16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 07/04/2013, 00.00

    VATICANO

    Papa: non avere paura di essere cristiani e di vivere da cristiani



    Nella domenica della Divina Misericordia, Francesco dice che Gesù è venuto a portare la "vera pace, quella profonda", che "viene dal fare esperienza della misericordia di Dio". E' "il dono" che lascia ai suoi discepoli. La "beatitudine della fede" di coloro che credono "senza aver visto".

    Città del Vaticano (AsiaNews) - "Non dobbiamo avere paura di essere cristiani e di vivere da cristiani", avere "più coraggio di testimoniare la fede nel Cristo Risorto" venuto a portare "il dono" della pace, "la vera pace, quella profonda", che "viene dal fare esperienza della misericordia di Dio". Ancora un invito a "uscire" nelle parole di papa Francesco prima del Regina Caeli della domenica della Divina misericordia.

    "In questa domenica che conclude l'Ottava di Pasqua - ha detto alle 50mila persone presenti in piazza san Pietro per la recita della preghiera mariana - rinnovo a tutti l'augurio pasquale con le parole stesse di Gesù Risorto: «Pace a voi!». Non è un saluto, e nemmeno un semplice augurio: è un dono, anzi, il dono prezioso che Cristo offre ai suoi discepoli dopo essere passato attraverso la morte e gli inferi. Dona la pace, come aveva promesso: «Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi». Questa pace è il frutto della vittoria dell'amore di Dio sul male, è il frutto del perdono. Ed è proprio così: la vera pace, quella profonda, viene dal fare esperienza della misericordia di Dio. Oggi è la Domenica della Divina Misericordia, per volontà del beato Giovanni Paolo II, che chiuse gli occhi a questo mondo proprio alla vigilia di questa ricorrenza".

    "Il Vangelo di Giovanni ci riferisce che Gesù apparve due volte agli apostoli chiusi nel Cenacolo: la prima, la sera stessa della Risurrezione, e quella volta non c'era Tommaso, il quale disse: se io non vedo e non tocco, non credo. La seconda volta, otto giorni dopo, c'era anche Tommaso. E Gesù si rivolse proprio a lui, lo invitò a guardare le ferite, a toccarle; e Tommaso esclamò: «Mio Signore mio Dio!». Gesù allora disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!». E chi erano questi che avevano creduto senza vedere? Altri discepoli, altri uomini e donne di Gerusalemme che, pur non avendo incontrato Gesù risorto, credettero sulla testimonianza degli apostoli e delle donne. Questa è una parola molto importante sulla fede, possiamo chiamarla la beatitudine della fede. Beati quelli che non hanno visto e hanno creduto. In ogni tempo e in ogni luogo sono beati coloro che, attraverso la Parola di Dio, proclamata nella Chiesa e testimoniata dai cristiani, credono che Gesù Cristo è l'amore di Dio incarnato, la Misericordia incarnata. E questo vale per ciascuno di noi!".

    "Agli Apostoli Gesù donò, insieme con la sua pace, lo Spirito Santo, perché potessero diffondere nel mondo il perdono dei peccati, quel perdono che solo Dio può dare, e che è costato il sangue del Figlio. La Chiesa è mandata da Cristo risorto a trasmettere agli uomini la remissione dei peccati, e così far crescere il Regno dell'amore, seminare la pace nei cuori, perché si affermi anche nelle relazioni, nelle società, nelle istituzioni. E lo Spirito di Cristo Risorto scaccia la paura dal cuore degli apostoli e li spinge ad uscire dal Cenacolo per portare il Vangelo. Abbiamo anche noi più coraggio di testimoniare la fede nel Cristo Risorto! Non dobbiamo avere paura di essere cristiani e di vivere da cristiani!. Noi dobbiamo avere questo coraggio di andare e annunciare Cristo Risorto, perché Lui è la nostra pace". "Fiduciosi sempre nella misericordia del Signore, perché Lui ci aspetta, ci ama".

    Un invito che il Papa, dopo aver ricordato che oggi pomeriggio "prenderà possesso" della cattedrale di Roma, san Giovanni in Lateraano, ha rivolto ancora salutando le comunità neocatecumenali di Roma, che iniziano oggi una speciale missione nelle piazze della Città. "Invito tutti - ha detto - a portare la Buona Notizia, in ogni ambiente di vita, «con dolcezza e rispetto»!". "Andate sulle piazze e annunciate Gesù Cristo, nostro Salvatore".

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/04/2013 VATICANO
    Papa: Lo Spirito Santo, anche attraverso di noi, vuole trasformare il mondo in cui viviamo
    Francesco conferisce la cresima a 44 giovani da tutto il mondo, un appuntamento nell'Anno della Fede. "La novità di Dio non assomiglia alle novità mondane, che sono tutte provvisorie, passano e se ne ricerca sempre di più. La novità che Dio dona alla nostra vita è definitiva". Cristo ci dà "il coraggio di andare controcorrente" e vince la paura. "Con Lui possiamo fare cose grandi". "Giocate la vita per i grandi ideali!". Al Regina Caeli un appello per la tragedia del Bangladesh, perché nel lavoro sia sempre "tutelata la dignità e la sicurezza del lavoratore".

    30/03/2008 VATICANO
    Papa: Giovanni Paolo II e Faustina Kowalska, apostoli della Divina Misericordia
    A 3 anni dalla morte del papa polacco, Benedetto XVI annuncia il primo Congresso Mondiale della Divina Misericordia, un tema caro a Giovanni Paolo II per polarizzare la missione della Chiesa e far scaturire la pace nel mondo, “impossibile alle sole forze umane”.

    13/04/2015 VATICANO
    Papa: la Chiesa parli con la libertà e il coraggio donati dallo Spirito
    Lo Spirito Santo “è l’unico capace di darci questa grazia del coraggio di annunciare Gesù Cristo”. “E questo coraggio dell’annuncio è quello che ci distingue dal semplice proselitismo. Noi non facciamo pubblicità, dice Gesù Cristo, per avere più ‘soci’ nella nostra ‘società spirituale’”.

    03/04/2016 11:13:00 VATICANO
    Papa Francesco: Vangelo di misericordia, un libro aperto da scrivere con gesti concreti di amore

    Nella domenica della Divina Misericordia, Francesco chiede a ogni fedele di diventare “scrittore vivente del vangelo” praticando le opere di misericordia corporale e spirituale, “che sono lo stile di vita del cristiano”. Essere “apostoli di misericordia” toccando e accarezzando le piaghe “presenti anche oggi nel corpo e nell’anima di tanti fratelli e sorelle”. La Chiesa è “portatrice della pace” del Risorto, una pace “che non divide, ma unisce”.



    02/04/2016 19:49:00 VATICANO
    Papa: una fede che non è capace di mettersi nelle piaghe del Signore non è fede, è idea, è ideologia

    Francesco alla veglia di preghiera della Divina misericordia in piazza san Pietro, a undici anni esatti dalla morte di Giovanni Paolo II che ne istituì la festa. “Che bello sarebbe che come un ricordo, come un monumento di questo anno di Misericordia in ogni diocesi ci fosse un’opera di misericordia: un ospedale, una casa di riposo, una scuola”.





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®