21/05/2011, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Suor Eufrasia del Kerala, al via il processo di canonizzazione

È stata proclamata beata appena due anni fa. Sarà la seconda religiosa proveniente dallo Stato del Kerala ad essere santa.
Thiruvananthapuram (AsiaNews/Agenzie) – Il Vaticano sta per aprire il processo di canonizzazione della beata Eufrasia del Sacro Cuore del Gesù. Le autorità ecclesiastiche hanno chiesto alla Chiesa indiana di preparare la biografia ufficiale della religiosa del Kerala. Intanto, mons. Salvatore Pennacchio, nunzio apostolico in India, è in visita a Ollur (città natale della beata, nel distretto di Thrissur) come parte delle procedure.

Lo scorso anno il vescovo della diocesi di Irinjalakuda (Thrissur, Kerala) ha sottoposto a Benedetto XVI i documenti relativi alla guarigione completa di un bambino indiano di 6 anni, affetto da una ciste tireoglossa, per intercessione della religiosa.

Se Eufrasia sarà proclamata santa, sarebbe la seconda suora originaria del Kerala, dopo la canonizzazione due anni fa di suor Alfonsa di Bharananganam. La religiosa è stata beatificata appena due anni fa, nel 2009.

Conosciuta come la “madre che prega”, la beata Eufrasia è nata 1877 a Edathuruthy, nel distretto di Thrissur. La religiosa è entrata nella congregazione della Madonna del Carmelo e ha preso i voti nel 1900. Ha passato quasi tutta la sua vita nel convento di S. Maria a Ollur.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Suor Eufrasia Eluvathingal, la "madre che prega", è santa
12/06/2014
L’assassino pentito di suor Rani: “I cristiani, speranza per l’India”
20/04/2010
India, beatificata suor Eufrasia, “la madre che prega”
04/12/2006
Il Papa per sei nuovi santi, due dall'India: Hanno servito il regno di Dio e ne sono diventati eredi
23/11/2014
Suor Medard a Mumbai: Lo spirito di Madre Teresa vive nel nostro servizio ai poveri
04/09/2017 11:03


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”