16/12/2013, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Mumbai, dissacrato un antico crocifisso. Card. Gracias: Una ferita per tutta la popolazione

di Nirmala Carvalho
Ignoti hanno staccato la statua di Gesù dalla croce e l'hanno fatta a pezzi. Il fatto è avvenuto nel quartiere di Vile Parle, vicino alla chiesa di san Francesco Saverio, dove 37 bambini si preparavano a ricevere la Prima Comunione. Per l'arcivescovo di Mumbai il fatto "colpisce la tolleranza, l'armonia e la pluralità che contraddistinguono la nostra amata città". Lo scorso settembre un'altra chiesa di Mumbai è stata profanata.

Mumbai (AsiaNews) - Un antico crocifisso è stato vandalizzato e dissacrato ieri a Vile Parle, un sobborgo di Mumbai. Per il momento, è ancora ignoro l'autore del gesto, che ha sconvolto la comunità cattolica locale. Ad AsiaNews il card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai e presidente della Conferenza episcopale indiana (Cbci), sottolinea che "questo grave atto di vandalismo al Corpo di Cristo ferisce ciascuno di noi, e colpisce anche la tolleranza, l'armonia e la pluralità che contraddistinguono la nostra amata città".

Il crocifisso risale al 1880 e si trova lungo la strada principale del quartiere. Secondo la ricostruzione della polizia di Santa Cruz - a cui è stato denunciato il fatto - l'attacco è avvenuto nelle prime ore del mattino. Ad accorgersi del danno è stato un parrocchiano della chiesa di san Francesco Saverio a Vile Parle, che sorge a poca distanza dalla croce. La statua di Gesù è stata staccata dalla croce e smembrata.

"Il modo in cui la statua di Gesù è stata dilaniata - sottolinea il card. Gracias - mi causa immensa angoscia: le mani sono state spezzate e gettate via; la testa ha una profonda crepa; solo un piccolo pezzo del corpo è rimasto attaccato alla croce". Il momento, aggiunge, "è particolarmente triste anche perché non si tratta di un incidente isolato: lo scorso settembre la chiesa di san Giuseppe a Juhu è stata profanata. La comunità cristiana è rispettosa della legge e chiediamo a Dio di perdonare questo gesto. Anche noi perdoniamo chi ha compiuto l'attacco, e preghiamo per la nostra città, affinché lo spirito di pace, armonia, convivenza e tolleranza reciproca prevalga su ciascuno di noi".

"Il fedele che ha scoperto l'accaduto - racconta ad AsiaNews p. Theodore Fernandes, il parroco - mi ha informato subito. La nostra comunità è addolorata per la dissacrazione, perché questo crocifisso esiste da generazioni e persone di ogni fede vi hanno sempre portato offerte".

A rendere il fatto ancora più triste, spiega il sacerdote, "è che ieri 37 bambini si preparavano a ricevere la Prima Comunione nella nostra chiesa". In segno di rispetto, nel tardo pomeriggio i parrocchiani hanno partecipato a una processione dalla chiesa alla croce, recitando il rosario e pregando. Inoltre, da oggi fino al prossimo 21 dicembre si potrà recitare il rosario della Divina Misericordia ai piedi della croce. Oggi il card. Gracias presiederà una messa di riparazione.

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa: "ho pianto" per i cristiani crocifissi in Siria
02/05/2014
Abbattute 4 delle 729 croci a Mumbai, ferma condanna del vescovo
05/03/2011
Card. Gracias: Sosteniamo l’impegno della Chiesa per le popolazioni colpite dai monsoni (Video)
24/08/2019 09:00
Mumbai: centro di cure palliative, ‘nuova speranza’ per i malati terminali (Video)
06/06/2019 08:55
Festa a Mumbai per il card. Gracias, ‘voce profetica’ e guida della Chiesa indiana
16/09/2017 12:46