17 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 08/01/2018, 08.18

    INDIA

    Numero chiuso di visitatori per salvare il Taj Mahal dall’usura



    Il numero dei turisti locali sarà ridotto a 40mila al giorno; nessuna restrizione invece per gli stranieri, che pagano un biglietto più costoso. Il mausoleo islamico “inno all’amore eterno” è visitato da circa 6,5 milioni di persone ogni anno.

    New Delhi (AsiaNews) – Le autorità di Delhi hanno deciso di limitare il numero di ingressi giornalieri al Taj Mahal, il monumento “inno all’amore eterno”, patrimonio dell’Unesco e massima attrazione turistica dell’India. Il motivo, spiegano funzionari dell’amministrazione centrale, è limitare i danni causati dall’usura. Per questo in futuro il numero di visitatori locali sarà ridotto a 40mila, mentre per gli stranieri, che pagano un biglietto più costoso, non ci saranno restrizioni.

    Nel 2016 circa 6,5 milioni di turisti hanno visitato il famoso mausoleo islamico in marmo bianco che sorge ad Agra, in Uttar Pradesh. Dedicato dall’imperatore moghul Shah Jahan alla memoria della moglie Mumtaz Mahal, esso è considerato un capolavoro dell’arte musulmana in India. Dal 2007 fa parte delle sette meraviglie del mondo.

    Gli esperti sostengono che le imponenti folle di turisti aggravano i danni da usura. Il monumento è già in costante manutenzione per impedire l’ingiallimento dei marmi dovuto ad inquinamento, calpestamento, e agenti corrosivi come gli escrementi degli uccelli e il sudore umano.

    In condizione di anonimato, un funzionario dell’Archaeological Survey of India riferisce che “abbiamo il compito di garantire la sicurezza del monumento e dei visitatori. La gestione della folla sta diventando la nostra più grande sfida”.

    Le restrizioni agli ingressi non saranno applicate ai turisti stranieri, che pagano un biglietto di 1000 rupie (13 euro), a differenza degli indiani per i quali il costo è di 40 rupie (0,50 centesimi di euro). Le autorità prevedono che in caso di superamento della soglia fissata per i cittadini nazionali, l’ingresso sarà comunque consentito loro, ma con una maggiorazione di prezzo.

    Di recente il Taj Mahal è tornato alla ribalta della cronaca per alcune contestate decisioni di Yogi Adityanath, chief minister dell’Uttar Pradeshsantone famoso per le sue critiche ai cristiani in India e a Madre Teresa. All’inizio di ottobre 2017 il suo governo nazionalista ha deciso di eliminarlo dalle guide turistiche statali; in seguito, date le critiche, il guru indù è tornato sui suoi passi e ha dichiarato: “Il Taj Mahal è la gemma dell’India e un dono per il mondo intero. È parte integrante della nostra cultura e il governo è impegnato nella sua conservazione”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    10/10/2017 08:41:00 INDIA
    Uttar Pradesh, il governo nazionalista vuole una ‘imponente statua’ di Ram ad Ayodhya

    Il progetto prevede un monumento alto 100 metri sulle sponde del fiume Saryu. Costerà quasi 25,5 milioni di euro. Il chief minister vuole stimolare il turismo religioso verso i luoghi sacri dell’induismo. La città di Ayodhya è teatro di un lungo contenzioso tra fedeli indù e musulmani.



    27/10/2017 08:52:00 INDIA
    Uttar Pradesh, il chief minister ci ripensa: il Taj Mahal è la ‘gemma dell’India’

    Ieri Yogi Adityanath si è recato in visita al famoso monumento islamico dedicato all’amore eterno. Il governo aveva deciso di non stanziare fondi per la manutenzione. Il sito attrae tra i 40 e i 50mila turisti al giorno.



    03/08/2016 10:07:00 MYANMAR
    Myanmar, la svolta democratica aiuta il settore del turismo

    Il Paese sta diventando la meta emergente del sud-est asiatico. Quest’anno registrato un aumento di un milione di visite rispetto al 2015. Le vittoria di Aung San Suu Kyi e la caduta delle sanzioni internazionali danno nuovo impulso al settore. L’obiettivo è arrivare a 7,5 milioni di turisti entro il 2019.

     



    21/10/2017 09:13:00 INDONESIA
    Spiagge, immersioni, cultura: Jakarta potenzia il turismo

    L’Indonesia è il secondo Paese al mondo per lunghezza delle coste. Nel 2014 entrate solo per 850 milioni di euro dal turismo marittimo. Entro il 2019, il governo  intende portare a 3,4 miliardi di euro i guadagni. Valorizzare non solo Bali, ma anche altre 10 coste per, flora, fauna marina e crociere.



    09/02/2015 INDIA
    India, vescovi cattolici: Basta violenze anticristiane, non siamo cittadini di serie B
    Nel corso della plenaria della Conferenza dei vescovi cattolici dell'India (Ccbi), i presuli hanno parlato dei "numerosi deplorevoli incidenti che colpiscono la comunità cristiana in diverse zone del Paese". La Costituzione garantisce libertà di coscienza e di culto (art. 25) e uguaglianza (art. 14). Il silenzio delle istituzioni e dei tutori della legge dinanzi agli attacchi "sono incomprensibili".



    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®