18 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/05/2009, 00.00

    SRI LANKA

    Rajapaksa annuncia la fine della guerra. Giallo sulla morte del capo delle Tigri



    Discorso ufficiale in parlamento trasmesso in diretta tv. Il leader parla in singalese e tamil e afferma che “la protezione di tutto il popolo, inclusi i tamil, è il mio impegno e la mia responsabilità”. Ban Ki Moon atteso sull’isola per il 22 maggio
    Colombo (AsiaNews/Agenzie) - “La vittoria contro Ltte è stata raggiunta”. Il presidente dello Sri Lanka Mahinda Rajapaksa  ha dato l’annuncio ufficiale della fine della guerra intervenendo questa mattina davanti al parlamento.
     
    Rajapaksa  ha letto il suo discorso in singalese, pronunciando anche alcune parole in tamil, rivolgendosi alla nazione che seguiva l’intervento in diretta tv. Il Presidente ha affermato di “aver esercitato il potere secondo il mandato conferitogli dalla popolazione nel 2005” e di “aver liberato la nazione” portando “ogni centimetro di questa terra sotto l’ordine legale della costituzione”.
     
    Nel suo discorso il presidente dello Sri Lanka ha ricordato i soldati morti nella guerra ed invitato tutti a contribuire alla ricostruzione del Paese e alla soluzione del problema delle centinaia di migliaia di rifugiati. Rajapaksa ha affermato che “esistono solo due tipi di persone: quelli che amano il Paese ed una piccola minoranza che non lo ama” e assicurato che “la protezione di tutto il popolo, inclusi i tamil, è il mio impegno e la mia responsabilità”.
     
    Intanto è giallo sulla morte del capo delle Tigri, Velupillai Prabhakaran. Selvarasa Pathmanathan, responsabile delle relazioni internazionali del Ltte, afferma che il leader supremo “è in salvo e sta bene”. Il suo corpo non è stato trovato tra quelli dei 18 capi ribelli uccisi ieri dall’esercito dello Sri Lanka ed identificati dai militari.
     
    Intanto il governo sta discutendo con i rappresentanti Onu per rispondere all’emergenza umanitaria dei 220mila profughi raccolti nei centri del governo. Il 22 maggio è atteso in Sri Lanka il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/05/2009 SRI LANKA
    Ban Ki Moon preme sullo Sri Lanka per una rapida soluzione dell’emergenza profughi
    Il segretario generale dell’Onu è atteso per questa sera sull’isola. Il presidente Rajapaksa parla di 180 giorni per chiudere i campi profughi. Il portavoce della difesa dice che ci potrebbero volere sino a due anni. La Croce rossa protesta contro le autorità dello Sri Lanka: non ci lasciano entrare nella zona di guerra.

    25/05/2009 SRI LANKA
    Allarme Unhcr sull’emergenza umanitaria. Ban Ki Moon: situazione sconvolgente
    Sale a 280mila il numero accertato dei profughi. I militari affermano che tra gli sfollati ci sono almeno 9100 persone collegate alle Tigri tamil e li trasferisce in centri di riabilitazione. Intanto il governo di Colombo programma elezioni amministrative nei distretti della Northern province.

    20/05/2009 INDIA - SRI LANKA
    I tamil dell’India non credono alla morte del capo delle Tigri
    Nel Tamil Nadu la polizia schierata a protezione di possibili obiettivi di attentati. Il ministero indiano della difesa schiera la marina militare per controllare le acque dello stretto di Palk che separa i due Paesi: si teme lo sbarco di ribelli in fuga.

    18/05/2009 SRI LANKA
    L’esercito annuncia la disfatta delle Tigri e la morte del capo ribelle Prabhakaran
    Cortei e fuochi d’artificio per le strade delle principali città. Il governo invita la popolazione ad esporre la bandiera dello Sri Lanka per festeggiare la fine di 26 anni di conflitto. Il presidente Rajapaksa annuncia per domani un discorso alla nazione.

    04/05/2009 SRI LANKA
    Colombo annuncia amnistia per i guerriglieri, ma nessuna pietà per il capo delle Tigri
    Il ministro per le emergenze umanitarie e i diritti umani annuncia che è allo studio un programma per la riabilitazione dei membri del Ltte che si arrendono all’esercito. Buona parte della popolazione del sud dell’isola approva la proposta. Sale il consenso per il presidente Rajapksa.



    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®