05/07/2019, 09.49
RUSSIA – VATICANO
Invia ad un amico

Putin e Francesco: difesa dei valori cristiani

di Vladimir Rozanskij

Questa terza visita di Putin a papa Francesco, dopo quelle del 2013 e del 2015, è stata particolarmente cordiale e “rilassata”, senza eccessive pressioni dovute a contingenze internazionali, e senza mostrare particolari gesti eclatanti nella relazione russo-vaticana. È stata più che altro una “tappa di conferma” di una sintonia su vasta scala.

Mosca (AsiaNews) - Ritornando in Russia dopo la visita-lampo a Roma del 4 luglio, il presidente Putin ha raccontato ai giornalisti che le posizioni della Russia e del Vaticano coincidono nella difesa dei valori tradizionali e nello sviluppo del dialogo interreligioso e tra le civiltà. “Abbiamo parlato anche dei problemi della difesa della popolazione cristiana del Medio Oriente, e degli aiuti umanitari in Siria”, ha raccontato Putin.

Sono stati considerati diversi aspetti delle relazioni bilaterali tra la Federazione Russa e la Santa Sede: “Ci siamo messi d’accordo sul prestare particolare attenzione alla collaborazione nella sfera della cultura, della formazione e dell’assistenza sanitaria”, ha aggiunto il leader russo. Nel corso della visita è stato firmato un memorandum d’intesa su azioni comuni in campo sanitario, rafforzando la dimensione internazionale dell’ospedale “Bambino Gesù” OPBG di Roma, come attesta anche il comunicato diffuso dalla Sala Stampa vaticana. L’accordo è stato firmato dal ministro della Salute russo, Veronika Skortsova, e da mons. Paolo Borgia, Assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato vaticana, stabilendo un programma di collaborazione tra il “Bambino Gesù” e le strutture sanitarie della Federazione Russa.

Sempre secondo il resoconto di Putin ai giornalisti, con papa Francesco sono state toccate le questioni più urgenti di politica internazionale, soprattutto la situazione in Siria, in Ucraina e in Venezuela, insieme ai temi legati all’ecologia e “ad alcune questioni significative per la vita della Chiesa Cattolica in Russia”. Anche nell’ultimo incontro ufficiale in Russia del 2017 con il Segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin, si parlò dello status giuridico dei missionari cattolici in Russia.

Putin ha assicurato che l’incontro è stato “caloroso”, e ha ringraziato il Pontefice “per il tempo che mi ha dedicato e per l’interessante e costruttiva conversazione, un colloquio pieno di bontà”. Il papa ha espresso a Putin la sua “sincera e smisurata soddisfazione”, come è stato comunicato anche dal Vaticano.

Al termine dell’incontro c’è stato il saluto alla delegazione russa e lo scambio dei doni. Il Pontefice ha illustrato al capo di Stato russo una medaglia che commemora i 100 anni della fine della Prima guerra mondiale, regalando anche quella del sesto anno di pontificato.

Quindi ha consegnato una copia del Messaggio per la giornata mondiale per la Pace del 1° gennaio scorso, autografato oggi per Putin, le esortazioni apostoliche Gaudete et Exultate sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo e Christus Vivit ai giovani e a tutto il Popolo di Dio, un esemplare del Documento di Abu Dhabi sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune e infine un’acquaforte raffigurante la Basilica Vaticana e Piazza San Pietro, quasi a rinnovare l’augurio di “tornare” ancora a Roma per il Presidente. Il Presidente Putin ha donato un’icona dei Santi Pietro e Paolo, un libro fotografico e la copia del film “Il peccato” del regista russo Andrej Konchalovskij.

Questa terza visita di Putin a papa Francesco, dopo quelle del 2013 e del 2015, è stata insomma particolarmente cordiale e “rilassata”, senza eccessive pressioni dovute a contingenze internazionali, e senza mostrare particolari gesti eclatanti nella relazione russo-vaticana. È stata più che altro una “tappa di conferma” di una sintonia su vasta scala, che porterà secondo i protagonisti a influire su una concezione più “dialogante e multipolare” delle relazioni internazionali ed ecumeniche.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Vescovo a Mosca: è "primavera" nei rapporti tra cattolici e ortodossi
17/05/2006
Card. Martino: un bilancio ottimista della visita a Mosca
02/12/2005
Patriarcato di Mosca smentisce: nessun incontro fra Kirill e Papa Francesco in America Latina
27/01/2016 08:31
Putin e papa Francesco: un’amicizia basata su una ‘visione universale’
02/07/2019 09:46
Papa a Cuba: “le famiglie non sono un problema”, sono un’opportunità da curare, proteggere, accompagnare
22/09/2015