21 Settembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 06/11/2012, 00.00

    PALESTINA - ISRAELE

    Suore e cristiani di Betlemme: rosari sui mitra dei soldati israeliani



    Iniziato nel 2005, il gesto si ripete ogni venerdì pomeriggio e coinvolge centinaia di persone. Esso è promosso dalle suore Francescane Elisabettiane del Caritas Baby Hospital di Betlemme, unico ospedale pediatrico della Palestina.

    Betlemme (AsiaNews) - Con un rosario davanti al muro della West Bank, le suore Francescane Elisabettiane del Caritas Baby Hospital di Betlemme promuovono la pace fra israeliani e palestinesi. "Questa è la nostra intifada pacifica", racconta suor Donatella Lessio, promotrice dell'iniziativa e responsabile del Quality Care Management e della formazione del personale ospedaliero del Caritas Baby Hospital, unica clinica pediatrica dei territori palestinesi. "A volte - continua la religiosa - i soldati hanno paura e ci puntano contro i mitra. Ma noi rispondiamo con la preghiera e ponendo i nostri rosari davanti alle loro armi". Iniziato nel 2005, agli albori della costruzione della barriera "difensiva", il gesto coinvolge ogni venerdì pomeriggio le religiose e decine di fedeli cristiani della Palestina, che attraverso la preghiera si oppongono alla rigidità dei militari israeliani e agli slogan di odio degli islamisti.

    Voluto da Ariel Sharon nel 2005 per difendere gli israeliani dagli attacchi terroristi, il muro isola dal mondo la popolazione palestinese costretta ogni giorno a code interminabili per recarsi sul posto di lavoro o per raggiungere parenti residenti nello Stato di Israele. I militari non solo bloccano l'ingresso di medicinali, aiuti umanitari e qualsiasi materiale utile alla sopravvivenza, ma impediscono a chi vive al di là della West Bank di conoscere la drammatica situazione dei territori. Nessun cittadino di Israele può varcare il muro. Chi entra lo fa a proprio e rischio e pericolo.

    Oltre a limitare gli spostamenti di persone e beni, il muro è un ostacolo soprattutto per gli ospedali della Palestina, che per gli scarsi finanziamenti sono costretti a trasferire i propri pazienti in strutture israeliane. Il Caritas Baby Hospital dista solo 200 metri dalla barriera e senza il muro le ambulanze impiegherebbero poche decine di minuti per raggiungere Gerusalemme. Tuttavia, per passare dall'altra parte è necessario un permesso speciale, che risente dei meccanismi tipici della burocrazia. Spesso ci vogliono ore di attesa anche per i trasferimenti urgenti. Tali tempistiche da frontiera hanno provocato più di una volta la morte di bambini e neonati in fin di vita. (S.C.)

     

     

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    18/04/2011 ISRAELE – PALESTINA
    Settimana santa, le restrizioni al confine fra Israele e Palestina fanno diminuire i pellegrini
    Alla processione per la Domenica della Palme, circa 10mila pellegrini in meno rispetto agli anni passati. Molti cristiani palestinesi bloccati alla frontiera con Israele. Il vice -cancelliere del Patriarcato latino di Gerusalemme sottolinea il clima di gioia e devozione dei pellegrini, nonostante le difficoltà.

    29/04/2013 ISRAELE - PALESTINA
    Vescovo di Gerusalemme: no al muro di Cremisan, minaccia alla pace
    Per mons. Shomali, la divisione della Valle di Cremisan approvata lo scorso 24 aprile viola le stesse leggi israeliane. Il muro circonderà su tre lati il convento e la scuola elementare situati sul lato palestinese. Al di là del muro resteranno la maggior parte delle proprietà delle suore e dei residenti del villaggio cristiano di Beit Jala.

    25/05/2011 ISRAELE - PALESTINA
    Terrasanta, in migliaia venerano le reliquie di Santa Teresa di Lisieux
    Il passaggio delle reliquie della Patrona delle missioni, iniziato lo scorso 14 marzo, è stato celebrato con processioni, momenti di preghiera e adorazione,in molte città. Per motivi di sicurezza, saltata la tappa di Gaza. L’urna con i resti mortali di Santa Teresa resterà in Terrasanta fino al 31 maggio.

    15/12/2011 ISRAELE – PALESTINA
    Natale in Terra Santa: attesi oltre 90mila pellegrini
    Il ministero israeliano del Turismo annuncia misure per facilitare il trasporto dei turisti attraverso i confini fra Israele e i territori palestinesi. A Betlemme leggero calo di presenze a causa dell’instabilità dei vicini Stati arabi.

    13/01/2011 ISRAELE-PALESTINA
    Vescovi Ue-Usa: Durano da troppo tempo i negoziati Israele-Santa Sede
    Il coordinamento episcopale per la Terra Santa denuncia: “Inascoltata la richiesta del Papa a facilitare gli spostamenti di sacerdoti e religiosi cattolici”. Un appello ai cristiani di tutto il mondo: “Ogni visita alla Terra Santa porta beneficio sia ai pellegrini che alla gente che vive qui, e specialmente alle comunità cristiane”.



    In evidenza

    GIAPPONE-VATICANO
    Mons. Kikuchi: In sintonia col papa e il card. Filoni per la missione in Giappone

    Tarcisio Isao Kikuchi

    Il vescovo di Niigata e presidente di Caritas Japan commenta a caldo il messaggio papale inviato ieri ai vescovi del Giappone. Le tappe del viaggio del card. Filoni, che toccherà anche Fukushima. Rimane ancora “irrisolta” la questione del rapporto con il Cammino neocatecumenale.


    VATICANO-GIAPPONE
    Papa ai vescovi giapponesi: Siate sale e luce della società, anche andando contro-corrente



    In occasione della visita pastorale del card. Fernando Filoni, Prefetto di Propaganda Fide, nel Paese del Sol levante, papa Francesco spinge i vescovi e la Chiesa giapponese a rinnovare il loro impegno missionario nella società, segnata da suicidi, divorzi, formalismo religioso, povertà materiale e spirituale. La richiesta di collaborare coi movimenti ecclesiali, forse in memoria delle polemiche passate con il Cammino neocatecumenale.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®