25/08/2006, 00.00
VIETNAM
Invia ad un amico

Vietnam del nord, la diocesi "salvata" dalla preghiera

di Nguyen Van Tranh

A Bac Ninh i cattolici hanno vissuto decenni senza sacerdoti, scappati  dal comunismo. Ma i laici hanno mantenuto viva la preghiera e oggi si cerca di trasmetterne il valore e l'importanza ai giovani, con un'originale iniziativa.

Hanoi (AsiaNews) – Decenni vissuti senza sacerdoti, in fuga dal nord comunista, non hanno impedito alla diocesi di Bac Ninh, in Vietnam, di mantenere viva la sua fede. La preghiera comune, portata avanti dai laici tra mille difficoltà, ha fatto sì che oggi questa comunità, che ha visto gli albori della Chiesa vietnamita, su una popolazione di oltre 6 milioni, conti più 123mila fedeli, 27 preti e 299 suore. Ma il dato più incoraggiante è rappresentato dagli oltre 4500 giovani, che frequentano il Catechismo.

La centralità che svolge la preghiera in questa diocesi ha spinto i suoi leader a promuovere una sorta di gara molto particolare tra i ragazzi, conosciuta ormai come "esame di preghiera cattolica". Dal 1990 ogni due anni i teenagers della comunità si riuniscono per diversi giorni con i loro educatori e sostengono prove sull'argomento. Quest'anno, dal 31 luglio al 13 agosto, un totale di 4574 ragazzi tra i 14 e i 18 anni è arrivata al vescovado di Bac Ninh dai distretti di Dong Chuong, Vinh Phu, Thai Nguyen, Bac Giang, Gia Luong e Bac Ninh. Insieme a loro anche molti laici responsabili delle varie parrocchie.

Oltre agli esami sulle preghiere, i candidati hanno risposto a domande sul testo di una lettera della Conferenza episcopale vietnamita dal titolo "Vivere con la Parola di Dio". Membri della commissione d'esame erano suore e seminaristi della diocesi. In generale i ragazzi hanno superato bene le prove e i promossi hanno ottenuto il diploma di "Bang Thi Kinh" (esame del libro di preghiera). A quelli passati con il risultato migliore è stata regalata una Bibbia.

Dopo la grande migrazione del 1954 dal nord comunista al sud del Vietnam, la maggior parte delle parrocchie per anni non ebbero più sacerdoti ad officiare messa o a insegnare il Catechismo ai bambini. I laici rimasti però continuavano a pregare organizzando incontri il mattino presto o la notte.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Bac Ninh, morto mons. Quang Tuyen: aveva ridato vita alla Chiesa locale
26/09/2006
Aborto, pastorale e repressione: le sfide del “vescovo dei lebbrosi”
18/07/2011
Nel difficile momento della Chiesa vietnamita, l’ordinazione del vescovo di Bac Ninh
08/10/2008
Se chiediamo di ridarci le nostre chiese non ce le danno, se chiediamo di ri-concedercele, forse
29/05/2009
Hanoi chiede ai vescovi pareri su una nuova legge sulle fedi, che viola la libertà religiosa
04/05/2015