23 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 18/07/2012, 00.00

    TIBET

    Ngaba, si dà fuoco e muore il 44mo monaco tibetano. Aveva 18 anni



    Lobsang Lozin apparteneva al monastero di Kirti, dal quale a marzo scorso due monaci si erano autoimmolati. Tensioni tra la polizia cinese e la popolazione locale. Altri religiosi sono riusciti a prendere il corpo e a celebrare i riti funebri.

    Lhasa (AsiaNews) - Un monaco tibetano di 18 anni è morto dopo essersi dato fuoco per chiedere la liberazione del Tibet e il ritorno del Dalai Lama. Il fatto è avvenuto ieri a Barkham, nella contea di Ngaba (provincia del Sichuan). Con lui salgono a 44 i tibetani che dal 2009 hanno scelto l'autoimmolazione come forma di protesta contro il regime cinese. Il giovane monaco si chiamava Lobsang Lozin e proveniva dal monastero di Kirti. Subito dopo il suo gesto, la polizia cinese ha tentato di fare irruzione nel monastero, ma alcuni tibetani della zona hanno opposto resistenza e sono riusciti a fermare gli agenti. Al momento, si teme che la tensione tra forze dell'ordine e popolazione possa degenerare.

    Fonti del Tibetan Human Rights Defender (Thrd) affermano che altri monaci di Kirti sono riusciti a portare il corpo senza vita del giovane nel monastero, e a tributargli tutti gli onori funebri. Il giovane dovrebbe essere cremato in serata.

    Lobsang Lozin era originario del villaggio di Gyalrong e i suoi compagni lo ricordano come uno studente modello. Egli è il terzo monaco del monastero di Kirti a darsi fuoco. Il 30 marzo scorso, Chime Palden, 21 anni, e Tenpa Dhargyal, 22, hanno compiuto una doppia immolazione per chiedere la fine dell'occupazione cinese. Il primo è morto un giorno dopo, il secondo una settimana più tardi (v. 30/03/2012, "Ngaba, due monaci tibetani si danno fuoco. La polizia blocca i soccorsi").

    I 44 tibetani che dal 2009 hanno scelto di darsi fuoco, volevano manifestare contro il controllo imposto da Pechino, che sorveglia anche la pratica del culto, l'apertura e la chiusura dei monasteri, e per chiedere il ritorno del Dalai Lama. Di contro, l'Oceano di Saggezza ha sempre sottolineato di "non incoraggiare" queste forme estreme di protesta, ma ha elogiato il coraggio di quanti compiono l'estremo gesto, frutto del "genocidio culturale" che è in atto in Tibet ad opera della Cina.

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    18/03/2013 TIBET – CINA
    Monaco di Kirti si autoimmola in ricordo dei tibetani uccisi nel marzo 2008
    Il religioso, 28 anni, si è dato fuoco ed è morto nella provincia del Sichuan, dove il 16 marzo 2008 l’esercito cinese ha represso nel sangue la protesta pacifica di monaci tibetani. Qualche giorno prima anche una donna tibetana si è autoimmolata alla vigilia della nomina di Xi Jinping a nuovo presidente cinese.

    05/01/2012 TIBET - CINA
    Le auto-immolazioni dei monaci “icona della sofferenza del popolo tibetano”
    Parla il direttore del Tibetan Centre for Human Rights and Democracy: “Il genocidio culturale e il controllo delle nascite sono le armi con cui Pechino vuole metterci a tacere. Se la Cina non cambia registro, il 2012 sarà un anno di spirale negativa per i diritti umani del nostro popolo”.

    26/11/2011 TIBET - CINA
    Due monaci tibetani di Kirti arrestati nel Sichuan
    Si tratta di Gyatso Ratsa, 42 anni e di Lobsang Gendun, 48 anni. Entrambi fanno parte del gruppo di insegnanti e studiosi del monastero da dove è partita l’ondata di auto-immolazioni col fuoco.

    03/10/2011 TIBET
    Monaco tibetano si dà fuoco per il Dalai Lama e la libertà religiosa. È il quinto in un anno
    Kalsang aveva 17 o 18 anni e stringeva in mano una fotografia del Dalai Lama. Appello alla comunità internazionale per i diritti dei tibetani. Il 1mo ottobre scorso, anniversario della fondazione della Repubblica popolare cinese, centinaia di tibetani hanno protestato nella provincia del Sichuan.

    11/01/2012 TIBET
    È morto Norbu Damdul: tre mesi fa si era dato fuoco per la libertà del Tibet
    Nessuno sapeva che fine avesse fatto il giovane monaco tibetano. In fin di vita, era stato portato via dalla polizia. Le autorità cinesi hanno cremato il corpo e consegnato le ceneri alla famiglia, impedendo così gli ultimi rituali religiosi. Norbu aveva 19 anni.



    In evidenza

    CINA
    Liu Xiaobo: una fiaccola che illumina la civiltà umana



    La testimonianza del grande dissidente non violento, lasciato morire di cancro, è il più alto contributo all’umanità negli ultimi (sterili) 500 anni di storia cinese. Il ricordo di Liu (e di sua moglie) da parte di un sacerdote del nord della Cina.


    INDIA
    Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso



    Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®