14 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 07/08/2017, 11.00

    GIAPPONE

    Hiroshima, 72 anni dopo: No alle armi nucleari



    Il sindaco intervenendo alla cerimonia del 6 agosto presso il Peace Memorial Park di Hiroshima nel 72° anniversario della distruzione della città, ha invitato il governo giapponese a firmare il trattato della Nazioni Unite sul disarmo nucleare. Il Museo Memoriale della pace di Hiroshima sta collaborando con il Museo di Stato di Auschwitz-Birkenau, in Polonia, per garantire che non saranno mai dimenticati due dei peggiori orrori del 20° secolo.

    Hiroshima (AsiaNews/Agenzie) - Nella sua dichiarazione annuale sulla pace, in occasione dell’anniversario sulla tragedia di Hiroshima, il sindaco della città Kazumi Matsui ha esortato le nazioni a lavorare con maggiore determinazione per liberare il mondo dalle armi nucleari.

    Matsui ha parlato alla cerimonia del 6 agosto presso il Peace Memorial Park di Hiroshima nel 72° anniversario della distruzione della città ad opera del bombardamento atomico degli americani.

    Davanti al cenotafio sono state collocate diverse corone di fiori da parte del primo ministro Shinzo Abe e dai rappresentanti di altre nazioni.

    Un momento di silenzio rotto soltanto dal rintocco della campana della pace, alle ore 8 e 15 minuti, ha caratterizzato il ricordo del preciso momento in cui la bomba è esplosa uccidendo decine di migliaia di persone.

    A questo punto il sindaco ha ribadito il suo no alle armi nucleari descritte come “il male assoluto”.

    Egli ha fatto riferimento al trattato sul divieto delle armi nucleari approvato il 7 luglio 2017 presso le Nazioni Unite ed ha affermato: "I governi di tutti i Paesi devono lavorare per un mondo libero dalle armi nucleari".

    Matsui ha ringraziato i rappresentanti delle 122 nazioni che hanno votato il trattato. “Hanno dimostrato”, ha detto, “la loro determinazione inequivocabile per raggiungere l'abolizione".

    Tuttavia, nessuna potenza nucleare, né il Giappone e altri loro alleati hanno firmato. Matsui ha chiesto il rispetto della Costituzione giapponese tra le più pacifiche del mondo. Nel suo discorso alla cerimonia Abe non ha fatto riferimento alle armi nucleari né al trattato in questione. Ma il governo giapponese ha già messo in chiaro che non firmerà il trattato. "Il trattato approfondirà il solco tra gli Stati dotati di armi nucleari e quelli che non lo sono. Quindi non corrisponde alla posizione del nostro Paese”, ha spiegato l'ex ministro degli Esteri Fumio Kishida.

    Durante la cerimonia sono stati posti alla base del monumento i nomi dei sopravvissuti (hibakusha) morti in questo anno. Viva via che muoiono i testimoni della devastazione nucleare, diventa necessario conservare la memoria del dramma. A questo serve il Museo del memoriale della pace.

    Il Museo di Hiroshima sta collaborando con il Museo di Stato di Auschwitz-Birkenau, in Polonia per garantire che non saranno mai dimenticati due dei peggiori orrori del 20° secolo.

    "Auschwitz e Hiroshima sono luoghi estremamente simbolici nella storia del mondo", ha detto Kenji Shiga, il direttore del Museo Memoriale della pace di Hiroshima. "Vogliamo rafforzare i nostri legami anche dal punto di vista operativo”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/08/2017 15:14:00 GIAPPONE
    Muore Sumiteru Taniguchi, attivista anti-nucleare sopravvissuto a Nagasaki

    Divenne famoso per le immagini delle sue bruciature. Nel 2010, mostrò all’Onu la sua foto: “Guardatemi”. Ha combattuto, viaggiando nonostante le profonde sofferenze.



    28/04/2016 07:16:00 GIAPPONE – USA
    Obama “pronto a visitare” Hiroshima. Ma senza scusarsi per le bombe atomiche

    Diverse fonti del governo americano e nipponico confermano che il presidente americano intende visitare la città, devastata dagli ordigni all'idrogeno statunitensi nel 1945. Shinzo Abe accompagnerà il leader Usa nella tappa, e ha fatto sapere che “non ritiene fondamentale” parlare delle vittime dell’olocausto nucleare.



    27/05/2016 14:26:00 GIAPPONE
    Obama visita Hiroshima: “La morte arrivò dall’alto. Ora un mondo senza atomica”

    Il primo presidente americano in carica a visitare uno dei luoghi devastati dalle bombe nucleari statunitense abbraccia un sopravvissuto e commemora “i morti innocenti”. Niente scuse, come anticipato, ma una promessa: “Sia l’inizio del nostro risveglio morale. Tra Stati Uniti e Giappone una delle alleanze più forti del mondo”.



    23/05/2016 12:24:00 GIAPPONE – USA
    Vescovo di Niigata: Obama ascolti le voci dei sopravvissuti di Hiroshima

    Il presidente degli Stati Uniti e il mondo “devono comprendere che quando parliamo dell’olocausto atomico non parliamo di numeri, ma di vite umane. Di storie e di lacrime. È lodevole il suo impegno per il disarmo, ma questa volontà si concretizzerà soltanto rispettando la vita umana e la sua dignità garantita dal Creatore”.



    11/12/2017 08:42:00 GIAPPONE-NORVEGIA
    Sopravvissuti di Hiroshima al Premio Nobel per la pace contro il nucleare

    Il Premio accettato da Beatrice Fihn, direttore esecutivo dell’Ican (Campagna internazionale per abolire le armi nucleari) e da Setsuko Thurlow, sopravvissuta di Hiroshima. La cerimonia snobbata dagli ambasciatori di Usa, Francia, Gran Bretagna. Il trattato per il bando delle armi nucleari è stato approvato da 122 nazioni, ma non dalle nove potenze nucleari. Finora ha ricevuto solo tre ratificazioni. Il sostegno di papa Francesco.





    In evidenza

    MEDIO ORIENTE - USA
    Gerusalemme capitale, cristiani in Medio oriente contro Trump: distrugge le speranze di pace



    Il patriarcato caldeo critica una scelta che “complica” la situazione e alimenta “conflitti e guerre”. Il card. Raï parla di “decisione distruttiva” che viola le risoluzioni internazionali. Il papa copto Tawadros II cancella l’incontro col vice-presidente Usa Pence. Continua la protesta “rassegnata” dei palestinesi. Attivisti israeliani: gli Usa hanno abdicato al ruolo di mediatori nella regione. 

     


    CINA
    Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

    Willy Wo-Lap Lam

    Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®