14/11/2011, 00.00
INDONESIA
Invia ad un amico

Bogor: il sindaco chiude le strade di accesso alla Yasmin Church violando la legge

di Mathias Hariyadi
Il sindaco della città permette agli estremisti musulmani di impedire il passaggio ai cristiani, ieri costretti a celebrare in casa le funzioni domenicali. Appello dell’organizzazione dei diritti umani al Presidente indonesiano: “Signor Presidente, Lei è l’ultima speranza per la Yasmin Church di veder rispettati i suoi diritti”.
Bogor (AsiaNews) – I cristiani di Bogor, a cui viene impedito l’accesso alla chiesa della Yasmin Church (Kgi), e a cui viene impedita la preghiera in strada, ieri hanno cominciato a celebrare a casa le funzioni religiose della domenica. A dispetto delle forti critiche, e dell’attenzione internazionale dedicata al caso, il sindaco di Bogor, Diani Budiarto, sfida l’opinione pubblica e la magistratura esercitando un potere eccessivo, bloccando tutte le strade di accesso al sito della Yasmin Church. Una dozzina di agenti di sicurezza locale, in borghese, e la polizia, non hanno però impedito a un gruppo di estremisti anti-cristiani di bloccare la via di accesso alla chiesa. Alla fine i cristiani hanno compiuto le celebrazioni della domenica nella casa di uno dei fedeli. (11/11/2011 West Java, intellettuali musulmani e cristiani contro il sindaco che vuole cancellare una chiesa protestante)

E’ la prima volta da mesi che questo accade, a seguito della decisione di Budiarto di “congelare” il dossier che riguarda la costruzione della chiesa, pur avendo questa tutti i permessi. In un messaggio inviato ad AsiaNews il portavoce della Kgi, e avvocato, Bona Sigalingging, ha affermato che l’opposizione islamica alla chiesa viene dal Muslim Indonesia Communications Forum (Forkami), presieduto da un estremista locale, Ahmad Iman. Iman pronuncia discorsi infiammati contro la Yasmin Church, e afferma, fra l’altro che i responsabili della Kgi hanno falsificato le firme dei residenti per far avanzare il loro piano di costruire la chiesa. In Indonesia un atto chiamato Imb (documenti legali per ogni costruzione) è fondamentale, e l’Imb può essere emesso solo basandosi sulla firma dei residenti del luogo in cui viene costruito l’edificio. “Questa accusa è falsa”, risponde in una dichiarazione ufficiale Sigalingging.

Ma un’altra mossa legale è prevista da parte della Indonesian Legal Aid Foundation (Ylbhi); il suo presidente, Todung Mulya Lubis, una figura molto nota nel campo dei diritti umani, ha inviato una lettera al presidente Yudhoyono per chiedergli di esercitare le sue prerogative costituzionali, in particolare di far applicare la legge. Fra i vari elementi sottolineati da Lubis, c’è questa frase: “è tempo che Lei, signor Presidente, applichi la legge senza preferenze come formulato dalla Costituzione, secondo cui ogni cittadino deve obbedire alla legge”.

La situazione della Yasmin Church, ha aggiunto Lubis, ora è disperata, dal momento che varie azioni legali non sono state applicate, e tutte le decisioni sono state rese vane da cavilli legali per la revoca dell’Imb. E il sindaco di Bogor sembra sfidare l’evidenza, a ogni costo. “Signor Presidente, Lei è l’ultima speranza per la Yasmin Church di veder rispettati i suoi diritti”, conclude Lubis.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Yasmin Church: protesta pacifica dei fedeli davanti alla residenza di Yudhoyono
13/03/2012
Ministro, sindaco e islamisti chiudono la Yasmin Church. Leader cristiano: una vergogna
11/09/2012
Cristiani indonesiani: Pentecoste davanti al Palazzo presidenziale, per la libertà religiosa
28/05/2012
West Java, una moschea accanto a una chiesa: una soluzione alla controversia sulla Yasmin Church
03/05/2012
West Java: la Pasqua “sotterranea” dei cristiani della Yasmin Church
12/04/2012