27 Marzo 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 26/08/2015, 00.00

    INDIA

    Censimento sulle religioni in India: i fedeli musulmani crescono più degli indù, ma meno dei cristiani



    I dati sono stati raccolti tra il 2001 e il 2011. I fedeli musulmani aumentano dello 0,8% mentre gli indù dello 0,7%. Gli islamici sono 172,2 milioni e gli indù 966,3 milioni, su un totale di 1,2 miliardi di persone. I cristiani sono il 2,3% della popolazione, ma il tasso di crescita dei fedeli nel decennio in questione è del 15,5%.

    New Delhi (AsiaNews/Agenzie) - Per la prima volta, il tasso di crescita della comunità musulmana dell’India scavalca quella degli indù. Ma il dato più significativo è che l’incremento dei fedeli cristiani non arretra rispetto alle altre due confessioni, nonostante i numerosi attacchi contro le comunità (di cui ieri si ricordava l’anniversario dei pogrom di Kandhamal del 2008). Lo rivelano i dati del censimento 2011 sulle comunità religiose pubblicati ieri dal Registrar General of India. Durante il periodo preso in esame (tra il 2001 e il 2011), i fedeli islamici sono aumentati dello 0,8%, passando da 138 milioni a 172,2 milioni. La comunità indù invece si ferma allo 0,7% di crescita, con 966,3 milioni di seguaci. La crescita dei cristiani si assesta al 15,5%.

    Maggiore Paese indù al mondo, per la prima volta in India la popolazione induista scende sotto il tetto dell’80% sul totale dei fedeli, attestandosi ad una percentuale di 79,8 punti su 1,211 miliardi di persone; i musulmani invece salgono a livello nazionale dal 13,43% al 14,23%. A livello statale, nei cinque Stati a maggiore rappresentanza musulmana (Maharashtra, Gujarat, Rajasthan, Madhya Pradesh e Uttar Pradesh) la crescita media dei fedeli islamici è ben al di sopra di quelli indù: supera ovunque il 24%.

    Per quanto riguarda le altre religioni, i fedeli cristiani compongono il 2,3% della popolazione totale (27,8 milioni); i sikh l’1,7% (20,8 milioni); i buddisti sono lo 0,7% (8,4) milioni; i giainisti sono lo 0,4% del totale (4,5 milioni); 7,9 milioni di persone hanno altre appartenenze religiose e 2,9 milioni non sono credenti.

    I dati riportano che durante il decennio non ci sono stati sostanziali cambiamenti nella proporzione tra cristiani e giainisti, mentre i sikh sono diminuiti dello 0,2% e i buddisti dello 0,1%. Significativo invece il tasso di crescita medio della comunità cristiana (15,5%), che supera nello stesso periodo quello dei musulmani e si avvicina al totale della crescita degli indù (16,8%), nonostante i molteplici casi di persecuzione nei confronti dei fedeli e i numerosi attacchi alle chiese commessi da radicali indù.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    25/11/2003 india
    Parrocchia ospita 200 musulmani per la fine del digiuno


    30/12/2004 india
    La tragedia dei bambini, la forza e la solidarietà delle religioni


    24/01/2005 INDIA
    Pace e religioni: approfondire la fede per dialogare con gli altri

    Un seminario interreligioso in India individua nella conoscenza della propria fede e nel dialogo con le altre, la strada che porta alla pace.



    14/09/2004 india
    India, mosaico di fedi minacciato dal fondamentalismo induista
    Il censimento nazionale smaschera le accuse induiste contro le minoranze religiose

    10/06/2005 INDIA
    I buddisti indiani respingono il censimento religioso
    Il governo ha emesso un censimento religioso che, secondo i leader della comunità buddista, registra i loro fedeli "come se fossero indù", riducendoli da 50 milioni a 800.000.



    In evidenza

    VATICANO
    Il Papa ai giovani: Memoria del passato, coraggio nel presente, speranza per il futuro



    Diffuso oggi il Messaggio per la 32ma Giornata mondiale della gioventù sul tema “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente”. Il modello di Maria nel suo incontro con Elisabetta. Rifiutare l’immobilità del “divano” dove starsene comodi e sicuri. Vivere l’esperienza della Chiesa non come una “flashmob” istantanea. Riscoprire il rapporto con gli anziani. Vivere il futuro in modo costruttivo non svalutando “le istituzioni del matrimonio, della vita consacrata, della missione sacerdotale”.


    AFGHANISTAN
    P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”



    Hanno vissuto 60 anni al servizio dei bisognosi. Sono rimaste a Kabul sotto l’occupazione sovietica, il controllo dei talebani e i bombardamenti Nato. Rispettate da tutti, anche dai talebani. Questo febbraio è finita la loro esperienza, secondo p. Moretti “una a cui guardare”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®