28/08/2019, 08.56
PALESTINA
Invia ad un amico

Attentati suicidi a Gaza: uccisi tre poliziotti palestinesi

Dietro gli attacchi vi sarebbero alcuni militanti locali dello Stato islamico. Una risposta alle operazioni condotte da Hamas contro uomini del “Califfato”. Le autorità che controllano la Striscia hanno dichiarato lo stato di emergenza. Centinaia fra agenti e poliziotti pattugliano le strade. 

Gaza (AsiaNews/Agenzie) - Alcuni kamikaze, con tutta probabilità affiliati allo Stato islamico (SI, ex Isis), hanno colpito due diversi punti di controllo della polizia palestinese a Gaza, uccidendo tre agenti della sicurezza. È quanto affermano fonti palestinesi, secondo cui gli attacchi sono conseguenza di una serie di operazioni condotte da Hamas, che controlla la Striscia, contro alcuni miliziani locali legati al “Califfato”. 

Una fonte vicina ad Hamas, interpellata dalla Bbc, conferma che uno degli attentatori che ha colpito nella notte fra il 27 e il 28 agosto era già stato segnalato e arrestato in passato. 

Nel primo attacco, sferrato da un attentatore suicida a bordo di una moto imbottita di esplosivo, sono morti due poliziotti e un terzo palestinese è rimasto ferito. Il ministero degli Interni di Hamas aggiunge che la seconda esplosione è avvenuta a un’ora circa di distanza e ha ucciso un terzo ufficiale e ferito diverse persone. 

Le autorità che controllano la Striscia hanno dichiarato lo stato di emergenza in tutta l’area e le forze di sicurezza sono in stato di massima allerta. Centinaia fra agenti in borghese e poliziotti pattugliano le strade e le vie di comunicazione principali di tutta Gaza.

Già in passato la Striscia è stata teatro di attacchi sferrati da gruppi estremisti salafiti e miliziani jihadisti. Hamas è stato spesso criticato dai gruppi salafiti più radicali; una serie di arresti fra militanti e sostenitori avevano scatenato le ire dei fondamentalisti, che hanno risposto minacciando violente rappresaglie. Il numero dei militanti salafiti nella Striscia è impossibile da verificare: i capi del gruppo parlano di migliaia, mentre per Hamas sarebbero solo alcune decine.

Di recente Hamas, che controlla la Striscia dal 2007 dopo averla sottratta all’Autorità palestinese guidata da Mahmoud Abbas, ha rilasciato alcuni membri di questi gruppi estremisti, compresi miliziani dell’Isis, come “gesto di buona volontà”. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Hamas verso la riconciliazione con Fatah. Dai vertici palestinesi invito alla cautela
18/09/2017 08:59
Pechino si offre come mediatrice per il dialogo Israele-Palestina
17/05/2021 08:49
Gaza: Israele vota la tregua, mentre si continua a morire
17/01/2009
L’Egitto apre i confini con Gaza. Proteste di Israele
28/05/2011
Uri Avnery: Gaza, da 'seconda Singapore' a prigione a cielo aperto
09/06/2018 09:00


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”