16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 09/01/2018, 13.14

    CINA

    I numeri ufficiali della censura su internet

    Wang Zhicheng

    Nel 2017 sono stati oscurati 128mila siti, confiscati 30,9 milioni di libri; arrestato e punito 1900 persone.  La “sindrome dell’Urss”.

    Pechino (AsiaNews) – Lungo tutto il 2017, le autorità per il controllo di internet hanno chiuso 128mila siti. Lo comunica l’agenzia statale Xinhua, che sottolinea il carattere “pericoloso” dei siti oscurati.

    In più, per combattere “la pornografia e le pubblicazioni illegali”, nell’anno scorso la censura ha confiscato 30,9 milioni di pubblicazioni e ha arrestato e punito 1900 persone. Fra i siti che da tempo sono oscurati vi è anche AsiaNews.it.

    La Cina ha il più grande numero di utenti del cyberspazio (oltre 700 milioni) e applica un controllo spasmodico su contenuti e sulla diffusione di notizie non autorizzate.

    Notizie e fatti che subiscono la censura vanno dagli “incidenti di massa” (dimostrazioni, rivolte, scioperi, ecc…), alle questioni etniche e religiose, alle critiche al Partito comunista cinese.

    Diversi siti internet ospitati sui grandi provider come Tencent, Baidu, Weibo, lo scorso hanno sono stati multati per non aver censurato contenuti che discutevano le tematiche del Congresso del Partito, tenutosi lo scorso ottobre. In novembre e dicembre, tutte le notizie riguardanti l’espulsione di migranti dalle periferie di Pechino sono state cancellate da internet.

    La censura su internet è cresciuta con la presa di potere di Xi Jinping cinque anni fa. Oltre al Firewall - il filtro che non permette ai clienti cinesi di fruire di notizie e dati dall’estero su temi quali la democrazia, il Tibet, il massacro di Tiananmen, le questioni religiose, ecc... – da diversi mesi sono stati messi sotto controllo anche i Vpn (Virtual Private Network) che permettevano ai cinesi di scavalcare il Firewall.

    Il governo continua a difendere la sua politica per il “bene del popolo” e per la “stabilità sociale”, ma i critici affermano che il controllo serve solo a escludere ogni critica al Partito. Secondo molti studiosi, il Partito è malato della “sindrome dell’Urss”, in cui il comunismo è fallito dopo aver permesso la glasnost (trasparenza) e la revisione della storia. Per non finire come l’Urss, la Cina accresce sempre di più il controllo sociale.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    05/12/2017 11:56:00 CINA
    Alla Conferenza mondiale su internet, applausi ambigui per Xi Jinping e per il controllo sul web

    Presenti 1500 rappresentanti da 80 Paesi. Il presidente cinese offre aperture al mercato online, ma ribadisce la “sovranità” della Cina nel cyberspazio. L’internet cinese è quello più controllato al mondo. Ma è anche il più sviluppato.



    19/05/2011 CINA
    Volano scarpe e uova contro il “padre” della censura cinese
    Fan Binxing, l’inventore del Grande Firewall che oscura e filtra i risultati del web, è stato colpito da una scarpa, ma è stato mancato da un uovo. La rivendicazione su Twitter.

    08/06/2011 CINA
    Nuove accuse contro la Cisco di aiutare Pechino ad individuare i dissidenti
    Tre dissidenti arrestati per quanto hanno scritto su internet fanno causa alla multinazionale per essere risarciti. L’aiuto tecnico e di esperienza fornito dalla ditta è considerato fondamentale per elaborare il sistema cinese di censura su internet e per individuare i contestatori, così da favorirne l’arresto.

    25/05/2011 CINA
    La Cisco accusata di aiutare Pechino a perseguitare i fedeli Falun Gong
    La ditta fornirebbe pieno aiuto tecnico a Pechino per monitorare e identificare chi cerca siti proibiti. La Cisco nega l’accusa, ma non spiega meglio la sua collaborazione. Intanto la Cina potenzia la censura su internet.

    23/01/2017 08:44:00 CINA
    Pechino rafforza il Great Firewall, illegali le reti internet private

    A partire da ieri, le connessioni private avranno bisogno dell’approvazione del governo per poter accedere a internet. Ad oggi il Paese conta più di 730milioni di utenti.

     





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®