19 Gennaio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 09/05/2008, 00.00

    PAKISTAN

    Islamabad risponde a Delhi: testato un nuovo missile nucleare



    L’esercito pakistano conferma le prove dell’Hatf-VIII, missile cruise in grado di montare ordigni nucleari. Due giorni fa, l’India aveva sperimentato un arma balistica con gittata pari a tremila chilometri, in grado di colpire Pakistan e Cina.
    Islamabad (AsiaNews/Agenzie) – Continua la tensione militare nell’Asia meridionale: dopo i test sui missili a lunga gittata capaci di portare una testata nucleare ordinati dal governo indiano, Islamabad ha sperimentato l’efficacia di un missile cruise in grado di montare armi atomiche. Lo conferma l’esercito pakistano.
     
    L’Hatf-VIII – “tuono” in lingua araba – è stato testato per la prima volta lo scorso anno. Ha una gittata pari a 350 chilometri, ed è stato sviluppato per essere sganciato da postazioni aeree. Lo scorso 7 maggio, l’India ha invece provato le capacità di un missile balistico con gittata pari a tremila chilometri. I due Paesi confinanti portano avanti con regolarità test nucleari.
     
    Un comunicato dell’esercito pakistano sostiene che “il missile dà al Paese un vantaggio strategico di grandi dimensioni, e lo pone all’avanguardia nello sviluppo di armi di terra e di mare. Questo test fa parte di un programma che serve a definire i parametri dei sistemi di armamento”.
     
    La tensione fra Pakistan ed India è diminuita sensibilmente negli ultimi anni, dopo la firma di una serie di trattati bilaterali. Tuttavia, i due Paesi sono ancora formalmente in guerra.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/05/2008 INDIA
    New Delhi mostra i muscoli e testa un missile nucleare che puo' colpire Cina e Pakistan
    L’Agni-III ha percorso 3mila chilometri in 13 minuti, ed ha colpito con precisione il suo bersaglio. Ha una capacita’ pari a 300 kilotoni. Per alcuni analisti, si tratta di un avvertimento a Cina e Pakistan.

    16/04/2007 INDIA
    Le ambizioni segrete dei missili indiani a gittata intercontinentale
    Fonti scientifiche ufficiali indiane si dicono pronte a realizzare un missile intercontinentale con 5.500 km di gittata, ma si parla anche di un razzo di 15mila km. di raggio. Preoccupata la Cina, vulnerabile al nuovo missile indiano. New Delhi risponde che lavora solo per la propria sicurezza e prosegue le ricerche.

    10/01/2017 08:56:00 PAKISTAN
    Pakistan, lanciato il primo missile da crociera da un sottomarino

    Il lancio è avvenuto in una zona non precisata dell’Oceano Indiano. Il missile Babur- è in grado di trasportare testate nucleari. Il test potrebbe incrinare ancora di più i delicati equilibri con Delhi, con cui fin dagli anni ’90 Islamabad conduce una corsa alla tecnologia nucleare.



    11/10/2006 COREA DEL NORD – COREA DEL SUD
    Pyongyang minaccia l'Onu: sanzioni dure significano guerra

    Tokyo e Washington approvano misure unilaterali nei confronti di Pyongyang e premono per inserire l'uso della forza armata nelle sanzioni Onu. Pechino chiede calma, ma si dice d'accordo per una risposta dura. Seoul tentenna.



    06/03/2013 COREA DEL NORD – ONU
    Le sanzioni Onu “sono le più dure mai imposte a Pyongyang”
    Nella notte arriva l’accordo al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite su una bozza di testo che cerca di bloccare con la forza le provocazioni militari del regime. Pechino: “Noi siamo d’accordo, ora basta”. Pyongyang minaccia la rottura dell’armistizio se non si fermano le esercitazioni Usa-Corea del Sud e consegna centinaia di decorazioni agli “Eroi della Rivoluzione”.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    I nuovi leader all’Assemblea dei cattolici: dominano la vecchia guardia e i vescovi illegittimi

    Elizabeth Li

    Riconfermati Ma Yinglin e Fang Xingyao a presidenti del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica rispettivamente. Sempre esaltati i principi di indipendenza, autonomia, autogestione e sinicizzazione. Nessun “segnale positivo” come sperato dal Vaticano.


    CINA-VATICANO
    All’Assemblea dei rappresentanti cattolici cinesi si loda “indipendenza e autonomia”

    Bernardo Cervellera

    All’incontro sarebbero presenti 59 vescovi, oltre al direttore dell’amministrazione statale per gli affari religiosi e membri del Fronte unito. I futuri cambi nella leadership del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica. Nell’osanna all’autonomia (dalla Santa Sede) un segnale non positivo. Il Global Times ribadisce le precondizioni per il dialogo. Una Chiesa di Stato. Le critiche del card. Joseph Zen e di Giustizia e Pace di Hong Kong. Una cattolica: Questa assemblea è uno schiaffo in faccia al Vaticano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®