26 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  •    - Mongolia
  •    - Russia
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/03/2017, 12.17

    RUSSIA

    Una multa e 15 giorni di prigione per Alexei Navalny. Le critiche di Europa e Usa



    Per Mosca molti giovani sono stati pagati per partecipare alle manifestazioni. Navalny: “Più di mille persone sono state arrestate ieri, ma è impossibile arrestare milioni”. Per Ue e Usa: un “affronto alla democrazia”.

    Mosca (AsiaNews) – Alexei Navalny, avvocato e leader di un movimento anti corruzione e anti-Putin, è stato condannato a 15 giorni di prigione e al pagamento di una multa per aver organizzato due giorni fa delle manifestazioni non autorizzate, fra le più riuscite negli ultimi anni.

    Il Cremlino ha bollato le manifestazioni come una “provocazione”, arrestando oltre mille persone che vi hanno partecipato. Gli Stati Uniti e l’Unione europea hanno invece espresso preoccupazione per gli arresti, denunciandoli come un “affronto alla democrazia”.

    Navalny è stato arrestato mentre cercava di raggiungere la manifestazione da lui indetta a Mosca. La Corte distrettuale della città lo ha condannato a una multa di 20mila rubli (circa 350 dollari Usa) e a scontare 15 giorni di prigione.

    Navalny aveva spinto alle dimostrazioni dopo aver pubblicato un video che accusa il premier Dimitri Medvedev di corruzione. Il video è stato visitato da almeno 11 milioni di persone

    Durante il processo di ieri, l’avvocato 40enne ha rivendicato la legalità dei raduni. “Le autorità sono accusate di rubare diversi milioni, ma rimangono in silenzio”, ha detto. “Più di mille persone sono state arrestate ieri, ma è impossibile arrestare milioni”.

    Il portavoce del Cremlino ha definito la protesta “una provocazione e una menzogna” e afferma che a molti giovani era stata promessa una “ricompensa finanziaria” se vi partecipavano e si facevano arrestare.

    “Sono contento – ha commentato Navalny – che sia nata nella nazione una generazione [di persone] che vogliono essere cittadini, che non sono paurosi”.

    Per Mosca i fermati sono 500 e sono stati rilasciati; per alcune ong vi sono stati oltre mille arresti e di questi ancora 120 restano in carcere.

    L’Unione europea ha chiesto alla Russia il rilascio dei dimostranti e ha espresso preoccupazione per il fatto che la polizia abbia “frenato l’esercizio delle basilari libertà di espressione, associazione e assemblea pacifica”.

    Il portavoce del Dipartimento di Stato Usa ha detto che la detenzione di “pacifici dimostranti, difensori dei diritti umani e giornalisti è un affronto al cuore dei valori democratici”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/03/2017 08:15:00 RUSSIA
    Decine di manifestazioni anti-corruzione. Arrestato Alexei Navalny

    Le dimostrazioni contro la corruzione di Medvedev e Putin. Un filmato sull’impero edilizio del premier, visto da 11 milioni di persone. Le manifestazioni non autorizzate: arrestati almeno 500 dimostranti. Raduni a Mosca, S. Pietroburgo, Novosibirsk, Krasnoyarsk, Omsk, Yekaterinburg , Vladivostok.



    29/03/2017 09:30:00 RUSSIA
    Mosca, qualcosa di nuovo nelle proteste dei giovani

    Il fatto nuovo non è Alexei Navalny, ma le manifestazioni sostenute dai giovani. Medvedev e il feticcio delle “scarpe da jogging”. Il nazionalismo di Putin perde consensi, anche a causa della crisi economica. La Russia, come il resto del mondo, vede l’impoverirsi della classe media.



    20/04/2017 11:01:00 RUSSIA
    Le feste pasquali di Mosca, fra campane, dolci e formaggi

    La festa del “Dono pasquale” si svolge nella capitale dal 12 al 23 aprile. Essa coinvolge 24 piazze del centro e 19 parchi. Si vendono prodotti tipici delle regioni russe: dolci, miele, formaggi… e campane. Il Patriarca Kirill: “Se avessimo un po' più di tempo, anch'io con il sindaco Sergej Semenovich ci faremmo volentieri un giro sulla giostra".



    19/11/2009 RUSSIA
    “Effetto Dymovsky”: contro la corruzione della polizia di Putin
    Violenze contro innocenti, abusi di potere, uccisione di civili: poliziotti denunciano le forze dell’ordine usando internet e YouTube e chiamando in causa Putin e Medvedev.

    06/04/2010 RUSSIA
    Cresce l’islamofobia dopo l’attentato al Metro di Mosca
    Ragazze musulmane aggredite perché portano il velo. Altre picchiate nella metropolitana e costrette a scendere. Scritte anti-russe e filo-islamiche. L’islamofobia fa comodo all’irredentismo caucasico, ma anche al governo centrale.



    In evidenza

    VATICANO-EGITTO
    Papa Francesco in videomessaggio: Caro popolo d’Egitto…

    Papa Francesco

    In occasione della sua visita al Paese (28-29 aprile), oggi papa Francesco ha trasmesso un videomessaggio al popolo egiziano. “Il nostro mondo, dilaniato dalla violenza cieca – che ha colpito anche il cuore della vostra cara terra – ha bisogno di pace, di amore e di misericordia; ha bisogno di operatori di pace”.


    ISLAM
    Le radici dell’islamismo violento sono nell’islam, parola di musulmano

    Kamel Abderrahmani

    Dopo ogni attentato terrorista si tende a dire: “Questo non è l’islam”. Eppure quegli atti criminali sono giustificati e ispirati dai testi che sono il riferimento dei musulmani e delle istituzioni islamiche nel mondo. È urgente una riforma dell’islam dall’interno, da parte degli stessi musulmani. La convivenza con le altre religioni è la strada per togliere l’islam dalla sclerosi e dalla stagnazione.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®