24 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/12/2016, 08.56

    BANGLADESH

    Dhaka, forze anti-terrorismo sventano attentato di Natale contro una chiesa cattolica



    L’obiettivo era la chiesa del Santo Spirito nel quartiere di Banani. Gli agenti hanno arrestato esponenti del “Nuovo Jamaatul Mujahideen Bangladesh”. Da mesi il gruppo terrorista stava ricostruendo la leadership decimata dagli arresti successivi alla strage di Dhaka.

    Dhaka (AsiaNews/Agenzie) – Le forze antiterrorismo hanno sventato un attentato contro una chiesa cattolica della capitale, pianificato per il giorno di Natale. Lo rivela un funzionario di polizia, che riporta la notizia dell’arresto di esponenti del gruppo estremista “Nuovo Jamaatul Mujahideen Bangladesh” (Neo-Jmb) che progettavano di farsi esplodere nella chiesa del Santo Spirito, nel quartiere di Banani.

    In vista del Natale, il governo ha aumentato i controlli e le misure di sicurezza per 62 chiese di Dhaka. L’arresto dei militanti è avvenuto il 24 dicembre in un’abitazione nell’area di Ashkona, ma i dettagli dell’operazione sono trapelati solo ieri. Gli agenti del Counter Terrorism and Transnational Crime (Cttc) hanno fermato il nuovo leader operativo del gruppo terrorista, Moinul Islam alias Abu Musa, insieme ad altri complici.

    Monirul Islam, capo de Cttc, riferisce al Dhaka Tribune che l’appartamento era usato come rifugio dagli attentatori. All’interno sono stati trovati documenti e carte che delineano le modalità dell’attacco, al quale avrebbe dovuto prendere parte anche una donna.

    Gli agenti sostengono che da mesi il gruppo stava riorganizzando la propria leadership, dopo che i capi sono stati via via decimati nei raid successivi alla strage di stranieri avvenuta il primo luglio scorso all’Holey Artisan Bakery Cafè di Dhaka. Ora le indagini sono concentrate per rintracciare fonti di finanziamento e altri probabili fiancheggiatori.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    04/07/2016 08:57:00 BANGLADESH
    Strage di Dhaka: i terroristi erano tutti rampolli di famiglie benestanti

    Le autorità hanno identificato cinque dei sette esecutori dell’attentato terroristico all’Holey Artisan Bakery cafè. Sono figli di ricche famiglie locali e studiavano in costose scuole private; il padre di uno di essi è un esponente del partito di governo. Lo Stato islamico ha rivendicato l’assalto, ma il ministro dell’Interno parla di gruppi islamici locali.



    10/10/2016 08:48:00 BANGLADESH - VATICANO
    Card. Patrick D’Rozario: La mia porpora è “un dono per il Bangladesh”

    A sorpresa ieri papa Francesco ha annunciato un nuovo concistoro nel quale accoglierà 17 nuovi cardinali. L’arcivescovo di Dhaka ha saputo della sua nomina mentre celebrava la messa ed è stato sopraffatto da una forte emozione. Sacerdote locale: “Ho pregato tanto Dio affinchè ci desse un cardinale. Alla fine Dio ha risposto”.



    27/07/2016 09:09:00 BANGLADESH
    I militanti uccisi ieri erano legati ai terroristi della strage di Dhaka

    Il capo della polizia della capitale ha dichiarato che i due gruppi terroristi presentano molte somiglianze. Erano tutti giovani e appartenenti a buone famiglie. Nell’appartamento dei nove militanti uccisi ieri sono state ritrovate delle tessere universitarie. Le foto dei giovani diffuse sui social media per facilitare il riconoscimento.



    23/09/2016 08:36:00 BANGLADESH
    Seppelliti dopo tre mesi i terroristi della strage di Dhaka

    Nessuno dei familiari dei cinque attentatori e del cuoco, accusato di complicità, ha chiesto i loro corpi. Le esequie sono state affidate ad una organizzazione caritatevole. Ancora latitanti il coordinatore dell’attacco e i finanziatori.



    08/05/2017 15:11:00 BANGLADESH
    Bangladesh: un costante 'stillicidio' di conversioni all’islam

    Un rapporto della polizia evidenzia un nuovo fenomeno: indù convertiti all’islam violento. I fedeli indù sono da sempre bersaglio della maggioranza islamica. La pressione dei fondamentalisti ha più presa su persone deboli ed emarginate. Disaccordo su come gestire i fondi stanziati dall’Arabia saudita per madrasse e moschee. “Se non il terrorismo, i centri culturali islamici potrebbero incrementare l’integralismo”.





    In evidenza

    MYANMAR-VATICANO
    Yangon, ‘ore frenetiche’ per l’arrivo del papa. L’impegno dei cattolici per i pellegrini

    Paolo Fossati

    Attese 200mila persone per la messa solenne al Kyaikkasan Ground. Tra loro anche leader buddisti e musulmani. In arrivo 6mila ragazzi per la messa dei giovani del giorno seguente. Anche filippini, australiani e thailandesi per lo storico viaggio apostolico di papa Francesco. Dal nostro inviato.


    YEMEN
    Il genocidio dello Yemen: dopo le bombe, la fame, la sete e il colera

    Pierre Balanian

    La coalizione guidata da Riyadh blocca l’arrivo di carburante necessario per far funzionare i pozzi. Oltre un milione di persone senza acqua a Taiz, Saada, Hodeida, Sana’a e Al Bayda. Secondo l’Unicef, 1,7 milioni di bambini soffrono di malnutrizione acuta”; 150mila bambini rischiano di morire di stenti nelle prossime settimane. Il silenzio e l’incuria della comunità internazionale. La minaccia di colpire le navi-cargo del greggio. Ieri l’Arabia saudita ha permesso la riapertura dell’aeroporto di Sana’a e del porto di Hudayda, ma solo per gli aiuti umanitari. Una misura insufficiente.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®