22 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  •    - Armenia
  •    - Azerbaijan
  •    - Georgia
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 11/05/2010, 00.00

    RUSSIA

    Sale a 43 il bilancio delle vittime della miniera siberiana



    Almeno 80 feriti sono ricoverati negli ospedali della zona. Altri sei, le cui condizioni sono più gravi, hanno raggiunto Mosca. L’unità di crisi riferisce che 39 corpi sono stati identificati; 47 lavoratori sono tuttora intrappolati all’interno delle gallerie. La doppia esplosione è avvenuta l’8 maggio scorso.
    Mosca (AsiaNews/Agenzie) – È salito a 43 vittime il bilancio aggiornato del doppio incidente avvenuto lo scorso 8 maggio nella miniera russa di Raspadskaya, situata nella regione di Kemerovo, nella Siberia occidentale. Almeno 80 feriti sono ricoverati negli ospedali della zona; altri sei, le cui condizioni sono più gravi, hanno raggiunto Mosca per trattamenti specifici. L’unità di crisi allestita dal Ministero per le emergenze sottolinea che 39 corpi sono già stati identificati.
     
    Al momento vi sono ancora 47 lavoratori intrappolati all’interno della più grande miniera di carbone della Russia. L’agenzia di Stato Itar-Tass riferisce che il premier Vladimir Putin è giunto ieri sera nella regione di Kemerovo, per una visita ai minatori feriti e un sopralluogo al luogo di estrazione.
     
    Intanto continuano le operazioni di soccorso per recuperare altri lavoratori intrappolati. Sono 720 i volontari inviati sul luogo del disastro dal Ministero delle emergenze, con 104 veicoli di appoggio.   
     
    La prima delle due esplosioni nella miniera di carbone è avvenuta la sera dell’8 maggio. Al momento dello scoppio vi erano 370 minatori all’interno dellegallerie. Qualche ora più tardi si è verificata una seconda esplosione, quando sul posto erano già arrivate le prime squadre di soccorso. All’origine del doppio incidente pare vi sia stata una fuga di metano.
     
    Inaugurata nel 1973, la Raspadskaya è una delle più importanti produttrici di carbone della Russia con riserve stimate attorno a 782 milioni di tonnellate. Dalle viscere della miniera siberiana vengono estratte circa 80 milioni di tonnellate di carbone all’anno, in gran parte esportate in Ucraina e altri Paesi dell’est europeo.
     
    Il 40% della proprietà è detenuto dal gigante dell’energia Evraz, controllato dal miliardario russo Roman Abramovitch.
     
    Gli incidenti nelle miniere russe (come avveniva al tempo della ex Unione Sovietica) sono piuttosto frequenti, a causa di infrastrutture troppo vecchie e misure di sicurezza inadeguate.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/12/2005 cina
    Cina: un'esplosione seppellisce oltre 100 minatori nell'Hebei

    Accertati 87 morti e 21 dispersi. Si scava per trovarli, ma un'alta concentrazione di gas rallenta le ricerche. Un altro grave incidente in una miniera di Jilin.



    12/11/2008 CINA
    Shaanxi: i padroni delle miniere fanno “doni” alla polizia per avere protezione
    Nell’attiva contea mineraria di Shenmu, la polizia “chiede” un aiuto e i proprietari donano 2,19 milioni di yuan. Ora ci sono indagini. Il problema della scarsa sicurezza nelle miniere, spesso “consentita” da autorità locali “collegate” con la proprietà.

    26/09/2006 CINA
    Nelle miniere cinesi 2.900 morti in 8 mesi

    Anche se quest'anno è diminuita la strage, la situazione rimane grave nonostante l'impegno del governo. Fonti ufficiali ne individuano una causa nella  "collusione" tra funzionari pubblici e i proprietari delle miniere.



    30/03/2010 CINA
    Shanxi, rischiano di morire di fame e di sete i 153 minatori intrappolati
    Un’inondazione ha bloccato le gallerie: si drena l’acqua cercando di raggiungerli, ma non si hanno notizie da 2 giorni. Rischiano di morire di asfissia o avvelenati da gas velenosi. La miniera è considerata un impianto modello. Il triste primato cinese delle morti in miniera.

    30/11/2006 CINA
    Due manager condannati per la morte di 166 minatori nello Shaanxi

    Sono stato condannati a 5 anni per "negligenza": dopo un incendio nella loro miniera avevano costretto gli operai a riprendere la produzione, ma un'esplosione poco dopo ne uccise 166.





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®