26 Agosto 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 20/01/2011, 00.00

    FILIPPINE

    Cattolici filippini contro il ripristino della pena di morte



    La pena capitale era stata abolita nel 2006. Per il segretario per la pastorale nelle carceri occorrono invece prevenzione dei crimini e rispetto della legge, spesso eluse a causa dell’alto tasso di corruzione e impunità.
    Manila (AsiaNews/ Agenzie) – I cattolici filippini si oppongono alla reimposizione della pena di morte nel Paese, proposta da alcuni senatori.  Essa è contro l’uomo e colpirà soprattutto i più deboli, peggiorando la situazione del già disastrato sistema giudiziario filippino.

    Ieri, Rodolfo Diamante, segretario per la pastorale nelle carceri per la Conferenza episcopale filippina, ha invitato le autorità a cercare una soluzione più profonda al problema, invece di cercarne una immediata. “Quelli che premono per il ritorno della pena di morte – ha affermato – devono per prima cosa fare rispettare la legge e concentrarsi sulla prevenzione dei crimini”.

    Diamante ha sottolineato gli alti rischi di un tale provvedimento in un Paese con un tasso di corruzione fra i più alti al mondo. “Per far rispettare la legge – ha aggiunto – è necessario avere la certezza di chi si arresta e se questi sconta la pena. Senza di ciò avremo sempre di più persone che riescono a eludere la giustizia”. 

    Abolita all’indomani della caduta del dittatore Marcos nel 1987, la pena di morte è stata cancellata e ripristinata più volte nelle Filippine. Il provvedimento più recente risale al giugno 2006, quando il presidente Gloria Arroyo, ha deciso di abolire la pena capitale pochi giorni prima del suo viaggio in Vaticano per incontrare Benedetto XVI.

    In questi ultimi anni, la crescita continua di casi di omicidio, rapimenti e stragi, ha però spinto politici e membri della società a chiederne la reintroduzione, almeno per i crimini più efferati. In molti però stanno valutando la reale efficacia del provvedimento, che vede tra i suoi oppositori anche il presidente Beniño Aquino.  

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/12/2003 filippine
    Vescovi filippini criticano la Arroyo sulla pena di morte


    30/03/2011 FILIPPINE – CINA
    Pechino esegue la condanna a morte di tre filippini. Inutili gli appelli della Chiesa
    Le esecuzioni sono avvenute oggi nelle carceri delle città di Xiamen e Shenzhen. I tre erano stati arrestati nel 2008 per spaccio di droga. In questi giorni governo filippino, Chiesa e associazioni per i diritti hanno inviato lettere aperte al governo di pechino e organizzato veglie per chiedere la grazia.

    30/01/2004 filippine
    Il giorno della morte diviene il giorno della speranza per i condannati


    28/01/2004 filippine
    Due condanne a morte sospese per 30 giorni


    16/01/2004 filippine
    Vescovi cattolici: "Pena capitale, governo assetato di morte"




    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Nei dialoghi Cina-Santa Sede c’è silenzio sul destino dei preti sotterranei

    Zhao Nanxiong

    Entro la fine dell’anno, tutti i sacerdoti devono registrarsi per ricevere un certificato che permetta loro di esercitare il ministero. Ma la richiesta deve passare attraverso l’Associazione patriottica, i cui statuti sono “incompatibili” con la dottrina cattolica. Molti sacerdoti, ufficiali e non ufficiali, sono in un grande dilemma.


    IRAQ
    Alqosh, nonostante l'Isis la Chiesa festeggia la prima comunione di cento bambini



    Nella festa dell’Assunta l’intera comunità ha partecipato alla funzione, celebrata da Mar Sako. Vicario patriarcale: momento storico per una cittadina di frontiera a lungo minacciata dai jihadisti. Il primate caldeo invita i bambini a “contribuire alla vita della comunità”. A Kirkuk sua beatitudine ha inaugurato una grotta dedicata alla Madonna. 


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®