24/03/2006, 00.00
Thailandia
Invia ad un amico

Thailandia, 250 catecumeni saranno battezzati a Pasqua

di Weena Kowitwanij

Le ragioni che li hanno spinti ad avvicinarsi al cattolicesimo sono diverse. "Essere cattolico ha cambiato la mia vita – dice uno di loro – perché l'insegnamento della Chiesa mi ha spinto ad amare".

Bangkok (Asianews) – Vi saranno 250 nuovi cristiani thailandesi, provenienti da sei distretti dell'arcidiocesi di Bangkok, in occasione della prossima Pasqua. Il rito di iniziazione cristiana degli adulti si è tenuto il 5 marzo nella cattedrale dell'Assunzione e tutti saranno battezzati a Pasqua.

Dieci di loro diverranno cattolici il giorno della vigilia, nella cattedrale di Bangkok. Le ragioni che li hanno spinti ad avvicinarsi al cattolicesimo sono diverse. Uno di loro, John Pantawat Romsakorn,  racconta: "Essere cattolico ha cambiato la mia vita. Prima mi arrabbiavo molto facilmente, ma ora ho imparato il potere del perdono e lo metto in pratica. L'insegnamento cattolico è all'opposto di quello che mi è stato dato fino ad ora dal mondo materialistico in cui viviamo. Ho imparato ad amare".

"Durante le lezioni di catechismo – aggiunge – si può parlare dei propri problemi giornalieri e di come il Vangelo ci aiuta a risolverli, il modo in cui Gesù ci chiede di affrontare la vita. Sono venuto a vedere per caso ed ho trovato un tesoro che il denaro non può comprare".

Cecilia Kanokporn Ow racconta: "Una mia amica fa parte del coro e mi ha portata con lei a partecipare alle prove. Incontrando altri cattolici, mi sono incuriosita ed ho voluto saperne di più: mi sono iscritta al corso di catechismo ed ho capito la mia vera fede. La mia famigli è buddista, ma io sono adulta ed a loro non importa quale sia la mia fede: per loro ogni religione è buona, basta che venga praticata al meglio".

Mathew Meena Nareerat dice: "Prima passavo la domenica a letto, giorno di riposo dopo sei di lavoro, ma non mi sentivo mai bene del tutto. Ora aspetto la domenica con ansia, per poter incontrare i miei amici ed i catechisti. Mi sento molto felice".

Tasanee Maturossuwan, catechista responsabile del corso di iniziazione, spiega ad AsiaNews: "La maggior parte dei catecumeni erano buddisti che avevano studiato in scuole cattoliche o che conoscevano dei ragazzi cattolici. Durante i corsi hanno la possibilità di parlare di loro, considerare con un'altra ottica la loro vita e discutere delle soluzioni proposte dal Vangelo".

"Dopo il battesimo – aggiunge – abbiamo previsto sette settimane di corsi in cui vogliamo essere vicino ai nuovi cattolici, per seguirli all'inizio della loro nuova vita".

Padre Francis Vira Arphonrat, segretario generale della Commissione per l'educazione catechistica, dice: "La spiritualità dei catechisti è basata fondamentalmente sulla loro unità con Cristo, che li ha chiamati ha compiere la sua missione. Per aiutarli in questo compito, ogni diocesi thailandese li affianca con un direttore spirituale e consiglia almeno un ritiro l'anno, per scambiarsi le loro esperienze e, in questo modo, rafforzarsi ed incoraggiarsi".

Secondo le statistiche della Commissione, vi sono 2031 catechisti in tutto il Paese: di questi, 645 lavorano nei 6 distretti parrocchiali dell'arcidiocesi di Bangkok.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La testimonianza dei laici thai nella formazione dei catecumeni
22/03/2010
Hong Kong: oltre 2400 catecumeni saranno battezzati la vigilia di Pasqua
03/04/2006
Catechista thai in missione fra i tribali Hmong, a Pasqua 12 nuovi battesimi
27/03/2013
Chiesa indonesiana: Formazione e caritativa, essenziali nel cammino di catecumenato
13/04/2015
Bangkok, p. Daniele Mazza: ‘Cristo, l’incontro che cambia la vita’ dei catecumeni thai
11/10/2017 08:13