20 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 10/12/2012, 00.00

    CINA

    Xi Jinping nel Guangdong, la polizia spezza con la violenza le proteste



    Il nuovo leader comunista ricalca le orme di Deng Xiaoping e va nel sud del Paese per spronare gli industriali a “affrontare le complicate sfide accelerando le riforme economiche”. Ma gli operai che sfruttano la sua visita per protestare vengono picchiati e arrestati dagli agenti di pubblica sicurezza.

    Guangzhou (AsiaNews) - I fondamentali economici di lungo termine della Cina "sono buoni, ma il Paese deve prepararsi a complicate sfide e quindi occorre accelerare le riforme economiche". Lo ha detto il nuovo leader assoluto del Paese, Xi Jinping, nel corso della sua visita nella ricca provincia meridionale del Guangdong.

    Xi intende ricalcare le orme del famoso "viaggio a Sud" di Deng Xiaoping - avvenuto nei primi anni Novanta - per tracciare una "linea ideale" fra le due presidenze. Tuttavia, nel corso della visita si sono verificati scontri violenti fra la polizia e gruppi di lavoratori locali che manifestavano contro le diverse ingiustizie che subiscono su base quotidiana.

    Il nuovo leader comunista, che entrerà nel pieno dei suoi poteri a marzo, è intervenuto all'incontro con gli industriali locali riuniti per il Forum economico meridionale di Guangzhou. Nel corso del suo intervento ha spiegato che "accelerare la ristrutturazione è il senso dei tempi, e quindi non deve essere ritardata".

    Nel corso del suo viaggio, Xi ha reso omaggio alla statua di Deng eretta a Shenzhen dopo il viaggio del 1992. Secondo Huang Jing, professore di Scienze politiche presso l'Università nazionale di Singapore, "è il momento di ricordare al popolo cinese che soltanto continuando con le riforme di Deng la Cina può attraversare il fiume in cui si trova. Perché al momento il Paese è a metà strada, dove l'acqua scorre più forte e i sassi sono più aguzzi".

    L'afflato riformista del nuovo presidente non cambia però la gestione ordinaria delle proteste pubbliche. La polizia di Shenzhen ha infatti interrotto con la violenza lo sciopero di circa 3mila operai di una stamperia del distretto di Baoan, che hanno incrociato le braccia lo scorso venerdì e hanno bloccato una parte della superstrada. Dopo più di 8 ore sono intervenuti gli agenti, che hanno picchiato con violenza e poi arrestato diversi operai.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/08/2004 cina
    Elogi e critiche all'eredità di Deng Xiaoping

    I festeggiamenti per i 100 anni dalla nascita del "grande architetto", occasione per un bilancio sul bene e sul male della politica del Partito Comunista



    20/07/2012 CINA
    Bao Tong boccia Wen Jiabao: “Ha tradito tutti”
    A Hong Kong esce un nuovo libro del grande dissidente, che raccoglie un centinaio di suoi scritti. Dopo aver ascoltato l’ultimo discorso alla nazione da premier di Wen Jiabao, commenta: “Non si è diplomato. Non fa altro che ripetere quello che diceva Deng Xiaoping, facendo il finto liberale”.

    10/06/2014 CINA
    Xi Jinping vuole dimenticare Tiananmen (e tutto ciò che è avvenuto prima)
    Prima del massacro del 4 giugno, Deng Xiaoping e i suoi avevano lanciato una serie di riforme politiche destinate a rimodellare il sistema di poteri fra lo Stato e il Partito comunista, ridimensionando il ruolo dell'esercito e aprendo la porta a una graduale democratizzazione del Paese. Il nuovo presidente ha scelto di invertire la rotta, sostenendo nazionalismo e repressione in nome della sicurezza e della stabilità economica. Un'analisi del grande esperto di Cina, per gentile concessione della Jamestown Foundation. Traduzione a cura di AsiaNews.

    09/03/2017 15:12:00 CINA
    Wei Jinsheng: “Da liberale, Xi è divenuto un dittatore”

    L’atteggiamento di Xi porterà al collasso del regime comunista. Egli pensa di essere più forte di Mao Zedong, ma oggi come oggi, per Xi è del tutto impossibile ingannare i cinesi con il Marxismo-Leninismo. Una valutazione dei primi cinque anni di governo di Xi ad opera del grande dissidente.



    09/10/2015 CINA
    Cina, l’economia rallenta e aumentano scioperi e proteste per i salari
    Il China Labour Bulletin pubblica i dati relativi al terzo trimestre 2015: quasi 600 rivendicazioni sindacali nel Paese, piagato da contrazione del settore manifatturiero e dalla corruzione dei datori di lavoro. In aumento anche le proteste estreme: in 10 giorni, tre gruppi di operai si sono suicidati nella sola Jiaxing.



    In evidenza

    CINA
    Liu Xiaobo: una fiaccola che illumina la civiltà umana



    La testimonianza del grande dissidente non violento, lasciato morire di cancro, è il più alto contributo all’umanità negli ultimi (sterili) 500 anni di storia cinese. Il ricordo di Liu (e di sua moglie) da parte di un sacerdote del nord della Cina.


    INDIA
    Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso



    Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®