18/08/2005, 00.00
GEORGIA – GMG
Invia ad un amico

Giovani georgiani alla GMG, ma nel Paese la loro situazione peggiora

Presenti anche dalla Georgia al grande evento di Colonia, ma nel Paese la situazione dei giovani è difficile. Manca il lavoro e le prospettive future  spingono alla fuga all'estero o nella droga.

T'bilisi (AsiaNews) – Anche la comunità cattolica georgiana ha inviato la sua rappresentanza in Germania per celebrare la Giornata Mondiale della Gioventù. Mons. Giuseppe Pasotto, Amministratore apostolico nel Paese, spiega ad AsiaNews che durante l'anno è stata istituita una Commissione che ha curato la preparazione dei giovani nelle parrocchie inviando del materiale per la catechesi.

I giovani che sono partiti hanno passato 3 giorni assieme per prepararsi meglio con meditazioni, canti e indicazioni tecniche. Tra i giovani a Colonia si trova il coro della Cattedrale, formato da 26 ragazze dai 17 ai 25 anni, invitate specificamente dalla diocesi di Fulda. Il coro ha eseguito durante il viaggio 4 concerti già programmati in precedenza in Italia e in Germania (musica georgiana e gregoriana). Fra i partecipanti all'evento vi sono anche circa 40 giovani legati al cammino neocatecumenale.

I giovani rimasti in Georgia sono stati invitati a ritrovarsi il sabato e la domenica dell'incontro con il papa nella Casa di spiritualità, dove seguiranno l'avvenimento su di un mega schermo, dormiranno all'aperto e cercheranno di imitare i più fortunati che sono partiti, nella gioia e nella preghiera con la catechesi del vescovo, la Messa, l'adorazione e la festa.

Mons. Pasotto spiega che la pastorale giovanile in Georgia è condotta a livello locale dai parroci, ma è anche animata da un "Consiglio di giovani" eletti dai coetanei delle parrocchie, che traccia il programma annuale e si reca nelle parrocchie per l'animazione. Il Consiglio dura 2 anni e viene cambiato durante il "Forum dei giovani", che si tiene su un tema specifico ogni anno la settimana prima della Giornata dei giovani (Domenica delle palme).

Quella in Georgia è però una pastorale difficile. I giovani sono spesso sfiduciati dato che nel Paese mancano lavoro e prospettive future: il risultato è l'aumento del numero di coloro che si lascia tentare dal mondo della droga e dell'alcool. I giovani vedono solo la possibilità di fuggire all'estero e molti (di solito i migliori) partono impoverendo così le comunità. I temi delle catechesi di solito sono aiutano a incarnare il Vangelo in questa situazione dolorosa. Molti sono i giovani che si impegnano nel volontariato.

Il contesto ortodosso rende faticoso il cammino dei giovani, che certamente non trovano un ambiente scolastico, di lavoro o di amicizie che li aiuti a vivere la vita ecclesiale cattolica. Ad ogni modo la collaborazione fra cattolici e ortodossi è ricercata come una priorità.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Giovani di Baghdad scrivono al Papa della GMG
20/08/2005
GMG: almeno 400 mila i giovani iscritti per Colonia
09/08/2005
Papa: terrorismo "scelta perversa e crudele" da combattere con il dialogo interreligioso
20/08/2005
Card. Toppo: "Le critiche sul papa spazzate via dai giovani di Colonia"
19/08/2005
Giovani cattolici pakistani non ottengono il visto per la GMG
18/08/2005