30/08/2007, 00.00
CINA

Rilasciato p. Jiang Sunian, sacerdote non ufficiale di Wenzhou

Il sacerdote, arrestato insieme al vicario generale della diocesi, ha scontato 11 mesi di detenzione. Ricoverato per un peggioramento della sua sinusite, soffre ora di problemi cardiaci, pressione alta ed intasamento delle arterie.
Roma (AsiaNews) – E’ stato rilasciato il 24 agosto scorso, dopo 11 mesi di detenzione, p. Paolo Jiang Sunian, cancelliere della diocesi di Wenzhou (nella provincia orientale del Zhejiang). Durante la detenzione è stato ricoverato per un peggioramento della sua sinusite: secondo un primo esame medico, avvenuto dopo il rilascio, il sacerdote soffre ora di problemi cardiaci, pressione alta ed intasamento delle arterie.
 
Il p. Jiang è stato arrestato il 25 settembre scorso insieme a p. Shao Zhoumin, vicario generale della diocesi: gli agenti non hanno fornito al momento del fermo alcuna motivazione per l'arresto. Entrambi i sacerdoti sono stati arrestati alle sette di pomeriggio, tre ore dopo il loro atterraggio a Shenzhen, mentre erano ospiti di amici. Gli agenti hanno sequestrato un gran numero di libri e fotografie che i due riportavano dall'Europa: fra queste, diverse fotografie che li ritraggono insieme al Papa, Benedetto XVI, che li ha ricevuti in Vaticano.
 
A marzo dello scorso anno, i due sono stati accusati di “essere usciti dal Paese in maniera illegale”. Il p. Shao è stato condannato a 9 mesi, ma è uscito di galera in anticipo a causa di seri problemi di salute: è stato da poco tempo operato all’orecchio destro. Secondo fonti locali, il direttore del centro di detenzione Putaopeng (dove i due erano rinchiusi), è lo stesso che nel 1999 aveva guidato un violento attacco contro la Chiesa non ufficiale di Wenzhou.
 
Sia p. Shao che p. Jiang hanno già subito due volte il carcere. La prima volta nel 1999. In seguito p. Shao, ricoverato d'urgenza per una malattia contratta durante la detenzione, è stato scarcerato. Nel novembre dello stesso anno, invece, p. Jiang è stato fermato per aver pubblicato in maniera illegale 120 mila libretti di inni e arrestato formalmente il 23 dicembre. La sua pena doveva essere di 6 anni di carcere ed una multa di 270 mila yuan, ma è stato rilasciato il giorno di Natale del 2003.
 
Il vescovo della diocesi di Wenzhou, mons. James Lin Xili, è stato arrestato anche lui nel settembre del 1999 e si trova tuttora confinato nella cattedrale della Chiesa ufficiale senza libertà di movimento. Non gode di buona salute. Per maggiori informazioni sui precedenti arresti di padre Shao e Jiang, vedi qui.
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sequestrato dalla polizia il vescovo coadiutore di Wenzhou, mons. Pietro Shao Zhumin
08/09/2016 10:15
Mons. Pietro Shao Zhumin sotto controllo in un ospedale di Pechino
09/09/2017 12:41
I preti sotterranei di Wenzhou rendono omaggio al defunto vescovo (ufficiale)
22/09/2016 12:44
Presto liberi i due sacerdoti non ufficiali di Wenzhou
17/05/2007
È tornato a Wenzhou – ma sotto controllo – mons. Pietro Shao Zhumin
11/10/2016 11:27