16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 05/01/2018, 13.03

    AFGHANISTAN

    L’Isis alla conquista di Kabul



    Esperto: l’Isis sconfitto in medio oriente, ma non come progetto politico. I “lupi solitari” sono la “più pericolosa forma di attività terrorista al momento”. Serve un nuovo approccio per sconfiggere al propaganda islamista.

    Kabul (AsiaNews/Agenzie) – L’Isis “liquidato” in Medio Oriente cercherà di stabilire un “califfato surrogato” in Afghanistan, Pakistan e nel Kashmir, continuando la sua propaganda per attirare migliaia di giovani musulmani sunniti. È quanto sostenuto da Andrei Serenko, esperto di scienza politica del Centro per gli studi dell’Afghanistan moderno, in un’intervista rilasciata ieri a Fergana News. Secondo lo studioso, è necessario un nuovo approccio per sconfiggere lo Stato islamico e la sua “sub-cultura post-moderna”.

    Per Serenko, dopo le sconfitte militari in Siria e Iraq si può “parlare della liquidazione del progetto Isis” nella forma che il mondo ha conosciuto fra il 2014 e il 2016, ma non della “liquidazione dello ‘Stato islamico’ come progetto politico”.

    “In Afghanistan, l’Isis cercherà di costruire un califfato surrogato al posto di quello perduto in Iraq e Siria, affidandosi a due eccezionali risorse – le grandi entrate del mercato della droga e la gioventù locale”: tre quarti dei 34,6 milioni di afghani hanno meno di 30 anni e, “secondo le stime più a ribasso, le organizzazioni terroriste in Afghanistan guadagnano più di 200 milioni di dollari all’anno dalla vendita di eroina”.

    Non si può poi dimenticare la “più pericolosa forma di attività terrorista al momento”, quella dei “lupi solitari” ispirati dalla propaganda dell’Isis. Secondo gli osservatori dello Stato islamico, gli attacchi a opera di questi singoli hanno una maggiore risonanza politica e per questo motivo l’Isis incoraggia i suoi sostenitori in Russia, Stati Uniti ed Europa a rimanere nei loro Paesi per preparare attacchi individuali a casa.

    Nel concludere, l’esperto sottolinea che l’Isis è “più di un gruppo criminale o una setta religiosa militare”: esso rappresenta un fenomeno che crea “modelli vividi e attraenti di coscienza e comportamento di massa” che attira soprattutto i giovani. Per sconfiggere la sua propaganda, è necessario un nuovo approccio che tenga conto anche dell’aspetto “culturale” e che non si basi in modo esclusivo su argomenti e istituzioni del vecchio “moderato” islam, dimostratesi inefficaci. “Sperare che i nostri rispettabili imam dai capelli grigi, che non sanno accendere un computer, possano sconfiggere la subcultura post-moderna dell’Isis, basata su tecnologie digitali e nuovi mezzi di comunicazione, è come curare l’Aids con l’aspirina”, commenta Serenko.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/12/2017 12:59:00 AFGHANISTAN
    Kabul, attacco suicida a un centro culturale sciita: almeno 40 morti

    L’Isis rivendica l’attentato. Nel centro era in corso una conferenza per il 38mo anniversario dell’invasione sovietica nel Paese. Alla prima esplosione ne sono seguite altre. 



    01/08/2016 07:34:00 AFGHANISTAN
    Camion-bomba dei Talebani a Kabul. Scontri in un hotel per stranieri

    Le milizie talebane annunciano di avere fatto “decine di morti e feriti”, ma per ora non c’è alcuna dichiarazione ufficiale dal governo. Lotta fra Talebani e Stato islamico per il controllo della regione.



    18/08/2017 13:02:00 VATICANO-SPAGNA-ASIA
    Il papa prega per le vittime di Barcellona. Il cordoglio del mondo asiatico

    Il telegramma di papa Francesco al cardinale di Barcellona. Le vittime provengono da 20 Paesi, anche asiatici: Cina, Pakistan, Filippine, Hong Kong, Taiwan. Putin e Xi Jinping domandano una maggiore unità e coordinamento per combattere il terrorismo. La vicinanza dei Paesi arabi.



    19/11/2015 ASIA CENTRALE
    Asia centrale: arresti e condanne per reclutatori e jihadisti
    I governi dell’area vogliono contrastare la diffusione di idee radicali tra i giovani musulmani. Stime russe parlano di circa 3mila foreign fighters che combattono nelle file dello Stato islamico. I reclutatori “accompagnano” gli estremisti fino in Turchia. Un giovane tajiko condannato perché “lanciava appelli alla guerra santa contro i non musulmani”.

    20/09/2016 08:50:00 USA-AFGHANISTAN
    E’ un afghano-americano il sospetto per le bombe di New York e del New Jersey

    Ahmad Khan Rahami, 28 anni, di Elizabeth (New Jersey), è stato arrestato ieri a Linden dopo uno scontro a fuoco con la polizia. Conosciuto per la sua gentilezza, aveva cambiato stile di vita dopo un viaggio in Afghanistan. La sua famiglia si sentiva emarginata “perché musulmana”. Timori per la presenza di cellule terroriste.





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®