17/11/2017, 12.52
CINA
Invia ad un amico

Propaganda del Partito comunista cinese: Non fatevi sedurre dai valori occidentali!

di Wang Zhicheng

Huang Kunming, nuovo capo del dipartimento della Propaganda diffonde il verbo di Xi Jinping sul "socialismo con caratteristiche cinesi". Salvaguardare l’identità cinese contro i “valori universali”. Escludere multipartitismo e democrazia lasciando il potere assoluto al Partito.

Pechino (AsiaNews) – Il capo del dipartimento della Propaganda del Partito comunista cinese (Pcc) ha messo in guardia la popolazione dall’abbandonare la loro cultura. Secondo Huang Kunming, nominato da poco al dipartimento, vi sono Paesi occidentali che “seducono” la gente “svendendo i cosiddetti valori universali” fino a far abbandonare “la propria cultura spirituale”.

Huang, che è stato nominato capo della Propaganda alla fine del Congresso del Pcc tenutosi in ottobre, ha scritto queste idee sul Quotidiano del popolo di oggi, amplificando e concretizzando frasi che il presidente Xi Jinping va ripetendo da anni e che ha sottolineato anche durante il suo famoso discorso-fiume al Congresso, e cioè non sottostare a ideologie o modi di pensare “stranieri” come il multipartitismo e la democrazia, ma rimanere attaccati alla cultura cinese tradizionale e soprattutto non opporsi al totale controllo del Pcc su ogni aspetto della società.

“Vi sono nazioni occidentali – scrive Huang – che usano i loro vantaggi tecnologici e la preminenza nei discorsi che essi hanno accumulato su un lungo periodo per svendere i cosiddetti ‘valori universali’”. Queste nazioni, continua, “cercano di sedurre la gente ‘imbellettando l’occidente’ e ‘conformandosi all’occidente’ indebolendo o perfino abbandonando la loro identità e la loro cultura spirituale”.

Per Huang la Cina deve rimanere radicata nella sua cultura e solo promuovendo i solidi valori socialisti il popolo cinese può assumere una posizione elevata nella “foresta della popolazione mondiale”.

Da decenni il governo combatte contro “l’inquinamento spirituale dell’occidente” arrivando fino a proibire nelle università le feste e gli auguri natalizi perché Natale è una festa occidentale. E mette in prigione e lascia morire coloro che chiedono – anche con la non violenza, come il dissidente Liu Xiaobo – una società multipartitica e libertà di espressione. E tutto ciò, mentre Xi Jinping si mostra come campione della globalizzazione e della collaborazione fra le nazioni.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il corpo di Mao trasloca da piazza Tiananmen?
18/02/2004
Harbin: la guerra culturale contro il Thanksgiving Day; l’universitario contro l’addetta del dormitorio
28/11/2020 11:47
Avvistata in un porto somalo la petroliera saudita dirottata
18/11/2008
Ningbo: 51 arresti per le proteste della popolazione contro l'inquinamento
30/10/2012
Sacerdoti e vescovo di Bameng forzati a concelebrare con il vescovo scomunicato
12/04/2010


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”