31/10/2012, 00.00
AFGHANISTAN
Invia ad un amico

Afghanistan, scelta la data ufficiale delle nuove elezioni presidenziali

Sarà il 5 aprile 2014. Al suo secondo mandato, il presidente Karzai non potrà correre per la carica, ma assicura elezioni “trasparenti e libere”. Giudicato "cruciale" per la stabilità interna del Paese, al voto seguirà il ritiro delle truppe Nato dal suolo afghano, previsto per la fine del 2014.

Kabul (AsiaNews/Agenzie) - Il 5 aprile 2014 l'Afghanistan andrà al voto per eleggere il nuovo presidente del Paese. Lo ha annunciato in via ufficiale la Commissione elettorale. Hamid Karzai, attuale presidente, concluderà formalmente il suo secondo mandato nell'agosto 2014, e secondo la Costituzione, non potrà correre una terza volta per la carica. Le elezioni presidenziali sono considerate un momento cruciale per la stabilità del Paese, dopo il ritiro delle truppe Nato dal suolo afghano, previsto per la fine del prossimo anno.

Voci critiche temono che il presidente possa tentare di manipolare il voto, per assicurarsi la vittoria di un suo alleato. Tuttavia, Karzai nega con forza queste accuse, e riconosce l'importanza di elezioni "trasparenti, libere e protette da frodi e interferenze". Nel 2009, la sua rielezione si è contraddistinta per le numerose accuse di brogli.

Secondo l'International Crisis Group (Icg), il ritiro delle truppe Nato nel dicembre 2014 potrebbe portare al collasso del governo e a una guerra civile. Per questo motivo, la credibilità delle prossime elezioni presidenziali è considerata una condizione imprescindibile per contenere futuri focolai di tensione e dare stabilità politica, sociale ed economica all'Afghanistan. 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Karzai dichiarato presidente. Cancellato il ballottaggio
02/11/2009
Afghanistan: razzo sul palazzo presidenziale di Kabul
18/08/2009
Fra 14 giorni nuove elezioni in Afghanistan
20/10/2009
Abdullah accusa Karzai. I militari Usa domandano più truppe ad Obama
24/08/2009
Nato, bombe “meno potenti” per ridurre le vittime civili
30/07/2007