26 Giugno 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 21/05/2014, 00.00

    CINA

    Zhejiang, la lista e le foto di 64 chiese cristiane demolite



    Luoghi di culto distrutti, croci divelte o fatte saltare in aria, scontri con i fedeli. È il risultato della campagna contro i cristiani del Zhejiang, che in circa un mese hanno subito la persecuzione del governo contro i propri edifici. Continua la campagna ufficiale per demolire la "Gerusalemme d'Oriente".

    Roma (AsiaNews) - Oltre 60 chiese cristiane della provincia meridionale del Zhejiang sono state demolite, hanno subito la "decapitazione" delle proprie croci oppure sono state costrette dal governo provinciale a coprire i simboli religiosi. Le date nella lista che pubblichiamo in basso non sono quelle della demolizione, ma quelle in cui sono state scattate (e poi pubblicate su internet) le foto che provano questo martirio (v. griglia in basso, il numero si riferisce all'edificio distrutto nella lista). La città di Wenzhou - nota come "la Gerusalemme d'Oriente" per la grande presenza cristiana - è quella più colpita per numero di chiese demolite. La Contea di Yongjia è quella con più croci abbattute, ed è qui che è stata buttata giù la grande chiesa di Sanjiang, costruita con il permesso del governo e costata quasi 5 milioni di dollari.

    Dopo la campagna contro le chiese e gli edifici cristiani ufficiali, corre voce nella provincia che dalla fine di maggio potrebbe partire una nuova campagna contro le chiese domestiche. Secondo alcune fonti, il governo ha intenzione di colpire almeno 85 di queste chiese, dove si riuniscono i cristiani che non vogliono iscriversi alle organizzazioni preposte dal governo per il loro controllo. Alcune delle chiese di Yongjia sono state già costrette dal governo a chiudere le scuole di catechismo domenicale per i minori. Di seguito la lista completa e le immagini delle demolizioni.

    1)      Il primo gennaio la chiesa del villaggio di Gou - cittadina di Liangzhu, distretto di Yuhang, Hangzhou - è stata costretta dal governo a rimuovere la croce dalla vetta.

    2)      Il 27 febbraio è toccato alla croce della chiesa cristiana di Huanghu - distretto di Yuhang, Hangzhou.

    3-5) Le croci sulle chiese Gulou, Sandun e Xingqiao (Hangzhou) sono nella lista delle "demolizioni entro breve".

    6) Il 27 febbraio il governo ha imposto alla chiesa Baiquan - distretto di Dingha, Zhoushan - di demolire la propria croce entro due giorni. Il 4 aprile, più di 100 fra agenti dell'anti-terrorismo e paramilitari hanno circondato la chiesa e hanno buttato giù la croce. Registrata presso il governo, la chiesa è stata costruita 15 anni fa. L'edificio e la sua costruzione erano stati entrambi approvati dal governo e rispettavano tutti i canoni di legge.

    7) All'inizio di aprile, le autorità hanno rimosso con la forza la croce della chiesa Gangtou - cittadina Yantou, contea di Yongjia, Wenzhou.

    8) Il 4 aprile i poliziotti hanno chiuso la casa di accoglienza della chiesa Jiangjiaqiao - contea di Yuewing, Wenzhou - per demolirla. L'operazione è al momento ancora in stallo grazie alla resistenza dei fedeli.

    9) Il 4 aprile il governo ha inviato un avviso di demolizione alla chiesa Guangming - cittadina Rui'an, Wenzhou. Lo stesso giorno le autorità hanno ordinato a tre chiese del distretto industriale di Shibaja, nella stessa zona, di demolire parte dei propri edifici entro il 10 aprile.

    10) Il 4 aprile il governo ha abbattuto una parte della chiesa in costruzione di Rui'an.

    11) Il 4 aprile, il governo ha inviato le squadre anti-terrorismo nella chiesa cattolica della contea di Pingyang, Wenzhou. I fedeli sono stati picchiati per essersi opposti alla demolizione: uno di loro, coperto di sangue, è caduto a terra ed è stato portato via. La chiesa è stata demolita dai bulldozer.

    12) L'8 aprile le autorità hanno inviato un ordine di demolizione per la croce della chiesa Baduzhen - città di Longquan, distretto di Lishui - perché "troppo evidente".

    13) Un centro di preghiera cristiano di Rui'an è stato costretto ad abbattere la propria croce e alcune parti della propria struttura.

    14) La chiesa Lushan - cittadina di Lingxi, contea di Cangnan, Weizhou - è stata "preallertata" per la prossima demolizione.

    15) Il 9 aprile le autorità del distretto Ouhai - Wenzhou - hanno imposto la demolizione del campanile della chiesa Tengqiaodaima "entro il 17 aprile". La struttura era in costruzione.

    16) L'11 aprile la chiesa Gaoloudilai - a Rui'an - è stata costretta a demolire la propria croce.

    17) L'11 aprile le autorità hanno avvertito della prossima demolizione la chiesa Xiangjiangxindu, sempre a Rui'an, e hanno coperto la sua croce con dei panni neri.

