4 Luglio 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 11/06/2009
IRAN
Si fa rovente il clima politico alla vigilia delle incerte elezioni iraniane
Una lettera contro Ahmadinejad dell’ex presidente Rafsanjani alla Guida suprema, un monito del capo della Guardia rivoluzionaria ai riformisti, la chiusura ordinata all’unico quotidiano schierato con Mousavi indicano il crescere della tensione. Domani il voto, sabato i risultati sui quali nessuno avanza previsioni.

Teheran (AsiaNews/Agenzie) – Si è improvvisamente fatto rovente il clima politico in Iran, alla vigilia del voto per la presidenza della Repubblica. L’ex presidente Akbar Hashemi Rafsanjani, attuale capo dell’autorevole Expediency Council, ha scritto alla Guida suprema, ayatollah Ali Khamenei per chiedere riparazione riguardo ad accuse lanciategli dall’attuale presidente Mahmoud Ahmadinejad; il capo della potente Guardia rivoluzionaria – dalla quale proviene lo stesso Ahmadinejad – ha pubblicamente messo in guardia i “riformisti” dal tentare una “rivoluzione di velluto” e il procuratore generale Saeed Mortasavi ha ordinato la chiusura di Yas-e No, l’unico quotidiano schierato con il principale rivale di Ahmadinejad, l’ex premier Mir Hossein Mousavi.
 
Sono tutti segnali che sembrano lasciar trasparire la scelta di Khamenei, massima autorità del Paese, a favore di Ahmadinajad e, al tempo stesso, il timore che possa ripetersi quanto accadde nel 1997, quando Mohammed Khatami batté l’allora candidato della Guida suprema che era l’ayatollah Nateq-Nuri. Allora Khatami ebbe oltre il 70% dei voti e Khamenei non poté farci nulla.
 
Questa volta la Guida suprema sembra aver deciso di appoggiare Ahmadinejad - che quattro anni fa non era la sua prima scelta, ma col quale appare aver trovato un modus vivendi - e cerca di evitare il ripetersi del successo di un “riformatore”, quale è Mousavi. Ufficialmente, Khamenei ha dichiarato di non voler dire per chi voterà, ma ultimamente è più volte uscito con lodi all’attuale governo. A confermare tale linea, sia la presa di posizione della Guardia, sia il silenzio col quale è stata accolta la richiesta di Rafsanjani, che domandava di poter rispondere in televisione – che la Guida suprema controlla - alle accuse di corruzione lanciategli in un trasmissione da Ahmadinejad.
 
Ancor più legata a Khamenei è la Guardia rivoluzionaria, uno dei pilastri del regime degli ayatollah. Il capo politico della Guardia, Yadollah Javani, ha avvertito coloro che volessero dar vita a una “rivoluzione di velluto”, che tale tentativo sarebbe “soffocato in boccio”. “Ci sono numerose indicazioni che alcuni gruppi estremisti hanno scelto una rivoluzione colorata” ha detto, aggiungendo di vedere segnali di una rivoluzione di velluto. Il riferimento, trasparente, è a Mousavi e ai suoi sostenitori, a quanto accadde in Cecoslovacchia nel 1989, quando gli studenti con una serie di pacifiche manifestazioni spinsero alla caduta il regime comunista – e fu chiamata rivoluzione di velluto – e a quanto accaduto in Ucraina nel 2004 con la “rivoluzione arancione”, che portò alla sconfitta del regime filorusso. I sostenitori di Mousavi sventolano e indossano sciarpe, fazzoletti e bandiere di colore verde.
 
In questo quadro, anche la lettera, resa pubblica, di Rafsanjani a Khameni – del tutto inusuale – appare legata alla campagna elettorale, ma sul fronte opposto.
 
Con tutto ciò, nessuno si azzarda a fare previsioni sull’andamento del voto. Tra l’altro per una caratteristica particolare del Paese: quasi la metà dei circa 46 milioni di votanti ha meno di 30 anni e in sei milioni voteranno per la prima volta. Come è andata, si dovrebbe sapere sabato notte, un eventuale ballottaggio ci sarà il 19.
 
 

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
12/06/2009 IRAN
Va oltre ogni previsione la partecipazione degli iraniani al voto
09/06/2009 IRAN
Entusiasmo e partecipazione degli iraniani per l’elezione del nuovo capo dello Stato
25/10/2007 IRAN -USA
Sanzioni Usa per il “terrorismo” e l'“economia” delle Guardie islamiche rivoluzionarie
23/07/2009 IRAN
Il caso Mashai evidenzia un contrasto tra Ahmadenejad e Khamenei
02/07/2009 IRAN
Preoccupata per la protesta che continua, Teheran indurisce la repressione

In evidenza
ISLAM – M.ORIENTE
Al Azhar e il Vaticano sul terrorismo. Le ambiguità della comunità internazionale
di Bernardo CervelleraL’autorevole università sunnita denuncia le violenze “odiose” dello Stato islamico e domanda al mondo di sconfiggere questo gruppo “attraverso ogni modo possibile”. Vaticano: il terrorismo è una minaccia per l’umanità intera. La Francia dice di combattere il terrorismo, ma poi vende armi, aerei, elicotteri da guerra all’Arabia saudita, che sostiene il fondamentalismo islamico. Il Kuwait lascia vivere i salafiti che appoggiano al Nusra e lo Stato islamico. La Turchia contro i kurdi; gli Stati Uniti contro Iran, Russia e Cina.
TUNISIA - ISLAM
Tunisi, fermare il terrorismo chiudendo le moschee fondamentalistePer il presidente Essebsi, la sfida del terrore può essere affrontata solo con una strategia unitaria e globale. L’attentato a Sousse quasi in contemporanea con quelli in Francia, in Kuwait, in Somalia. Le rivendicazioni dello Stato islamico.
VATICANO – ITALIA
Torino, Papa ai giovani: Siate casti nell’amore e andate controcorrente. Non andate in pensione a 20 anni!L’ultimo incontro della prima giornata di Francesco a Torino è con i giovani, riuniti a piazza Vittorio. Francesco risponde a braccio a tre domande sull’amore, l’amicizia e la sfiducia nei confronti della vita: “Vi capisco, quanti sono ipocriti e parlano di pace vendendo armi. Come si può avere fiducia? Seguendo Cristo, il cui gesto di amore estremo, cioè la Croce, ha salvato l’umanità”. Una disamina degli orrori del Novecento come prova di sfiducia nei confronti delle potenze mondiali. E il ripetuto invito ai ragazzi: “Non andate in pensione a 20 anni, vivete e non vivacchiate!”. Il testo completo della risposta del papa (a cura di AsiaNews).

Dossier


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate