25 Luglio 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 08/07/2011
CINA - VATICANO
Timori e tensioni in Cina per una nuova ordinazione episcopale senza il mandato del papa
di Wang Zhicheng
Il candidato è p. Joseph Huang Bingzhang, ambizioso e legato al mondo politico. La Santa Sede gli ha espresso più volte la sua contrarietà. L’Associazione patriottica programma altre ordinazioni episcopali illecite.

Pechino (AsiaNews) – I cattolici cinesi sono “addolorati” e “preoccupati” alla notizia diffusa in questi giorni che il prossimo 14 luglio vi sarà a Shantou (Guangdong) una nuova ordinazione episcopale senza il mandato del papa.

La nuova prova di forza del governo sulla Chiesa cattolica avviene a pochi giorni dalla dichiarazione vaticana che rifiutava l’ordinazione episcopale di Leshan, del 29 giugno scorso, e che ricordava la scomunica latae sententiae per il candidato ordinato e per gli ordinanti (v. 04/07/2011 La Santa Sede condanna l’ordinazione episcopale di Leshan).

Se il candidato di Shantou si presenta all’ordinazione, sarà anch’esso scomunicato, come pure i vescovi ordinanti, a meno che essi possano portare prove di essere stati costretti a compiere il gesto da pressioni esterne, come è probabile.

Il candidato ad essere vescovo di Shantou è il p. Joseph Huang Bingzhang, 44 anni, votato lo scorso 11 maggio in un’elezione completamente controllata dall’Associazione patriottica (Ap) (v. 16/05/2011 L’Associazione Patriottica minaccia 10 ordinazioni episcopali senza mandato del papa).

Oltre alla manipolazione del risultato, il problema è che Shantou ha già un vescovo, nella persona di mons. Zhuang Jianjian, ordinato segretamente con l’approvazione della Santa Sede nel 2006. Ma l’Ap non lo riconosce come vescovo e ha sempre frenato la sua opera pastorale. Dal dicembre scorso egli è sempre controllato dalla polizia e la scorsa Settimana santa è stato impedito di svolgere il suo ministero.

Fonti di AsiaNews confermano che p. Huang, persona molto ambiziosa e legata al mondo politico, era stato consigliato più volte dalla Santa Sede a non candidarsi all’elezione.

Secondo informazioni di AsiaNews, l’Ap ha programmato diverse ordinazioni episcopali illecite per portare l Chiesa cinese a un scisma di fatto col il papa e la Chiesa universale.

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
08/07/2011 CINA - VATICANO
Liaoning: sacerdoti a difesa del vescovo per non farlo andare a un’ordinazione illecita
di Jian Mei
14/07/2011 VATICANO - CINA
In pochi condividono “dolore e preoccupazione” del papa per la Chiesa in Cina
di Bernardo Cervellera
11/07/2011 CINA - VATICANO
Vescovi del Guangdong rapiti dalla polizia per obbligarli all’ordinazione illecita di Shantou
di Jian Mei - W. Zhicheng
12/07/2011 VATICANO - CINA
Propaganda Fide e la scomunica di p. Lei Shiyin
25/07/2011 CINA - VATICANO
Pechino pontifica contro “le minacce” del Vaticano
di Bernardo Cervellera

In evidenza
VATICANO
Papa: sono con i cristiani perseguitati di Mosul e del Medio Oriente"Il Dio della pace susciti in tutti un autentico desiderio di dialogo e di riconciliazione. La violenza non si vince con la violenza. La violenza si vince con la pace!". All'Angelus Francesco ha commentato la parabola del buon grano e della zizzania. Dio è "paziente", sa che "la stessa zizzania, alla fine, può diventare buon grano". Ma "al tempo della mietitura, cioè del giudizio, i mietitori eseguiranno l'ordine del padrone separando la zizzania per bruciarla".
CINA - VATICANO
Pechino, i seminaristi disertano la consegna dei diplomi: Non celebriamo messa con i vescovi illecitiIl rettore del seminario è il vescovo illecito Giuseppe Ma Yinglin: gli studenti rifiutano di concelebrare con lui e respingono anche mons. Fang Xingyao, che ha partecipato a diverse ordinazioni episcopali illecite. La direzione chiude l'anno senza dare diplomi e rimanda tutti a casa: voci dicono che a settembre alcuni corsi "non ripartiranno". Il precedente del 2000, quando 130 giovani preferirono la fedeltà al Papa piuttosto che il compromesso con il governo.
HONG KONG-VATICANO-CINA
Card. Zen: Libertà religiosa e libertà civili sono unite, per la Cina e per Hong Kong
di Bernardo CervelleraConversazione a tutto campo con il vescovo emerito di Hong Kong: il coraggio di mons. Ma Daqin, che ha inviato un messaggio a papa Francesco; i cattolici sotterranei pronti anche a farsi arrestare; i sospetti sulla sincerità di Pechino nel possibile dialogo con la Santa Sede. E sul fronte di Hong Kong, la marcia per il referendum sulla democrazia; il sostegno a "Occupy Central"; la paura del governo e gli arresti. Per il card. Zen libertà religiosa e libertà civili vanno insieme.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate