l’interrogatorio. La denuncia da parte dei giovani fondamentalisti indù del Bajrang Dal e Matrushakti. Vescovo di Bhopal: “L’atteggiamento degli agenti è da condannare”.



    18/12/2017 15:29:00 INDIA
    Madhya Pradesh, ‘false le accuse di conversioni forzate’ per i canti di Natale

    Parla il rettore del St. Ephrem’s Theological College di Satna. Il sacerdote ricostruisce l’aggressione a 30 seminaristi e due sacerdoti, tenuti in ostaggio da giovani militanti indù per diverse ore. L’uomo che accusava un prete di avergli dato dei soldi per spingerlo ad abbracciare il cristianesimo avrebbe ritrattato.



    16/05/2017 08:51:00 INDIA
    Karnataka, cristiani pentecostali aggrediti da estremisti indù per ‘conversioni forzate’

    Gli episodi di violenza avvenuti a Ramamurthy Nagar e Lingarajapuram, periferie di Bangalore. In entrambi i casi, gli estremisti hanno malmenato i cristiani e bruciato gli opuscoli con brani del Vangelo. Sajan K George: “L’unico obiettivo è fomentare le tensioni settarie”.





    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®