27 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/03/2014, 00.00

    ISRAELE-SIRIA-LIBANO

    Israele bombarda postazioni siriane dopo l'incidente sul Golan

    Joshua Lapide

    Colpiti nella notte una base di addestramento, un quartiere militare e una batteria di artiglieria siriani. Ieri quattro soldati israeliani sono rimasti feriti per lo scoppio di una bomba. Israele denuncia gli Hezbollah, alleati di Assad e ritiene la Siria responsabile di "sostegno ai terroristi".

    Gerusalemme (AsiaNews) - Aerei israeliani hanno colpito alcune postazioni siriane durante la notte, poche ore dopo che una bomba, scoppiata sulle alture del Golan, ha ferito quattro soldati di Israele, di cui uno in maniera molto grave (v. foto).

    Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che Israele "è costretto" a difendersi.

    Nei quattro raid compiuti verso le 3 di notte (ora locale), sono stati colpiti una base per l'addestramento militare siriano, un quartiere militare e delle batterie di artiglieria.

    Moshe Yaalon, ministro della Difesa accusa l'esercito siriano di aver aiutato nell'attacco di ieri e ritiene "responsabile il regime di Assad", che "collabora con i terroristi che vogliono colpire Israele".

    I quattro soldati israeliani sono rimasti feriti per una bomba scoppiata vicino alla loro jeep e posta lungo la strada vicino a Majdal Shams. I soldati si erano mossi dopo aver visto alcuni sospetti aggirarsi lungo il confine.

    Quello di ieri è solo uno dei tanti incidenti che avvengono lungo il confine con la Siria e il Libano.  Esso mostra che la guerra in Siria sta a poco a poco inglobando tutto il Medio oriente.

    Per Israele gli incidenti sono provocati da Hezbollah, il gruppo radicale sciita in Libano. Lo scorso 5 marzo l'esercito israeliano aveva aperto il fuoco contro due membri di Hezbollah che stavano piazzando una bomba vicino alla linea del cessate-il-fuoco fra Israele e Siria.

    Secondo Israele, Hezbollah - che lotta a fianco di Assad nella guerra civile siriana - riceve in premio armi e libertà di movimento.

    Da oggi, l'esercito israeliano ha deciso di rafforzare i controlli lungo il Golan e le fattorie di Sheeba.

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    14/08/2008 LIBANO-SIRIA
    Il vertice tra Beirut e Damasco non ha eliminato tutti i dubbi
    E’ positivo l’annuncio dello stabilimanto di normali rapporti diplomatici, ma restano gli interrogativi su quale sia il reale atteggiamento di Assad. Un dossier che resta aperto e che va dalla definizione dei confini all'assassinio di Rafic Hariri.

    20/03/2017 08:53:00 ISRAELE - SIRIA - LIBANO
    Israele in guerra contro la Siria: nel mirino il sistema missilistico difensivo di Damasco

    Avigdor Lieberman minaccia di distruggere le difese di Damasco, in risposta al lancio di missili terra-aria contro i caccia israeliani. Obiettivo dei raid aerei i convogli di armi destinati al movimento sciita libanese Hezbollah. Capo dell’esercito israeliano: “Alla luce” degli eventi in Siria e Libano, pronti “per ogni tipo di scenario”. 

     



    28/01/2015 ISRAELE-SIRIA-LIBANO
    Scambio di fuoco fra Israele e Hezbollah. Feriti alcuni soldati israeliani
    Un missile di Hezbollah ha colpito veicoli militari israeliani. Colpi di mortaio da Israele su villaggi al confine. Cresce la tensione dopo l'attacco israeliano in cui sono morti sei Hezbollah e un generale iraniano. Stanotte aerei di Israele hanno colpito basi siriane a Quneitra e vicino all'aeroporto internazionale di Damasco.

    25/02/2014 ISRAELE-SIRIA-LIBANO
    Aerei israeliani colpiscono basi Hezbollah sul confine siriano
    La zona colpita, nella valle della Bekaa, è usata da Hezbollah per immagazzinare armi e per addestrare le sue truppe che lottano a favore di Assad. Israele teme un'escalation nella modernizzazione degli armamenti in mano al movimento militante sciita.

    29/01/2015 ISRAELE-SIRIA-LIBANO
    Calma apparente sul confine, dopo la morte di due soldati israeliani e un soldato dell'Onu
    Aumentate le truppe israeliane al confine. Aerei militari sorvolano la zona. L'ambasciatore spagnolo all'Onu punta il dito contro Israele per la morte del soldato dell'Unifil. Ban Ki-moon chiede calma e moderazione alle parti per evitare un'escalation.



    In evidenza

    VATICANO-EGITTO
    Papa Francesco in videomessaggio: Caro popolo d’Egitto…

    Papa Francesco

    In occasione della sua visita al Paese (28-29 aprile), oggi papa Francesco ha trasmesso un videomessaggio al popolo egiziano. “Il nostro mondo, dilaniato dalla violenza cieca – che ha colpito anche il cuore della vostra cara terra – ha bisogno di pace, di amore e di misericordia; ha bisogno di operatori di pace”.


    ISLAM
    Le radici dell’islamismo violento sono nell’islam, parola di musulmano

    Kamel Abderrahmani

    Dopo ogni attentato terrorista si tende a dire: “Questo non è l’islam”. Eppure quegli atti criminali sono giustificati e ispirati dai testi che sono il riferimento dei musulmani e delle istituzioni islamiche nel mondo. È urgente una riforma dell’islam dall’interno, da parte degli stessi musulmani. La convivenza con le altre religioni è la strada per togliere l’islam dalla sclerosi e dalla stagnazione.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®