29/05/2020, 08.59
USA-UE-HONG KONG
Invia ad un amico

Washington guida il fronte di condanna della legge per Hong Kong

Ne fanno parte anche Regno Unito, Australia e Canada. Per questi il provvedimento è  contrario agli impegni internazionali assunti dal governo cinese. Usa e Gran Bretagna minacciano ritorsioni. Unione europea: violata la Basic Law.

Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) – Un fronte internazionale guidato dagli Stati Uniti condanna la legge sulla sicurezza per Hong Kong voluta da Pechino. In una dichiarazione congiunta, Usa, Regno Unito, Australia e Canada invitano la Cina a rivedere la sua decisione, che a detta loro è contraria agli impegni internazionali assunti dal governo cinese.

Il riferimento è all’accordo sino-britannico del 1984, che ha regolato il passaggio di Hong Kong dalla sovranità di Londra a quella di Pechino nel 1997, e assicura alla città un elevato grado di autonomia dalla madrepatria fino al 2047.

Il nuovo provvedimento è stato approvato ieri dall’Assemblea nazionale del popolo, il parlamento cinese. Esso punisce gli “atti” e le “attività” che mettono in serio pericolo la sicurezza nazionale. Gli abitanti di Hong Kong potranno essere arrestati per sovversione, secessione, terrorismo e collaborazione con forze straniere che interferiscono negli affari della città.

Gli Stati Uniti stanno valutando se cancellare le preferenze commerciali accordate a Hong Kong, come quelle finanziarie e in tema di visti di ingresso. Washington minaccia anche di imporre sanzioni e nuovi dazi a Pechino. Londra assicurerà la cittadinanza ai cittadini di Hong Kong che possiedono un passaporto britannico.

Anche l’Unione europea si è detta preoccupata per la mossa di Pechino. Josep Borrell, capo della diplomazia europea, ha dichiarato ieri alle Nazioni Unite che la nuova legge non è conforme né agli accordi internazionali sottoscritti dai cinesi né alla Basic Law, la mini-Costituzione di Hong Kong.

Finora Taiwan è l’unico Paese asiatico ad aver condannato in modo netto il provvedimento. La presidente taiwanese Tsai Ing-wen ha annunciato ieri che entro questa settimana il suo esecutivo metterà a punto un meccanismo per offrire assistenza umanitaria ai cittadini di Hong Kong che intendono chiedere asilo nell’isola.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Trump: Cancellare il trattamento speciale per Hong Kong
30/05/2020 11:18
Pechino arresta tre attivisti che sostengono Hong Kong contro la legge sulla sicurezza
02/06/2020 09:40
Taiwan unico in Asia a condannare Pechino per la legge su Hong Kong
28/05/2020 14:40
La Anp approva la legge sulla sicurezza per Hong Kong
28/05/2020 09:49
Hong Kong, legge sulla sicurezza: Washington sanziona Carrie Lam
08/08/2020 09:41