12 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/08/2008, 00.00

    RUSSIA - CINA - INDIA

    Mosca cerca appoggi sulla Georgia, ma Cina e India temono il separatismo



    Il presidente russo cerca sostegno alla decisione di riconoscere l’indipendenza alle due regioni della Georgia, la Sud Ossezia e l’Abkhazia. Ma sia Pechino che New Delhi hanno problemi interni di separatismo. Dare l’ok all’indipendenza, significa rischio sbriciolamento per i due giganti asiatici.

    Dushanbe (AsiaNews/Agenzie) – Ha inizio oggi a Dushanbe, la capitale del Tagikistan il raduno della Shanghai Cooperation Organization, che raccoglie 4 Repubbliche dell’Asia centrale (Tagikistan, Uzbekistan, Kyrgizystan e Kazakistan), la Cina e la Russia.  Sono invitati come osservatori anche India, Iran e Pakistan. Il tema delle discussioni doveva essere il terrorismo e il traffico di droga che ha base in Afghanistan. Ma per il presidente russo Dimitri Medvedev è un’occasione per trovare sostegno nel suo braccio di ferro con l’occidente dopo il riconoscimento da parte di Mosca dell’indipendenza della Sud Ossezia e dell’Abkhazia.

    Il presidente russo ha incontrato ieri il suo omologo cinese Hu Jintao nel tentativo di trovare appoggio alla mossa di Mosca di riconoscere le due regioni separatiste della Georgia.

    La decisione di Mosca è condannata da molti Paesi occidentali come una violazione dell’integrità della Georgia e un “ritorno alla Guerra Fredda”.

    L’ex leader georgiano (ed ex Urss) Edward Shevarnadze ha chiesto alla comunità internazionale di boicottare i Giochi olimpici invernali che la Russia ospiterà a Sochi nel 2014. Hu Jintao ha dichiarato che la Cina sostiene la Russia nel suo diritto a mantenere i Giochi, ma non ha detto nulla sulla politica di Mosca verso la Georgia e le repubbliche separatiste.

    Finora Pechino è rimasta molto neutrale sullo scontro fra Nato e Russia, esprimendo solo “preoccupazione” per la situazione. A diversi analisti sembra molto difficile che la Cina possa avallare le scelte di Medvedev sul Sud Ossezia e Abkhazia, avendo anch’essa problemi di separatismo con lo Xinjiang e con il Tibet. “È una posizione imbarazzante per la Cina – ha detto Jin Canrong, professore di studi internazionali all’università Renmin – Essa è uno stretto alleato della Russia, ma non sostiene per nulla il separatismo”.

    Lo stesso si può dire per l’India dove molti gruppi, dal Kashmir al Bengala, lottano per l’indipendenza.

    Nell’appoggiare il separatismo di Sud Ossezia e Abkhazia, la Russia sembra voler ripagare della stessa moneta l’appoggio che l’occidente ha dato all’indipendenza del Kosovo. Anche nel caso del Kosovo la Cina ha tenuto un atteggiamento di “profonda preoccupazione”, senza appoggiare la scelta separatista.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    29/08/2008 RUSSIA – GEORGIA
    Russia isolata; Putin accusa gli Usa di aver preparato il conflitto in Georgia
    In un’intervista alla Cnn, il leader russo si scaglia contro i “vantaggi elettorali” degli Stati Uniti, alla base di un loro presunto intervento in Georgia. Fallisce la ricerca di appoggi all’indipendenza delle regioni separatiste da parte di Cina e repubbliche dell’Asia centrale. Tensione montante con Usa e Ue.

    01/10/2008 RUSSIA-GEORGIA-UE
    Osservatori Ue cominciano la missione in Georgia
    Mentre le truppe russe si ritirano, gli osservatori disarmati non potranno entrare nelle zone-cuscinetto attorno alla Sud Ossezia e all’Abkhazia. Si attende una conferenza dei Paesi donatori per la ricostruzione del Paese. La guerra ha fatto migliaia di morti e 200 mila profughi.

    06/06/2012 CINA - RUSSIA
    L'asse Mosca-Pechino per ridurre l'influenza Usa in Asia
    Firmati 12 accordi e varato un fondo di investimento comune di 4 miliardi di dollari Usa. Colloqui con Ahmadinejad. Russia e Cina ribadiscono il sostegno al piano Annan sulla Siria. Intanto Pechino rafforza i rapporti economici con il Tajikistan: ricerche di gas nel sottosuolo; prestiti per strade; miniere di rame ed oro.

    22/08/2008 RUSSIA - GEORGIA
    Troppo lento il ritiro dell’esercito russo dalla Georgia
    Il ritiro doveva avvenire entro oggi. Invece avverrà forse entro 10 giorni. Le truppe di Mosca vogliono comunque costituire una forza cuscinetto attorno alle regioni indipendentiste. Il Consiglio di sicurezza Onu è bloccato. I villaggi dei profughi ancora bersaglio di incendi e saccheggi

    12/09/2008 GEORGIA - RUSSIA
    Lavrov: osservatori Ue non potranno entrare in Sud Ossezia e Abkhazia
    Per la Russia non ci sono problemi di sicurezza nelle due regioni, già garantita da Mosca. Esperti: la Georgia rischia di essere sacrificata per gli interessi economici comuni di Mosca e Strasburgo e la conferenza di Ginevra, tra un mese, potrebbe riconoscere l’attuale stato di fatto.



    In evidenza

    RUSSIA-UCRAINA
    La riconciliazione possibile fra Mosca e Kiev

    Vladimir Rozanskij

    Il Sinodo straordinario per i 100 anni della restaurazione del Patriarcato di Mosca, ha rivolto un appello per il ritorno alla comunione con il Patriarcato di Kiev. La risposta di Filaret , molto positiva,  chiede perdono e offre perdono. Da anni vi sono prevaricazioni, espressioni di odio, sequestri di chiese. L’invasione della Crimea ha acuito la divisione. Il governo ucraino rema contro.


    VATICANO-MYANMAR-BANGLADESH
    Non solo Rohingya: il messaggio di papa Francesco a Myanmar e Bangladesh

    Bernardo Cervellera

    L’informazione troppo concentrata sul “dire/non dire” la parola Rohingya. Il papa evita il tribunale mediatico o la condanna, ma traccia piste costruttive di speranza. Una cittadinanza a parte intera per le decine di etnie e uno sviluppo basato sulla dignità umana. L’unità fra i giovani e le diverse etnie, ammirata da buddisti e musulmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®