13/05/2020, 08.49
GIAPPONE
Invia ad un amico

Coronavirus: muore lottatore giapponese di sumo. Aveva 28 anni

Shobushi è il primo atleta della popolare lotta nipponica a morire per il morbo. Sospesi fino a luglio tutti gli incontri. Il ritmo di contagio è in calo, ma crescono i ricoveri. Esteso a 13 Stati il divieto di ingresso nel Paese.

Tokyo (AsiaNews/Agenzie) – Un lottatore di sumo di 28 anni è morto stamattina per complicazioni dovute al coronavirus. Shobushi (il cui vero nome è Kiyotaka Suetake) è il primo atleta della popolare lotta giapponese a morire per l’infezione polmonare; secondo le autorità dovrebbe essere anche la prima vittima sotto i 30 anni.

Shobushi è risultato positivo al Covid-19 il 10 aprile, e le sue condizioni sono peggiorate dopo una decina di giorni dal suo ricovero. Per precauzione, tutti gli incontri di sumo sono stati sospesi almeno fino al prossimo luglio.

Il ritmo di infezione è in calo nel Paese. Ad oggi, i casi di contagio sono 15892, con 71 nuovi infetti registrati nelle ultime 24 ore. Il numero dei ricoverati è cresciuto però di 1000 unità, portando il totale a 9823. I decessi sono 671 (17 in più rispetto a ieri).

Per prevenire i contagi dall’estero, ieri il governo ha esteso il divieto di ingresso nel Paese ad altre 13 nazioni (per lo più sudamericane), portando il totale a 100. La chiusura vale per chi ha trascorso le ultime due settimane in questi Stati prima del suo arrivo in Giappone.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il campione di sumo Hakuho positivo al Covid-19
05/01/2021 08:56
Coronavirus: Delhi e Tokyo estendono le restrizioni. In difficoltà le due economie
18/05/2020 08:57
Osaka: Covid-19, niente pubblico al gran torneo di sumo
09/03/2020 11:27
Dalle piramidi al sumo, il giovane lottatore egiziano che conquista Tokyo
15/06/2013
Jakarta vieta il Mudik: troppi contagi
11/05/2021 14:54


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”