01/09/2017, 10.29
INDONESIA
Invia ad un amico

West Papua, nella ‘città della Bibbia’ ordinati sacerdoti quattro agostiniani

di Mathias Hariyadi

Manokwari (diocesi di Manokwari-Sorong) è una città a maggioranza cristiana. La cerimonia ha avuto luogo il 28 agosto scorso. Presenti 50 sacerdoti, due vescovi indonesiani in pensione e il superiore provinciale dell’ordine. Due dei quattro sono tribali locali, gli altri vengono dalla provincia di East Nusa Tenggara. Il giorno precedente, consacrata la nuova chiesa dedicata a S. Agostino.

Sorong (AsiaNews) – L’Ordine dei frati di Sant’Agostino festeggia nella diocesi di Manokwari-Sorong (provincia di West Papua) quattro nuove ordinazioni sacerdotali. Poiché negli ultimi anni il numero degli agostiniani in Indonesia è molto diminuito, ciò rappresenta un evento straordinario per la congregazione locale, che fa ora capo alla provincia delle Filippine.  

La cerimonia ha avuto luogo il 28 agosto scorso, festa di Sant’Agostino, nella remota regione insulare, alla presenza di 50 sacerdoti, due vescovi indonesiani in pensione e il superiore provinciale dell’Ordine. Mons. Datus Hilarion Lega, vescovo della diocesi di Manokwari-Sorong ha presieduto la funzione insieme all’arcivescovo emerito di Medan (North Sumatera) mons. Alfred Gonti Pius Datubara e mons. Joseph Theodorus Suwatan, vescovo emerito di Medan (North Sulawesi).

P. Istoto Raharjo, sacerdote di Java in “missione domestica” nella diocesi, racconta ad AsiaNews che i quattro neo-ordinati sono Athanasius Bame, Philipus Sedik, Stevanus Alo e Mikael Janggu. “P. Atan Bame e p. Philip Sedik sono nativi di Papua – afferma il sacerdote – p. Mikael e p. Stefanus Alo vengono da Manggarai e Sikka Maumere, provincia di East Nusa Tenggara”.

Durante l’omelia, mons. Lega ha invitato i nuovi sacerdoti a rimanere fedeli a Cristo ed alla sua Chiesa nella loro missione pastorale. “Rimanete umili”, ha detto il vescovo. “Fedeli alla Chiesa significa che i sacerdoti sono spiritualmente legati al loro impegno per la preghiera e la messa al sicuro della loro vita consacrata, nonostante siano occupati dalle opere e dalle attività pastorali”.

Il presule ha ribadito che i sacerdoti sono chiamati a portare avanti una missione pastorale e non politica. In ricordo di S. Agostino, ogni sacerdote e seminarista dell’ordine è tenuto a seguire il percorso di vita del santo, segnato da due aspetti: la semplicità e la vita consacrata.

Il giorno precedente, a Manokwari è stata consacrata la nuova chiesa dedicata a S. Agostino. La città è conosciuta in Indonesia come la “città della Bibbia”, perché la maggioranza della sua popolazione è cristiana, in particolare cattolica.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Sorong, la diocesi celebra i 70 anni della cattedrale con due ordinazioni sacerdotali
05/12/2017 12:10
Chiesa indonesiana: educhiamo i giovani al rispetto dell’ambiente e dei “paradisi di corallo”
27/02/2016 10:52
Papua, oltre 700 cattolici locali al ‘Raduno della gioventù missionaria’
11/07/2017 15:19
Papua: il dramma dei rifugiati, "cittadini di serie B" dimenticati dal mondo
31/10/2013
Vita consacrata: testimoni di fede, prima che professionisti
26/11/2004