19/11/2011, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Laici e cristiani chiedono giustizia per la suora assassinata dalla mafia del carbone

di Nirmala Carvalho
Tutti gli appelli denunciano il legame “spudorato” tra le potenti compagnie del carbone e lo Stato. P. Cedric Prakash, direttore del Centro per la giustizia e la pace Prashant di Ahmedabad: “Il martirio di suor Valsa è una sfida per la Chiesa in India”. Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic): “Il governo, guidato da estremisti indù, è il vero responsabile”.
Dhumka (AsiaNews) – È una questione di “vergogna nazionale” che il “legame profondo tra le potenti compagnie del carbone e la macchina dello Stato sia costato la vita preziosa di una donna che stava lavorando per assicurare i diritti di base degli emarginati”. Associazioni laiche e cristiane condannano l’assassinio di suor Valsa John, 53 anni, la religiosa delle Suore di Carità di Gesù e Maria freddata a colpi di pistola da un gruppo di 40 uomini nella notte del 15 novembre. Originaria del Kerala, da 20 anni la suora dedicava la sua vita ai tribali santal della regione di Dhumka (Stato di Jharkhand), lottando per i loro diritti e contro gli espropri dei loro terreni da parte delle potenti lobby del carbone.

“Le lobby delle miniere di carbone – spiega p. Cedric Prakash, gesuita direttore del Centro per la giustizia e la pace Prashant di Ahmedabad – sono diventate sempre più potenti. Il loro legame con polizia e politici è spudorato. Nessuno ha il coraggio di toccarli. Il martirio di suor Valsa è un campanello d’allarme per l’intero Paese e una sfida per la Chiesa in India. La cristianità, qui, deve essere vissuta con chiarezza al fianco dei poveri, degli emarginati, degli oppressi e degli sfruttati. La Chiesa deve sostenerli in modo pratico nella loro lotta per una società più equa, giusta e umana. Dimostrando un coraggio risoluto, anche a costo di perdere dei privilegi. Gesù ha fatto proprio questo!”. Il gesuita cita poi l’enciclica di Benedetto XVI Caritas in Veritate: “L’amore – caritas – è una forza straordinaria, che spinge le persone a impegnarsi con coraggio e generosità nel campo della giustizia e della pace. È una forza che ha la sua origine in Dio, Amore eterno e Verità assoluta”.

Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), ha dichiarato: “Il Gcic ritiene il governo dello Stato, guidato da radicali indù, responsabile per il brutale assassinio, e ha chiesto un’indagine al Cbi sull’omicidio di suor Valsa John”.

La National Alliance of People’s Movements (Napm), il National Fishworkers’ Forum (Nff) e il National Forum of Forest People and Forest Workers (Nffpfw) hanno firmato un comunicato congiunto, nel quale chiedono l’apertura di un’inchiesta sulle probabili connessioni tra l’omicidio di suor Valsa e le minacce di morte che aveva ricevuto dalla mafia del carbone.

“Suor Valsa – si legge nel documento – è stata sotto costante minaccia della Panem Coal Ltd., un progetto del Punjab State Electricity Board e dell’Emta (Eastern Minerals and Trading Agency) del West Bengal che ha cercato di espropriare terreni ai tribali per aprire miniere di carbone. Per difendere i loro diritti sulla terra e le sue risorse, la comunità santal ha creato il Rajmahal Pajad Bachao Andolan con l’aiuto di suor Valsa. Nonostante l’accordo firmato nel 2006, di recente le tensioni nell’area erano aumentate, fino a culminare con l’assassinio della religiosa. Suor Valsa riceveva continue intimidazioni dalla Panem Coal Ltd. Il sovrintendente della polizia ha confermato che tre anni fa, la religiosa ha sporto denuncia contro minacce di morte. Ma lo Stato non è mai intervenuto, e insieme ai media ha anzi cercato di screditare la sua figura”.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
India, celebrati i funerali della suora cattolica assassinata dalla mafia del carbone
17/11/2011
Il sacrificio e l’apostolato di suor Valsa, assassinata dalla mafia del carbone
30/11/2012
Omicidio di suor Valsa, la polizia vuole chiudere il caso arrestando persone vicine ai maoisti
21/11/2011
Una seconda suora accusa mons. Mulakkal di molestie sessuali
24/02/2020 10:55
Testimoniare Cristo fra le popolazioni tribali del Bangladesh
24/02/2010


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”