25/10/2016, 08.55
PAKISTAN
Invia ad un amico

Quetta, attacco suicida alla scuola della polizia: 59 morti

Le vittime sono cadetti e guardie; almeno 120 i feriti. Al momento dell’attacco nella struttura si trovavano 700 allievi. I kamikaze apparterrebbero ad una cellula talebana di un gruppo estremista. La regione del Balochistan rientra in un ambizioso piano economico cinese.

Quetta (AsiaNews) – Tre militanti islamici hanno fatto irruzione nella scuola della polizia del Balochistan questa notte, a pochi chilometri da Quetta, e hanno seminato morte e terrore. Due di loro si sono fatti esplodere, mentre il terzo è stato neutralizzato prima che potesse attivare il congegno della cintura esplosiva. Il bilancio è pesantissimo ed è destinato a salire: al momento si contano 59 morti tra cadetti e guardie e almeno 120 feriti, in maggioranza studenti.

La scuola di addestramento si trova nell’area di Sariab, e al momento dell’attacco terrorista ospitava circa 700 allievi dai 15 ai 25 anni. I terroristi hanno assaltato l’edificio, sorprendendo nel sonno guardie e studenti. Secondo le prime ricostruzioni, essi sono entrati dall’ingresso principale dopo aver ucciso l’agente al posto di guardia.

Armati di kalashnikov, sono entrati nel dormitorio e hanno sparato sui presenti. Le violenze sono state fermate solo diverse ore dopo, grazie all’intervento delle guardie di frontiera (Fc). Al termine dello scontro, due terroristi sono riusciti ad azionare le cinture esplosive.

Sher Afgan, maggiore generale delle guardie, ha riferito che gli attentatori farebbero parte della cellula Al-Alimi, appartenente al gruppo militante Lashkar-i-Jhangvi (Lj). La cellula sarebbe affiliata al Tehreek-i-Taliban Pakistan (Ttp), che però non ha rivendicato l’azione.

Quetta, capitale della provincia del Balochistan, sta vivendo una recrudescenza di violenze terroristiche. In particolare la stessa scuola di addestramento era stata già colpita in due diverse occasioni, nel 2006 e nel 2008. Lo scorso agosto, la città è stata teatro di ulteriori violenze ad opera dei militanti, che hanno compiuto una doppia strage nell’ospedale municipale e presso il tribunale locale: in quell’occasione il bilancio è stato di 88 morti, in maggior parte avvocati.

La regione è strategica per i traffici commerciali con la Cina. Essa rientra nell’ambizioso piano del Corridoio economico Cina-Pakistan, del valore di 46 miliardi di dollari, un progetto di infrastrutture che vuole collegare la provincia cinese dello Xinjiang al Mar Arabico passando attraverso il Pakistan.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
23/10/2012
Quetta, cristiani uccisi dallo Stato islamico. Minacce alla chiesa metodista
04/04/2018 10:50
Leader cristiani: Gli attentati terroristi contro i partiti pro-minoranza minacciano la democrazia
16/07/2018 10:56
Pakistan, continua lo spargimento di sangue: almeno 132 morti. L’ex-premier Sharif affronta il carcere
14/07/2018 10:02
Balochistan, Stato islamico rivendica attacco al mausoleo sufi: 20 morti
06/10/2017 08:49