20 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 12/10/2017, 16.05

    EGITTO-PALESTINA

    Gaza passerà sotto il controllo dell’Autorità palestinese entro il 1 dicembre



    L’accordo fra Fatah e Hamas firmato oggi al Cairo, dopo due giorni di intensi negoziati. La sicurezza del valico di Rafah sarà gestita dell’Autorità palestinese. Abbas: accordo definitivo.

    Il Cairo (AsiaNews/Agenzie) – L’Autorità palestinese (Anp) prenderà il completo controllo della Striscia di Gaza entro il 1 dicembre. È quanto deciso quest’oggi dai rappresentanti delle autorità palestinesi Fatah e Hamas, Azzam al-Ahmad e Salah al-Aruri, al Cairo per la firma dell’accordo di riconciliazione che pone fine a una divisione durata 10 anni. Gli intensi negoziati si sono tenuti nella capitale egiziana per due giorni con il patrocinio del Paese ospite, principale promotore della riunificazione.

    All’accordo dovrebbe seguire l’annullamento delle misure punitive dell’Anp nei confronti di Hamas, in particolare il taglio dell’approvvigionamento elettrico, grave causa di disagio per la popolazione.

    I punti principali affrontati nei negoziati sono stati la gestione della frontiera con l’Egitto di Rafah e la sicurezza all’interno della Striscia, per cui si prevede l’invio di 3mila poliziotti dell’Autorità palestinese. Per quanto riguarda il valico di Rafah, la sua gestione passerà in mano alle guardie presidenziali dell’Anp entro il 1 novembre.

    Altre questioni, in particolare il futuro dell’ala militare di Hamas,  Ezzedine al-Qassam, saranno concordati nei prossimi giorni. Si prevede per il 21 novembre un altro ciclo di trattative al Cairo, a cui parteciperanno tutte le fazioni palestinesi.

    Mahmoud Abbas, presidente dell’Anp, ha dichiarato “definitivo” l’accordo che pone fine alla  divisione palestinese. Abbas dovrebbe visitare Gaza nell’arco del prossimo mese.

    Le tensioni fra le due entità duravano sin dalle elezioni del 2007, quando Hamas ha cacciato i rappresentanti di Fatah dalla Striscia. Questa separazione è stata spesso citata come motivo per ritardare le elezioni presidenziali dell’Autorità palestinese sin dal 2009.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/06/2017 08:59:00 PALESTINA - EGITTO
    Il Cairo dona un milione di litri di carburante per evitare il collasso di Gaza

    La Striscia ora ha due ore di elettricità al giorno. La centrale tornerà a funzionare nelle prossime ore. La settimana scorsa i leader di Hamas si sono incontrati con funzionari egiziani. 



    28/05/2011 EGITTO – PALESTINA – ISRAELE
    L’Egitto apre i confini con Gaza. Proteste di Israele
    Tolto il blocco al valico di Rafah, chiuso dal 2007 all’indomani della presa di potere di Hamas a Gaza. Libero transito dalle 9 del mattino alle 9 di sera per donne, bambini, uomini over 40. Contraria Israele, che teme un traffico di armi. Nella notte un razzo lanciato da Gaza avrebbe colpito il sud del Paese.

    13/06/2017 09:10:00 ISRAELE - PALESTINA
    Israele riduce la fornitura elettrica a Gaza. Le autorità palestinesi si accusano l’un l’altra

    Autorità nazionale palestinese accusa Hamas di non rimborsare le spese e preme per riaprire dialogo sull’unità. Ministro israeliano: “Non pagheremo le bollette della luce di Gaza”. Peggiora la crisi umanitaria.



    02/10/2017 14:55:00 PALESTINA
    Fatah arriva a Gaza, primo passo verso la riconciliazione con Hamas

    Domani si terrà l’incontro di gabinetto. Possibile il controllo di Gaza all’Autorità palestinese. Sarà presente una delegazione egiziana. Sabella, membro di Fatah: cauto ottimismo, bisognerà vedere i dettagli. Necessaria unità, ed elezioni per il cambio della guardia.



    01/02/2008 PALESTINA – ISRAELE
    Frontiera di Gaza sotto controllo, mentre l’Egitto spinge Hamas e Abbas al dialogo
    Il Cairo spera di ripristinare l’Autorità palestinese come garante della sicurezza a Gaza. Ma il dialogo fra Abbas e Meshal è ancora difficile. Human Rights Watch accusa Israele e la comunità internazionale di creare una “crisi umanitaria” nella Striscia di Gaza.



    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®