12/11/2019, 08.45
ISRAELE - PALESTINA
Invia ad un amico

Israele uccide un comandante della Jihad islamica a Gaza. Decine di razzi dalla Striscia

In una operazione mirata nella notte, colpito Baha Abu al-Atta. Per il presidente Rivlin l’operazione è a garanzia della “sicurezza” del Paese. Netanyahu: pronto a compiere “nuovi attentati a breve”. Il gruppo estremista promette vendetta: faremo “tremare l’entità sionista”. Nel sud di Israele è massima allerta. 

Gerusalemme (AsiaNews/Agenzie) - Con un’operazione mirata nella notte a Gaza le forze speciali israeliane hanno ucciso Baha Abu al-Atta, comandante del gruppo estremista Jihad islamica, attivo nella Striscia. Assieme a lui è morta la moglie, feriti due vicini di casa nel quartiere di Sajaya. In una nota il comando militare con la israeliano sottolinea che “la sua abitazione è stata attaccata” nel contesto di una “operazione congiunta delle nostre forze armate e dei servizi segreti”. 

Fra i primi commenti ufficiali si registra quello del presidente israeliano Reuven Rivlin, il quale ha confermato il sostegno alle “forze di sicurezza” che hanno lavorato “per il successo dell’operazione di questa mattina da tanto tempo”. Egli ha poi aggiunto che “il governo israeliano” ha “approvato” l’operazione che ha come obiettivo “la sicurezza” del Paese. 

La morte del leader militare palestinese è confermata da Israele e dagli stessi vertici del movimento combattente. Abu al-Atta era responsabile di gran parte delle attività militare della Jihad islamica a Gaza. Per Israele egli era considerato una “bomba ad orologeria”, perché stava progettando nuovi attacchi terroristici sul territorio.

“Aveva addestrato - riferisce una fonte - commando chiamati a infiltrarsi in Israele e tiratori scelti, oltre a droni e lanci di razzi”. La stessa fonte militare aggiunge che il comandante era responsabile della maggior parte degli attacchi e del lancio di razzi provenienti dalla Striscia. Lo stesso premier ad interim israeliano Benjamin Netanyahu afferma in una nota che Abu al-Atta “si accingeva a compiere nuovi attentati a breve”. 

I vertici dell’esercito israeliano ha voluto però precisare che questa azione nella Striscia non significa una ripresa delle “esecuzioni mirate” a Gaza. Una precisazione, spiegano analisti ed esperti, che viene letta come un messaggio rivolto in primis ad Hamas, che controlla l’area, secondo cui Israele vuole limitare le operazioni alla Jihad islamica. 

Immediata la replica del gruppo estremista che intende “vendicare” la morte del suo comandante. “La nostra reazione - avvertono in una nota - farà tremare l’entità sionista”. Il leader politico della Jihad islamica Ziad Nahale accusa Israele di “aver oltrepassato tutte le linee rosse” e che “reagiremo con forza”. I minareti stanno rilanciando gli appelli alla vendetta. 

Una minaccia che si è subito concretizzata con il lancio di decine di razzi dalla Striscia verso Israele e che hanno scatenato l’allerta generale oltreconfine, con le sirene di allarme che hanno risuonato per una vasta area del sud del Paese, fino a Tel Aviv. Centinaia di migliaia di persone hanno ricevuto l’ordine di rimanere nei pressi di rifugi e stanze protette all’interno dei loro appartamenti, per proteggersi dai razzi palestinesi. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Gaza, scontri fra palestinesi ed esercito israeliano: un morto e 15 feriti
03/09/2021 08:47
Israele allenta il blocco sulla Striscia. Parroco di Gaza: ‘Eccellente’
01/09/2021 11:50
Cisgiordania, 12enne palestinese ucciso da un soldato israeliano
29/07/2021 08:53
Gaza, Hrw: da esercito israeliano e Hamas ‘sospetti crimini di guerra’
28/07/2021 08:49
Gaza, nuovi raid israeliani in risposta al lancio di palloncini incendiari
02/07/2021 08:48