26 Marzo 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 14/03/2017, 15.37

    NEPAL

    Kathmandu, ruspe spianano le tende dei terremotati



    Nella tendopoli di Chuchepati avevano trovato rifugio circa 2mila sopravvissuti. Il sisma del 2015 ha distrutto quasi un milione di edifici. Le autorità nepalesi sono in ritardo con la ricostruzione. Ristrutturate 41mila case; distribuiti aiuti a 450mila famiglie, su un totale di 600mila.

    Kathmandu (AsiaNews/Agenzie) – Questa mattina alcune ruspe della polizia hanno spianato una tendopoli alla periferia di Kathmandu, dove da due anni risiedevano alcuni sopravvissuti del terremoto del 25 aprile 2015. Si tratta del campo profughi di Chuchepati, conosciuto anche con il nome di “Boudha camp”, dove avevano trovato rifugio almeno 2mila persone. Il motivo dell’abbattimento delle quasi 440 baracche di fortuna, spiegano le autorità, è spingere i terremotati a tornare ai propri villaggi d’origine.

    Nel 2015 il violento sisma di magnitudo 7,9 ha provocato quasi 9mila vittime e distrutto più di un milione di edifici tra case, scuoletempli indùcarceri. Le autorità nepalesi sono state più volte criticate per la lentezza nelle operazioni di ricostruzione, nonostante gli ingenti finanziamenti arrivati dall’estero. Donatori privati e Paesi stranieri hanno fornito circa quattro miliardi di dollari, ma il governo ha firmato accordi pari solo a 2,6 miliardi.

    Ad oggi l’Autorità nazionale per la ricostruzione ha distribuito 470 dollari a 450mila famiglie (su un totale di 600mila aventi diritto), mentre ha ricostruito appena 41mila case danneggiate dal terremoto. Him Nath Dawadi, capo amministratore di Kathmandu, afferma che i residenti avevano avuto un preavviso di un mese. “Abbiamo dato loro tempo a sufficienza – ha detto – per lasciare il campo e ritornare nei villaggi, così da poter ottenere i sussidi per ricostruire le case”. Gli sfollati lamentano però che le autorità avrebbero dovuto fornire sistemazioni alternative prima di smantellare le tende. Bimal Dulal, 52 anni, uno dei sopravvissuti, dichiara: “Non ho una casa di proprietà da ricostruire e non trovo neanche una camera da affittare”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    25/04/2016 11:32:00 NEPAL
    A un anno dal sisma, migliaia di sopravvissuti hanno come riparo tende o rami d’albero

    Troppo lente le operazioni di ricostruzione. La gente sopravvive nella fame e nel freddo. Chi può, richiede un prestito, con alti interessi, per ricostruire le case. Le divisioni politiche e i privilegi dei quadri del Partito vengono prima di tutto. Il blocco e la vigilanza sulle ong per evitare "proselitismi".



    15/05/2015 NEPAL
    Emergenza ospedali: mancano letti e medicine per i terremotati del Nepal
    Almeno 300 strutture sanitarie hanno gravi danni, la metà è stata distrutta. Un uomo, con problemi epatici, aspetta da una settimana di essere messo in dialisi: “Rischio di morire da un momento all’altro”. Medico di Kathmandu: “Cerchiamo di curare le persone nelle tende”. Il sostegno delle organizzazioni cattoliche e cristiane e di Stati Uniti, Italia, India e Cina.

    13/01/2016 NEPAL
    Sotto la neve, migliaia di terremotati rischiano la morte per fame
    La neve ha ricoperto i villaggi di Laprak, Barpak e Ghyachchok, nel distretto di Gorkha. La gente non può uscire e raccogliere legna per riscaldarsi. Gli elicotteri non riescono a decollare, una fitta nebbia diminuisce la visibilità. I sopravvissuti al sisma lamentano che non sono ancora arrivati di fondi per la ricostruzione donati dalla comunità internazionale.

    30/04/2015 NEPAL
    Nepal, migliaia di terremotati tra la vita e la morte: Governo inetto e corrotto (VIDEO)
    L’ultimo bilancio è di oltre 5.500 morti; circa 12mila feriti; 70mila case distrutte e altre 530mila danneggiate, in 39 dei 75 distretti del Nepal. Da cinque giorni uomini, donne e bambini sopravvissuti vivono all’aperto e sotto la pioggia. Un uomo: “Solo i cristiani mi hanno aiutato, senza pregiudizi, dandomi tenda e coperte”.

    12/12/2009 INDONESIA
    L’opera dei volontari cattolici per i bambini del terremoto di Sumatra
    Giochi di prestigio e momenti di svago comune per alleviare i traumi provocati dal sisma. Almeno 150 studenti sono fuggiti dalla zona, per il timore di nuove scosse. I media hanno alimentato l’allarmismo, ma le voci erano infondate.



    In evidenza

    VATICANO
    Il Papa ai giovani: Memoria del passato, coraggio nel presente, speranza per il futuro



    Diffuso oggi il Messaggio per la 32ma Giornata mondiale della gioventù sul tema “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente”. Il modello di Maria nel suo incontro con Elisabetta. Rifiutare l’immobilità del “divano” dove starsene comodi e sicuri. Vivere l’esperienza della Chiesa non come una “flashmob” istantanea. Riscoprire il rapporto con gli anziani. Vivere il futuro in modo costruttivo non svalutando “le istituzioni del matrimonio, della vita consacrata, della missione sacerdotale”.


    AFGHANISTAN
    P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”



    Hanno vissuto 60 anni al servizio dei bisognosi. Sono rimaste a Kabul sotto l’occupazione sovietica, il controllo dei talebani e i bombardamenti Nato. Rispettate da tutti, anche dai talebani. Questo febbraio è finita la loro esperienza, secondo p. Moretti “una a cui guardare”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®