18 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/09/2016, 13.15

    PAKISTAN

    Lahore piange la suora che evangelizzava attraverso i social media

    Kamran Chaudhry

    Suor Athens Angeles è scomparsa all’improvviso per una emorragia cerebrale. Di origine filippina, nel 2000 si era trasferita in Pakistan. Aiutava a creare siti internet, formava studenti, offriva lezioni gratuite ai bambini poveri.

    Lahore (AsiaNews) – Suor Athens Angeles, di origine filippina ma residente in Pakistan dal 2000, si è spenta questa settimana all’età di 54 anni a causa di una emorragia cerebrale. La religiosa era nota a tutti con il soprannome di “suora del cyberspazio” perché, attraverso le sue capacità comunicative, insegnava ad utilizzare al meglio i social media per diffondere il Vangelo.

    I funerali della suora si sono svolti lo scorso 7 settembre nella chiesa di St. Mary a Lahore. L’arcivescovo Sebastian Shah ha celebrato la funzione e ha espresso profondo dolore per la sua improvvisa scomparsa. “L’avevo incontrata solo il giorno prima [della morte, avvenuta il 5 settembre, ndr] – racconta – e sembrava che stesse bene. Abbiamo perso una grande comunicatrice”.

    Suor Athens era arrivata in Pakistan 16 anni fa e da sei anni insegnava mass media e lingua inglese ai frati francescani. I suoi studenti la chiamavano “la santa dei giovani”, per la sua particolare capacità di coinvolgerli nel servire la Chiesa.

    Subito dopo il suo arrivo, ha lanciato il progetto “Readers are Leaders” [“i lettori sono i leader”, ndr], con il quale la sua congregazione (le Figlie di san Paolo) ha fornito libri di testo gratuiti a scuole, parrocchie e seminari.

    Ha poi aiutato le consorelle paoline a creare il proprio sito internet, e ha sviluppato quello del seminario minore di Nostra Signora di Lourdes a Islamabad, il sito della diocesi di Rawalpindi e dei “Timothians”, un gruppo giovanile da lei fondato nella cattedrale di san Giuseppe a Rawalpindi. Infine lo scorso maggio ha aiutato le suore della Carità di Jeanne Antide Thouret ad aprire il loro primo blog.

    Nel 2010 ha fatto parte della delegazione pakistana al Catholic Press Congress in Vaticano. Nel 2011 ha finanziato un corso di web design per 12 giovani. Sonish Akmal, una degli studenti, riferisce che grazie a quel corso ha trovato lavoro nella South Asian Association for Regional Cooperation (SAARC). “Io sono l’unica cristiana – afferma – a lavorare nelle organizzazioni intergovernative. Suor Athens mi ha aiutato a scegliere questo campo, mi ha reso una persona indipendente. Grazie alle sue indicazioni, ho elaborato il sito internet di Caritas Pakistan, del centro di studi cristiano e di compagnie assicurative”.

    Fra Jamil Albert del “Dar ul Naeem”, il centro di formazione francescana, riferisce che “la Chiesa ha perso un’insegnante innovativa. Era un grande aiuto per i giovani, che seguiva nelle vocazione e su come utilizzare i social network. Inoltre nel suo convento impartiva lezioni gratuite per i bambini di famiglie povere. Era impegnata anche nel sociale. Ci mancherà sempre”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    05/05/2016 12:55:00 PAKISTAN
    La gioia del Vangelo sui social media: la nuova missione delle suore di Lahore

    La Chiesa pakistana ha ideato una serie di incontri per educare le religiose alla missione online in vista della Giornata mondiale della comunicazione del prossimo 8 maggio. Il primo del mese, 23 suore hanno partecipato ad una conferenza con a tema blog e siti internet: “Abbiamo una vocazione anche come cittadine della rete”.

     



    04/07/2016 14:19:00 CINA
    Pechino ordina un giro di vite contro “le false notizie dei social media”

    Il governo centrale esercita già una diffusissima censura su internet e ha più volte cercato di trasformare questa prassi in una legge nazionale. Secondo i funzionari dell’amministrazione le restrizioni imposte alla Rete – inclusa la possibilità di bloccare popolarissimi siti stranieri come Google e Facebook – sono necessarie per “garantire la sicurezza dello Stato davanti all’emergere di minacce come il terrorismo”.



    15/03/2017 12:51:00 PAKISTAN
    Cattolici pakistani: Il bando dei social media "non è la soluzione" della blasfemia online

    Ieri l’Assemblea nazionale ha ordinato la chiusura dei siti internet che contengono offese contro il profeta. Il premier Nawaz Sharif ha detto di assicurare alla giustizia i colpevoli. Il bando potrebbe colpire anche Radio Veritas. Segretario della Commissione per le comunicazioni sociali della Conferenza dei vescovi: “Lo sbaglio di pochi non deve compromettere il buono di molti”.



    01/02/2017 12:30:00 PAKISTAN
    Lahore, accusa di “blasfemia sui social network”. Rischiano la pena di morte gli intellettuali attivisti scomparsi

    L’unico ad essere ricomparso è il professor Salman Haider; gli altri quattro blogger mancano da quasi un mese. La denuncia è stata presentata dalla Shuhada Foundation. Se dovessero essere assolti, “la loro vita sarà comunque miserabile”.



    13/06/2017 08:50:00 PAKISTAN
    Lahore, prima condanna a morte per ‘blasfemia su Facebook’

    Il condannato è un Taimoor Raza, 30 anni. Si era lasciato andare ad una discussione sull’islam. L’uomo appartiene alla comunità sciita. La condanna conferma il tentativo di mettere il bavaglio al dissenso.





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®