30/07/2005, 00.00
ISRAELE – VATICANO
Invia ad un amico

Funzionario israeliano a Washington per riparare la crisi Israele - Santa Sede

di Arieh Cohen

Tel Aviv (AsiaNews) – Fonti interne al Governo israeliano hanno rivelato ad AsiaNews che un funzionario del ministero degli Esteri è stato inviato in fretta a Washington per cercare di riparare almeno in parte i danni all'immagine di Israele e alle relazioni con i cattolici statunitensi causate dal ritiro del ministero degli Esteri dai negoziati con la Santa Sede e dai brutali attacchi verbali a papa Benedetto XVI e alla memoria di Giovanni Paolo II. A quanto si conosce, il funzionario è proprio il sig. Nimrod Barkan, già identificato in precedenza come l'autore degli attacchi al papa. Secondo fonti di AsiaNews, ciò conferma che l'obiettivo dell'intera crisi orchestrata da Barkan è proprio Washington e la necessità di giustificare come mai il ministero degli Esteri non ha rispettato le promesse di andare avanti nei colloqui con la Santa Sede. Il fatto solleva anche serie domande sulla sensatezza nell'aver scelto proprio il sig. Barkan per questa missione.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
P. Jaeger: Israele –Santa Sede, una crisi profondissima, che Sharon può risolvere
30/07/2005
Il Natale dei cattolici in Russia, pieno di memoria e gratitudine
23/12/2019 08:00
Papa: cresca nei cristiani la coscienza di essere tutti missionari
05/05/2007
Bush e Powell spingeranno Sharon ai negoziati con la Santa Sede
14/04/2004
Israele – Santa Sede: senza frutti apparenti 10 anni di rapporti diplomatici
09/03/2004