09/09/2016, 13.15
PAKISTAN
Invia ad un amico

Lahore piange la suora che evangelizzava attraverso i social media

di Kamran Chaudhry

Suor Athens Angeles è scomparsa all’improvviso per una emorragia cerebrale. Di origine filippina, nel 2000 si era trasferita in Pakistan. Aiutava a creare siti internet, formava studenti, offriva lezioni gratuite ai bambini poveri.

Lahore (AsiaNews) – Suor Athens Angeles, di origine filippina ma residente in Pakistan dal 2000, si è spenta questa settimana all’età di 54 anni a causa di una emorragia cerebrale. La religiosa era nota a tutti con il soprannome di “suora del cyberspazio” perché, attraverso le sue capacità comunicative, insegnava ad utilizzare al meglio i social media per diffondere il Vangelo.

I funerali della suora si sono svolti lo scorso 7 settembre nella chiesa di St. Mary a Lahore. L’arcivescovo Sebastian Shah ha celebrato la funzione e ha espresso profondo dolore per la sua improvvisa scomparsa. “L’avevo incontrata solo il giorno prima [della morte, avvenuta il 5 settembre, ndr] – racconta – e sembrava che stesse bene. Abbiamo perso una grande comunicatrice”.

Suor Athens era arrivata in Pakistan 16 anni fa e da sei anni insegnava mass media e lingua inglese ai frati francescani. I suoi studenti la chiamavano “la santa dei giovani”, per la sua particolare capacità di coinvolgerli nel servire la Chiesa.

Subito dopo il suo arrivo, ha lanciato il progetto “Readers are Leaders” [“i lettori sono i leader”, ndr], con il quale la sua congregazione (le Figlie di san Paolo) ha fornito libri di testo gratuiti a scuole, parrocchie e seminari.

Ha poi aiutato le consorelle paoline a creare il proprio sito internet, e ha sviluppato quello del seminario minore di Nostra Signora di Lourdes a Islamabad, il sito della diocesi di Rawalpindi e dei “Timothians”, un gruppo giovanile da lei fondato nella cattedrale di san Giuseppe a Rawalpindi. Infine lo scorso maggio ha aiutato le suore della Carità di Jeanne Antide Thouret ad aprire il loro primo blog.

Nel 2010 ha fatto parte della delegazione pakistana al Catholic Press Congress in Vaticano. Nel 2011 ha finanziato un corso di web design per 12 giovani. Sonish Akmal, una degli studenti, riferisce che grazie a quel corso ha trovato lavoro nella South Asian Association for Regional Cooperation (SAARC). “Io sono l’unica cristiana – afferma – a lavorare nelle organizzazioni intergovernative. Suor Athens mi ha aiutato a scegliere questo campo, mi ha reso una persona indipendente. Grazie alle sue indicazioni, ho elaborato il sito internet di Caritas Pakistan, del centro di studi cristiano e di compagnie assicurative”.

Fra Jamil Albert del “Dar ul Naeem”, il centro di formazione francescana, riferisce che “la Chiesa ha perso un’insegnante innovativa. Era un grande aiuto per i giovani, che seguiva nelle vocazione e su come utilizzare i social network. Inoltre nel suo convento impartiva lezioni gratuite per i bambini di famiglie povere. Era impegnata anche nel sociale. Ci mancherà sempre”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pechino ordina un giro di vite contro “le false notizie dei social media”
04/07/2016 14:19
Colombo suora attivista: I giovani cercano il significato della vita. La Chiesa li guidi
25/09/2017 16:55
Pechino cambia le regole: sui social network solo con i documenti
13/01/2015
Pechino rafforza il Great Firewall, illegali le reti internet private
23/01/2017 08:44
La gioia del Vangelo sui social media: la nuova missione delle suore di Lahore
05/05/2016 12:55