24 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 15/05/2017, 08.12

    ASIA

    Il cyberattacco Wannacry dovuto alla leggerezza dei governi



    La Microsoft mette in guardia le agenzie di sicurezza nazionali a non “conservare” – per poi lasciarli trafugare – i virus, ma a renderli noti. La Corea del Sud, quasi indenne. Colpita Russia, Gran Bretagna, Germania, Francia. Affette anche università in Cina, Italia e Grecia.

    Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) – Il cyberattacco Wannacry, che ha colpito nel weekend più di 200mila computer in 150 Paesi è dovuto alla leggerezza delle agenzie di spionaggio dei governi. Lo afferma il legale della Microsoft, Brad Smith, che accusa in particolare l’Agenzia della sicurezza nazionale Usa (Nsa) per aver “conservato” e “sviluppato” un virus in funzione di possibili attacchi web, che poi sarebbe stato trafugato.

    Il codice usato nell’attacco del weekend è stato infatti sviluppato dalla Nsa. Smith ha affermato che la Microsoft ha chiesto da tempo una “Convenzione digitale di Ginevra” che chieda ai governi di rendere note le vulnerabilità dei computer ai venditori, piuttosto che conservarli, venderli o sfruttarli.

    La Microsoft si trova al centro del dibattito perché i cyber-criminali hanno sfruttato un problema insito in Microsoft Windows. La compagnia aveva inviato in marzo degli updates che potevano fermarlo. È probabile che chi è stato colpito non abbia assimilato gli aggiornamenti necessari.

    Il governo della Corea del Sud ha reso noto oggi che solo nove computer in tutto il Paese sono stati colpiti. Si teme però che con la ripresa del lavoro dopo il weekend, vi possano essere molti nuovi attacchi.

    Il virus Wannacry prende possesso di tutti i files di un computer e chiede 300 dollari di riscatto per rilasciarli.

    Fra venerdì 12 e domenica 14 maggio in Russia sono stati colpiti alcuni computer del ministero degli interni, il sistema bancario e quello ferroviario. In Francia la compagnia automobilistica Renault ha dovuto fermare alcune produzioni. In Germania la Deutsche Banh (ferrovie) è stata colpita. In Gran Bretagna è andato in tilt il sistema sanitario nazionale e fino a ieri pomeriggio sette ospedali non potevano ancora operare.

    Università in Cina, Italia e Grecia sono anche state infettate

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    16/05/2017 08:43:00 CINA-COREA DEL NORD
    Pechino, scuole e uffici del governo colpiti da Wannacry… di origine nordcoreana (forse)

    Oltre 10mila scuole e università colpite. Bloccata la distribuzione delle patenti. Bloccato anche il pagamento via carta di credito alle stazioni di servizio. Si sospetta la mano del gruppo Lazarus che lavorerebbe in Cina, ma alle dipendenze della Corea del Nord.



    28/12/2006 ASIA
    Dopo il terremoto, riprendono a rilento le telecomunicazioni asiatiche
    La scossa che ha colpito le coste meridionali di Taiwan ha danneggiato i cavi sottomarini che collegano telefoni e connessioni Internet di Taiwan, Hong Kong, Cina, Corea del Sud e Giappone. Previste altre 2 settimane per un ritorno alla piena normalità.

    29/12/2006 ASIA
    Ancora difficili le telecomunicazioni in Asia
    Dopo l’iniziale ottimismo, i danni appaiono più gravi e incerti i tempi per le riparazioni. Molto colpiti i collegamenti internet, mentre banche e mercati finanziari riescono ad operare.

    16/11/2005 INTERNET
    Vertice sulla società dell'informazione, il controllo di Internet rimane agli Usa
    Gli Stati Uniti mantengono lo statuto attuale dell'Icann, che gestisce la Rete. Istituito un Forum per tutte le componenti di Internet, le cui discussioni dureranno almeno 5 anni. L''incontro, apertosi oggi a Tunisi, non affronterà il problema della crescente censura sul web.

    15/05/2017 08:57:00 COREA DEL NORD
    Pyongyang applaude al successo: il nuovo missile può essere armato con testata nucleare

    Kim Jong-un ha provato che i suoi razzi possono lasciare e rientrare nell’atmosfera. I dittatore continua a svolgere i suoi test approfittando della distrazione di Trump per lo scandalo Fbi e di Xi Jinping preso da una serie di vertici commerciali a livello mondiale





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®