24 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 24/11/2005, 00.00

    Cina

    Cina, volontari negli orfanotrofi arrestati per compravendita di bambini



    Nella provincia centrale dell'Hunan la pubblica sicurezza ha fermato 27 persone: compravano e rivendevano bambini a privati ed istituzioni. Sotto accusa la politica "del figlio unico", alla base del traffico di esseri umani.

    Pechino (AsiaNews/Agenzie) – La pubblica sicurezza cinese ha arrestato 27 persone, per la maggior parte membri di un'organizzazione non governativa, accusati di compravendita di neonati tramite gli orfanotrofi statali nella provincia centrale dell'Hunan.

    La polizia ha arrestato lunedì 21 novembre il responsabile dell'orfanotrofio della contea di Hengyang e 6 membri del suo staff, oltre a 20 persone che lavoravano in altri istituti per bambini sparsi nella regione. Il giorno prima la pubblica sicurezza di Qidong, una contea confinante con Hengyang, aveva arrestato un uomo accusato di traffico di esseri umani. L'uomo vendeva bambini rapiti alle istituzioni del posto e ad altri orfanotrofi per prezzi compresi fra gli 800 ed i 1.200 yuan (fra gli 80 ed i 120 euro ndr).

    Dopo il primo "acquisto" le istituzioni rivendevano i neonati a privati o a case per bambini per cifre che oscillavano fra gli 8 mila ed i 30 mila yuan. Non si sa quanti bambini sono stati comprati e venduti dagli orfanotrofi né quale sia l'età dei bambini implicati.

    Gli orfanotrofi statali traggono vantaggio da un politica governativa che garantisce loro uno stanziamento di fondi proporzionale al numero di bambini ospitati nelle strutture. La politica "del figlio unico" per il controllo delle nascite e la lunga tradizione cinese che favorisce i figli maschi sono un incentivo al traffico di bambini.

    Secondo fonti ufficiali, lo scorso anno circa 3.500 bambini sono stati recuperati in 1.975 casi di rapimento.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    02/01/2014 CINA
    Shaanxi, a processo l'ostetrica che ha venduto "almeno" 7 neonati
    Zhang Shuxia ha ammesso di aver trafficato in esseri umani. La polizia ha ritrovato sei bambini, ma l'ultima è morta prima di essere liberata. La legge sul figlio unico ha scatenato la compravendita di neonati: almeno 200mila scompaiono ogni anno nel Paese.

    04/01/2013 CINA
    Cina, la legge sul figlio unico ha "lanciato" la compravendita dei neonati
    Il caso di una funzionaria della provincia del Fujian, addetta al controllo della pianificazione familiare, scuote il Paese: la donna ha comprato e rivenduto almeno 4 neonati, che a loro volta hanno subito un continuo passaggio di mano per guadagnare denaro. Sempre più necessaria la revoca della legge che ha ucciso 200 milioni di cinesi.

    25/06/2013 CINA
    Cina, fra i danni della legge sul figlio unico c’è anche la schiavitù sessuale
    Il governo americano presenta il Rapporto sul traffico di esseri umani e retrocede Pechino al grado di “Tier 3”, ovvero una nazione che “non limita (e a volte sostiene) il traffico di esseri umani e il commercio delle donne”. Alla base di questo fenomeno ci sono aborti forzati e sterilizzazioni, che hanno riempito il Paese di uomini che non possono trovare una moglie. L’appello di Women’s Rights Without Frontiers a Obama e Xi Jinping.

    10/03/2006 Cina
    Pechino: "Nuove e più severe regole per gli orfanotrofi statali"

    In Cina vi sono oltre mille "case per il benessere dei bambini", spesso al centro di scandali legati alla compravendita di minori a coppie cinesi o straniere. Il sussidio per gli orfani varia dagli otto ai cinque euro al mese.



    25/06/2012 CINA
    Il Guangdong pronto ad aprire alle Ong: un altro passo avanti per Wang Yang
    Un nuovo regolamento voluto dal segretario provinciale prevede l’utilizzo delle Organizzazioni non governative per la gestione di alcuni servizi sociali. Si tratta di una riforma epocale per la partecipazione popolare ai meccanismi decisionali, fino a oggi in mano solo ai funzionari comunisti. Esperti applaudono Wang per il suo coraggio, ma avvertono che “solo il tempo darà una risposta vera”. Una fonte sindacale ad AsiaNews: “Sembra essere cambiata l’aria. Prima ci vedevano come dei nemici, oggi ci chiedono una mano per risolvere situazioni spinose”.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Lettera per i 100 anni della Maximum Illud sull’attività svolta dai missionari nel mondo



    Per l’ottobre 2019, papa Francesco lancia un Mese Missionario Straordinario per risvegliare l’impegno della missione ad gentes e per trasformare in modo missionario la pastorale ordinaria, sfuggendo alla stanchezza, al formalismo e all’autopreservazione. Il “compito imprescindibile della missione ad gentes da Benedetto XV al Concilio Vaticano II, a papa Giovanni Paolo II, fino all’Evangelii Gaudium.


    CINA-VATICANO
    Wang Zuoan: Papa Francesco è sincero, ma deve sottostare a due condizioni

    Li Yuan

    In un’intervista alla Commercial Radio, il direttore dell’Amministrazione statale per gli affari religiosi ribadisce l’urgenza di tagliare i rapporti con Taiwan e di non interferire negli affari interni della Cina, nemmeno quelli religiosi. Grandi elogi al discorso di Xi Jinping da parte dei due vescovi ospiti del Congresso del Partito, Fang Xinyao e Ma Yinglin. “Falsi pastori, ma reali schiavi”. I timori di un cattolico sotterraneo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®