    18) Il 12 aprile è stata demolita la croce della chiesa Baihe - contea di Tiantai, Taizhou.

    19) Il 15 aprile le autorità del distretto di Yinzhou - a Ningbo - hanno inviato un avviso di demolizione per la croce della chiesa Xiaying. Nel testo, avvertono che se la croce "non cadrà entro il 20 maggio, tutta la chiesa sarà demolita". Il luogo di culto era stato costruito nel 2013.

    20) Il 16 aprile la chiesa Baixiang di Yueqing ha ricevuto un ordine di demolizione. Era ancora in costruzione.

    21) Il 22 aprile le autorità hanno inviato alla chiesa Chengguan di Wenling un ordine di demolizione. La chiesa ha tutti i documenti in ordine.

    22) Il 28 aprile, la chiesa Sanjiang di Yongjia è stata demolita completamente.

    23) Il 25 aprile è stata demolita la croce della chiesa Shuiyang, a Linhai. La chiesa è stata costruita 14 anni fa.

    24) Il 23 aprile è stata demolita la croce della chiesa De'en di Jiaojiang.

    25) Il 29 aprile le autorità hanno distrutto gli edifici parrocchiali delle chiese Xiaanshan, Cheng'an, Linshan e Rendi. Si trovano tutte a Tengqiao, nel distretto di Lucheng a Wenzhou.

    26) Il 30 aprile il governo ha imposto alla chiesa evangelica Zengshan di Pingyang di demolire entro il 4 maggio i propri edifici.

    27) L'1 maggio i bulldozer hanno buttato giù diverse parti della chiesa cattolica Rendi a Tengqiao, zona di Wenzhou.

    28) Il 2 maggio è stata demolita la chiesa Anji di Huzhou.

    29) Nel mese di maggio sono stati demoliti i simboli cristiani della chiesa Zhu'en, in Zhenxing Road a Yiwu.

    30) Il 4 maggio le autorità hanno demolito la chiesa cattolica Longgangshan, a Liu City, nei pressi di Wenzhou.

    31) Il 4 maggio sono stati demoliti gli edifici annessi alla chiesa Feng'ao, nella contea di Cangnan a Wenzhou.

    32) Il 5 maggio le autorità hanno convertito la chiesa Getian di Yaze in un "Auditorium culturale per il villaggio Getian".

    33) Il 5 maggio le autorità hanno rimosso la croce della chiesa Dingqiao a Haining. La chiesa era stata "avvertita" il 22 aprile.

    34) Il 6 maggio è stata abbattuta la chiesa Wu'ai, in costruzione a Cangnan.

    35) Il 6 maggio le autorità hanno demolito la croce della chiesa Baixi a Yandang, contea di Yueqing. La costruzione della chiesa era stata approvata dal governo, e i fedeli avevano tutti i documenti in regola. Il governo aveva persino approvato la croce, e la congregazione aveva ridotto di diverse decine di centimetri la sua altezza per essere in regola con le autorità.

    36) Il 6 maggio le autorità hanno abbattuto la chiesa Bao'ao, nell'area di Nanxi'ao.

    37) Il 7 maggio la croce della chiesa cattolica Taoyuan, a Pingyang, è stata coperta con dei panni.

    38) Stesso trattamento, il 6 maggio, per la croce della chiesa Shamen a Ouhai.

    39) Il 7 maggio è stata demolita la croce della chiesa Qiaosi, a Hangzhou.

    40) L'8 maggio sono state rimosse la croce e le indicazioni per la chiesa cristiana Wuchang, Hangzhou.

    41) L'8 maggio è stata demolita la croce della chiesa cattolica della contea di Cangnan.

    42) L'8 maggio è stata demolita la croce della chiesa avventista di Lingxi, a Cangnan.

    43) L'8 maggio è stata demolita la chiesa Hebing a Longwan, Wenzhou. Sotto la sorveglianza della polizia (armata), l'edificio è crollato in meno di 2 ore.

    44) Il 9 maggio è stata la volta della chiesa del villaggio Shangwan, a Longwan.

    45) Il 12 maggio le autorità hanno inviato alla chiesa Bethany di Wenzhou un'ordinanza in cui impongono la proibizione di riunioni cristiane.

    46) I segnali che indicavano la chiesa Bingwang di Yiwu sono stati rimossi.

    47-49) Demolite le croci delle tre chiese di Jiande.

    50-52) Verso la metà di maggio sono state demolite la croce della chiesa Shuangheyan e gli edifici annessi alle chiese Huangtian e Fengbu, tutti in costruzione.

    53) Il 16 maggio le autorità hanno demolito la croce della chiesa del "Piccolo gregge" di Yangshancang, nella conte di Yongjia a Wenzhou.

    54) Il 16 maggio viene demolita la croce della chiesa Heyu a Shanglu, contea di Yongjia.

    55) Sempre il 16 maggio crolla anche la croce del "Piccolo gregge" di Zhikou, Yongjia.

    56) Stessa sorte per la chiesa Shangang, contea di Yongjia.

    57) Demolita la croce della chiesa Zhang'ao, contea di Yongjia.

