17/02/2012, 00.00
RUSSIA
Invia ad un amico

Ancora un mufti ucciso nel Caucaso russo

di Nina Achmatova
A Stavropol attentato contro il vice mufti regionale: la sua macchina esplosa sopra un ordigno. Si segue la pista dell'estremismo, ma anche quella di una vendetta personale.

Mosca (AsiaNews) - Non si fermano gli omicidi contro leader religiosi musulmani nel Caucaso russo. L'ultima vittima è il vice mufti di Stavropol, Kurmani Ismailov, ucciso mentre viaggiava nella sua auto, lo scorso 13 febbraio, con un ordigno composto da 400 grammi di Tnt.

Sul suo caso è stata aperta un'indagine e gli inquirenti stanno valutando quattro piste, come ha fatto sapere il Comitato investigativo locale: estremismo islamico, vendetta personale, teppismo e debiti.

Gli inquirenti ritengono che il movente possa essere legato "all'attività di Ismailov". Secondo il sito Kavkazsky Uzel (nodo caucasico), il mufti era "una delle personalità islamiche più influenti in Russia". Era stato arrestato l'anno scorso per sospetto possesso di esplosivo illegale, ma rilasciato prima ancora che venisse formulata un'accusa. Il mufti di Stavropol, Muhammad Rakhimov, ha dichiarato a Interfax che il suo vice non aveva mai raccontato di essere stato minacciato. "Era una persona che cercava sempre di smussare i conflitti e mai di approfondirli", ha dichiarato. 

Non si tratta del primo attacco verso un'autorità religiosa nel Caucaso russo. Imam e mufti sono diventati negli ultimi anni bersaglio frequente di attentati: nel 2006 si era registrata una vera e propria campagna di assassini mirati verso religiosi ufficiali, come risposta alle critiche più esplicite al wahabismo mosse dalle moschee locali, su richiesta del Cremlino impegnato nel contenere i movimenti separatisti.

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Mosca e Ankara propongono la piattaforma 3+3 per il Caucaso
13/12/2021 08:56
Il nuovo impero ottomano di Erdogan avanza nel Caucaso e in Asia centrale
03/07/2021 09:23
Nel Daghestan si condanna come ‘estremista’ la teologia islamica più aperta e moderna
05/06/2018 09:58
Dagestan, ucciso il rettore di un ateneo islamico. Il ricordo della Chiesa russa
13/06/2011
Consiglio supremo dei musulmani in Russia, per frenare l’estremismo
19/02/2010


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”