06/03/2015, 00.00
VATICANO - AZERBAIGIjAN
Invia ad un amico

Papa: riceve presidente Azerbaigijan, il valore del dialogo interreligioso

Ribadita l'importanza del negoziato nella risoluzione dei conflitti, nonché dell'educazione per promuovere i presupposti di una convivenza pacifica tra le popolazioni e i diversi gruppi religiosi.

Città del Vaticano (AsiaNews) - Il valore del dialogo interculturale e interreligioso è stato riaffermato oggi da papa Francesco e dal presidente della Repubblica dell'Azerbaigijan, Ilham Aliyev (nella foto).

"Nei cordiali colloqui - riferisce un comunicato vaticano - si è espressa soddisfazione per lo sviluppo dei rapporti bilaterali. In particolare, ci si è soffermati su temi riguardanti la vita della Comunità cattolica nel Paese ed alcune iniziative in ambito culturale, rilevando il valore, nel mondo contemporaneo, del dialogo interculturale e interreligioso per favorire la pace. Si è poi fatto riferimento all'attualità regionale e internazionale, ribadendo l'importanza del negoziato nella risoluzione dei conflitti, nonché dell'educazione per promuovere i presupposti di una convivenza pacifica tra le popolazioni e i diversi gruppi religiosi". 

Il presidente ha successivamente incontrato il cardinale Segretario di Stato, Pietro Parolin, che era accompagnato dal sotto-segretario per i Rapporti con gli Stati, Mons. Antoine Camilleri.

L'Azerbaigijan, più vasto Stato caucasico, è un Paese a maggioranza musulmana sciita, ma ci sono comunità ortodosse ed ebraiche. I cattolici sono poche centinaia e solo nel 2007 è stata inaugurata la prima chiesa cattolica, dedicata all'Immacolata Concezione, nella capitale Baku.

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa in Azerbaijan: nella notte dei conflitti, le religioni siano “albe di pace”
02/10/2016 16:57
Papa in Azerbaijan: non lasciare nulla di intentato per giungere alla pace
02/10/2016 15:03
Papa in Azerbaijan: il servizio è lo stile di vita del cristiano
02/10/2016 10:35
Azerbaijan, "modello" di convivenza per i Paesi musulmani moderni
02/07/2010
Il Papa: "No alle religioni come mezzo di morte"
18/11/2004