    58) Demolita la croce della chiesa Jiuzhang a Yantou, contea di Yongjia.

    59) Il 17 maggio le autorità fanno saltare in aria la croce della chiesa Lutian, contea di Yongjia.

    60) Demolita la croce della chiesa di Ruo'ao, contea di Yongjia.

    61) Demolita la croce della chiesa Huangun, contea di Yongjia.

    62) Le autorità coprono con dei tessuti la croce della chiesa Lishe, distretto di Yinzhou a Ningbo.

    63) Il 17 maggio le autorità abbattono la croce della chiesa cattolica Henglan'ao di Wuniu Street a Yueqing.

    64) Il 17 maggio viene demolita la croce della chiesa Yantan, contea di Yongjia.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/06/2014 CINA
    Wenzhou, la polizia minaccia i cristiani che vogliono proteggere chiese e croci
    Prevista per oggi una manifestazione silenziosa davanti agli uffici del governo della contea di Pingyang: i leader di tutte le 135 chiese cristiane di Pingyang (iscritti al Movimento delle Tre autonomie) avevano confermato la presenza alla manifestazione. Le autorità li hanno "avvertiti" di possibili "guai". Un leader cristiano: "Toglieremo le croci dalle nostre chiese quando il Partito leverà la bandiera comunista dai suoi edifici".

    24/06/2015 CINA
    Zhejiang, demolita una croce ad Hangzhou. Programmata un’altra demolizione a Jinhua
    La chiesa di Panshi aveva tutti i documenti in regola e appartiene al Movimento delle tre autonomie (chiese protestanti ufficiali). La polizia ha lavorato tutta la notte per svellere la croce, mentre i fedeli pregavano impotenti e tenuti lontano dalle transenne. Nel 2012, all’inaugurazione, l’edificio era stato elogiato nei giornali locali per la sua “forma delicata, un design bello, funzionale e completo”. La campagna "Tre revisioni e una demolizione" ha già colpito oltre 425 chiese.

    21/12/2015 CINA
    Il Pcc vede in Gesù un nemico politico: Ecco perché vuole abbattere i cristiani
    Un pastore protestante spiega la campagna di persecuzione contro i cristiani che il governo di Pechino continua a portare avanti: “Il governo ritiene il cristianesimo un gruppo politico indipendente. La sua organizzazione riflette la definizione di moderna società civile, ed è un’entità sociale indipendente dallo Stato. La chiesa cristiana è un’intermediaria per uno spazio auto-governato, pluralistico e aperto”. La Santa Croce e le chiese “sono espressioni della presenza fisica delle chiese nello spazio pubblico, e ritenute simboli di potere sociale”. Ecco perché le demoliscono.

    26/02/2016 11:28:00 CINA
    Zhejiang, difendeva la sua croce: pastore protestante condannato a 14 anni

    Bao Guohua, la moglie e altri 10 fedeli protestanti di Jinhua riconosciuti colpevoli di “appropriazione indebita, turbamento dell’ordine pubblico, attività commerciali illecite, occultamento di documenti e fatture finanziarie”. Aveva assunto 11 avvocati per evitare la demolizione del simbolo sacro dalla sua chiesa. La “confessione” televisiva dell’avvocato Zhang Kai: “Volevo soldi e fama, ho usato la religione per farmi conoscere. Gli stranieri mi hanno fomentato contro il governo”.



    27/01/2015 CINA
    Zhejiang, arrestata una giornalista di Hong Kong: indagava sulla demolizione delle croci
    La donna, Jiang Yannan, è stata rilasciata dopo un lungo interrogatorio: seguiti i suoi movimenti e molestati coloro che ha intervistato. Le autorità hanno buttato giù più di 400 croci cristiane all'interno di una campagna governativa di "rettifica". Giornalisti cinesi sempre più nel mirino: ancora nessuna notizia di Zhang Miao e Xin Jian.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Confusione e polemiche per il silenzio del Vaticano sul caso di mons. Ma Daqin di Shanghai

    Bernardo Cervellera

    Per alcuni l’articolo di mons. Ma con cui elogia l’Associazione patriottica, riconoscendo i suoi “errori”, è solo “fango”. Per altri egli si è umiliato “per il bene della sua diocesi”. Molti esprimono perplessità per il silenzio della Santa Sede: silenzio sul contenuto dell’articolo; silenzio sulla persecuzione subita dal vescovo di Shanghai. Il sospetto che in Vaticano si vede bene lo svolgimento del “caso” Ma Daqin che però fa emergere un problema: la Lettera di Benedetto XVI (con cui dichiara l’AP non compatibile con la dottrina cattolica) è abolita? E chi l’ha abolita? Il rischio di una strada di compromessi senza verità.


    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin: il testo della sua “confessione”

    Mons. Taddeo Ma Daqin

    Con un articolo pubblicato sul suo blog, il vescovo di Shanghai, dimessosi dall’Associazione patriottica quattro anni fa, sembra “confessare” il suo errore e esalta l’organismo di controllo della Chiesa. Riportiamo qui il testo quasi integrale del suo intervento. Traduzioni dal cinese a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®