Skin ADV
08 Febbraio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 28/10/2011, 00.00

    NEPAL

    Leader religiosi in Nepal uniti al Papa nello spirito di Assisi

    Kalpit Parajuli

    Indù, islamici e cristiani nepalesi invitano tutti a combattere l'estremismo e la violenza in nome della religione. L’impegno comune alla solidarietà e al rispetto reciproco.
    Kathmandu (AsiaNews) – I leader religiosi nepalesi, indù, islamici e cristiani, accolgono il messaggio di pace e solidarietà fra le religioni espresso ad Assisi e promettono di lavorare insieme contro l’estremismo e la violenza in nome della fede. In un comunicato, i rappresentanti dei vari gruppi religiosi del Nepal sottolineano che “tutti i leader dovrebbero considerare con serietà il messaggio di Benedetto XVI. Essi devono essere consapevoli che la guerra, la violenza e il terrorismo in nome della religione non portano da nessuna parte e ci conducono alla perdizione".

    Il Nepal è un Paese laico dal 2006, dopo secoli di monarchia assoluta di stampo indù. Tuttavia la transizione verso la completa laicità è stata offuscata in questi anni dall’intolleranza dei gruppi estremisti che si battono per il ritorno a uno Stato confessionale. Il messaggio del Papa è molto importante per le minoranze che da mesi lottano per la piena laicità dello Stato e la libertà di culto. Su pressione dei partiti più conservatori, il governo maoista ha proposto di recente una revisione del codice penale e civile che vieta le conversioni a religioni diverse da quella indù. Esso bolla come proselitismo qualsiasi tentativo di espressione religiosa che possa intaccare i valori tradizionali, impedendo di fatto alle minoranze di comunicare in pubblico la propria fede.

    Keshav Chaulagain, presidente della World Hindu Federation, afferma: “Tutte le religioni devono convivere insieme e i leader devono promuovere e testimoniare il rispetto reciproco. Come ha sottolineato il Papa gli indù sono per la pace e la giustizia. Coloro commettono atti di violenza in nome della religione non sono indù. Sono dei banali criminali e il loro scopo è diffamare la loro stessa fede”.

    Per Ishu Jung Karki, Segretario nazionale dei cristiani “quando tutte le religioni possono incontrarsi e convivere un Paese diventa più ricco”. Riprendendo le parole del Papa egli sottolinea che “la pace prevale solo quando Dio è dentro ognuno di noi, “lo Stato deve solo impegnarsi per garantire i diritti e la sicurezza delle minoranze religiose”.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/02/2011 NEPAL
    Sui luoghi di Buddha, buddisti e cristiani pregano per la libertà religiosa
    La manifestazione si è svolta dal 24 al 25 febbraio. La due giorni di preghiera verrà riproposta in 50 Paesi, compreso il Myanmar, dove però verrano modificati gli slogan per motivi di sicurezza.

    20/03/2013 NEPAL - VATICANO
    Politici ed ecologisti nepalesi esaltano il Papa per la custodia del creato
    Il neoministro per l'Ambiente basa il suo primo discorso pubblico sulle parole del pontefice. L'invito a tutti i leader religiosi e politici ed ambientalisti a fare proprio il messaggio di Francesco. Musulmani, indù, buddisti uniti insieme ai cattolici nella difesa dell'ambiente e di tutte le sue creature.

    13/04/2007 NEPAL
    La minoranza islamica chiede seggi e posti di lavoro
    I musulmani protestano che il Paese è ancora uno Stato indù, anche dopo l’abolizione di una monarchia teocratica, e chiedono garanzie e posti riservati per la loro minoranza. Il parere di esponenti d altre fedi. E’ essenziale aiutare il Nepal nella transizione a Stato secolare.

    22/03/2012 THAILANDIA
    Ricordando Assisi, leader religiosi thai pregano per la pace e la riconciliazione
    L’incontro di preghiera doveva svolgersi in concomitanza con la Giornata della pace di ottobre, ma è stato rimandato per le alluvioni. Cattolici, buddisti, musulmani, indù e sikh testimoniano che la fede “è uno strumento di pace”. Arcivescovo di Bangkok: “ama il prossimo tuo come te stesso”.

    27/12/2013 NEPAL
    Nepal, Natale "collettivo" per cristiani, indù e buddisti
    La notte del 25 dicembre, centinaia di persone di ogni religione hanno partecipato alla messa della cattedrale dell'Assunzione. Rispetto al passato, quest'anno anche indù e buddisti hanno vissuto l'aspetto spirituale delle celebrazioni. La mancanza di discriminazione tipica del cristianesimo attira le altre comunità.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Intervista al Papa sulla Cina: entusiasmo e scetticismo fra i cattolici cinesi. Alcuni sacerdoti sotto il torchio della polizia

    Maria Chen

    Giornali e radio di Stato hanno dato notizia dell’intervista di papa Francesco ad Asia Times. Vi è chi sogna che il pontefice possa visitare la Cina al più presto. Sacerdoti sotterranei sotto interrogatorio. Apprezzamenti per “il ramo d’ulivo” teso dal pontefice e per aver sottolineato il valore della cultura cinese. Ma si è scettici verso la risposta della leadership di Pechino. Il dialogo fra Cina e Vaticano non porta a risultati perché vi sono interessi diversi: politici e religiosi. Non avere fretta di stabilire relazioni diplomatiche per non sacrificare la libertà della Chiesa e il sacrificio dei suoi martiri. La Chiesa cinese è in crescita.


    VATICANO-CINA
    Papa Francesco ridice il suo amore alla Cina e a Xi Jinping



    Il pontefice elogia la “saggezza” e la “grandezza” della Cina e fa gli auguri a Xi Jinping per il Nuovo Anno cinese della Scimmia. Non bisogna “temere” la Cina, ma entrare in dialogo con essa per mantenere la pace nel mondo. Avere “misericordia” per il recente passato del Paese e “andare avanti” per cambiare la realtà. Nell’intervista, per scelta del giornalista, non si parla dei dialoghi fra Vaticano e Cina o di temi religiosi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    Terra Santa Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®