13/06/2020, 11.25
CINA
Invia ad un amico

La moglie di Li Wenliang, ‘eroe ordinario’ di Wuhan, ha partorito un bambino

di Wang Zhicheng

L’uomo aveva diffuso la notizia dell’epidemia in dicembre, ma era stato silenziato dalla polizia. Fu Xuejie, incinta, alla notizia della morte del marito lo scorso 6 febbraio, ha avuto perdite di sangue e bassa pressione. La donna ha celebrato la nascita del secondogenito con un messaggio: “E’ il tuo ultimo dono per me”. L’hashtag “La moglie di Li Wenliang partorisce a Wuhan” è stato visto finora da 52 milioni di persone.

Wuhan (AsiaNews) – La moglie di Li Wenliang, l’eroe “ordinario” che per primo diede l’allarme sul coronavirus e ricevette minacce dalla polizia e dai suoi superiori, ha dato alla luce un bambino ieri. La donna, Fu Xuejie, era incinta quando suo marito è morto il 6 febbraio scorso, per essersi infettato di coronavirus dai suoi pazienti.

Li Wenliang, 34 anni, era un oculista che già in dicembre aveva condiviso su delle chat la scoperta di una “polmonite atipica” più forte della Sars. Ma la polizia lo ha silenziato accusandolo di diffondere fake news e i superiori dell’ospedale gli hanno intimato di non discutere più della questione, pena il licenziamento.

Prima di morire, aveva inviato un messaggio in cui si augurava che ci fosse “più di una voce in un Paese”. La sua morte è stata commentata da oltre mezzo miliardo di persone sui social, chiedendo garanzie per la libertà di parola e di stampa in Cina.

Alla notizia della morte del marito, Fu Xuejie ha sofferto perdite di sangue e calo di pressione, venendo ricoverata all’ospedale. La coppia ha già un bambino di cinque anni, a cui avevano detto che il papà “è andato all’estero”.

La donna ha dato la notizia della nuova nascita con un messaggio su Wechat (il Whatsapp cinese), contenente una foto e una frase: “Marito mio, stai guardando dal cielo? Il tuo ultimo dono per me è nato oggi. Mi prenderò cura di loro con amore” (foto 2).

 Li Wenliang era un membro del Partito comunista cinese, ma frequentava chat di gruppi cristiani protestanti.

L’annuncio della nuova nascita è stato commentato da almeno 20mila persone su Weibo (il Twitter cinese); l’hashtag “La moglie di Li Wenliang partorisce a Wuhan” è stato visto finora da 52 milioni di persone.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Coronavirus: il più basso numero di morti da un mese
27/02/2020 08:43
Guangdong: il 14% dei pazienti guariti torna ad essere portatore sano del coronavirus
26/02/2020 08:54
Coronavirus: oltre 3mila medici infetti; 1600 in condizioni gravi; 21 morti
25/02/2020 09:00
Sale il numero dei morti per coronavirus: 97 in un solo giorno
10/02/2020 08:50
Appello di accademici cinesi: Non lasciate che Li Wenliang sia morto invano
08/02/2020 11:04