17 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 21/10/2016, 11.03

    INDIA

    Massacro dei musulmani in Gujarat: assolti 14 imputati



    Il giudici hanno accordato ad 11 arrestati il beneficio del dubbio. Per gli altri tre non sono state trovate prove evidenti. In tutto, a processo vi erano 31 fondamentalisti indù. Erano accusati di aver bruciato vivi 33 musulmani, che avevano cercato riparo contro le violenze scatenate dagli indù.

    Ahmedabad (AsiaNews) – Il tribunale di Ahmedabad ha assolto con formula piena 14 imputati dei massacri contro i musulmani avvenuti nel 2002 in Gujarat. I giudici hanno accolto l’appello presentato dai legali degli indù e hanno rilasciato i detenuti, rinchiusi da cinque anni con l’accusa di aver bruciato vivi 33 musulmani.

    N L Jain, legale della difesa, ha dichiarato che “I giudici hanno accordato ad 11 imputati il beneficio del dubbio, mentre non hanno rinvenuto prove evidenti contro gli altri tre”.

    In tutto, gli indù a processo erano 31, in precedenza condannati all’ergastolo per omicidio, incendio doloso e altre accuse. Nella stessa sentenza il tribunale ha confermato il carcere a vita per i restanti 17 colpevoli.

    Gli indù erano stati arrestati nel 2011 per aver dato alle fiamme un appartamento nel villaggio di Sardarpura dove si trovavano 33 musulmani, che lì avevano trovato rifugio per scampare alla furia degli indù.

    La vicenda ha avuto origine nel febbraio 2002 a Godhra, dove un gruppo di fedeli indù che viaggiava a bordo del treno Sabarmati Express, venne assaltato da alcuni musulmani. L’attacco fece 59 morti e scatenò la ritorsione dei fondamentalisti indù.

    Si calcola che nei tre mesi successivi oltre 1.000 musulmani siano stati massacrati in diverse città del Gujarat. Dei massacri è sempre stato accusato il premier Narendra Modi, che nel 2002 era chief minister dello Stato. Egli è stato incolpato di aver cospirato negli scontri, di non aver preso alcun provvedimento per fermarli e non aver istituito alcuna indagine. Ma nel 2012 un tribunale lo ha scagionato da ogni accusa, anche se le critiche sono vive ancora oggi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    03/06/2016 11:09:00 INDIA
    Massacro dei musulmani in Gujarat: 24 colpevoli, ma 36 assolti

    Le condanne si riferiscono alla morte di 69 islamici nel complesso residenziale della Gulbard Society di Ahmedabad. Questi sono stati vittime della ritorsione di estremisti indù. L’episodio ha scatenato tre mesi di feroci violenze, nelle quali sono morti più di 1000 musulmani. Da sempre il premier Modi è oggetto di aspre critiche, per non aver fatto nulla per fermare i massacri.



    05/03/2014 INDIA
    Leader cristiano: Le vittime dell'Orissa e del Gujarat "hanno lo stesso valore"
    Il presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic) chiede al governo centrale uguali privilegi per i figli di chi è stato colpito dai pogrom anticristiani di Kandhamal (2008) e dai massacri tra indù e musulmani (2002). A questi ultimi il ministero degli Interni ha concesso un "aiuto" per due bandi statali.

    10/01/2018 15:03:00 INDIA
    Radicale indù: il cristianesimo ha distrutto l’ambiente

    In Gujarat una fiera dal 5 all’8 gennaio per 315 organizzazioni indù. L’estremista S Gurumurthy sostiene che la religione cristiana non avrebbe “riverenza per la natura”. Leader cristiano siriaco: “I commenti vogliono diffondere i semi del sospetto e della divisione”.



    17/06/2016 11:50:00 INDIA
    Massacro dei musulmani in Gujarat: 11 ergastoli, ma “questa non è giustizia”

    La tristezza della vedova di Ehsan Jafri, mutilato e bruciato vivo. La sentenza è stata emessa oggi. Oltre agli 11 ergastoli, 12 estremisti indù sono stati condannati a sette anni di reclusione e un altro a 10 anni. Le condanne si riferiscono alla morte di 69 islamici nel complesso residenziale della Gulbard Society di Ahmedabad. Attivisti: “Ci appelleremo contro le condanne minori”.



    11/04/2012 INDIA
    Massacri in Gujarat: il ministro Narendra Modi scagionato da ogni accusa
    P. Cedric Prakash, direttore del centro per diritti umani, giustizia e pace “Prashant”, denuncia vizi procedurali nelle indagini: testimoni non ascoltati e registrazioni telefoniche non messe agli atti. Nel 2002 il Gujarat è stato teatro di violenti disordini di matrice interreligiosa tra indù e musulmani: oltre 1.000 i morti accertati, 253 dispersi, 523 luoghi di culto distrutti.



    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®